Colleferro, consegnato il premio per lo sviluppo

Presso la sala del Consiglio Comunale, il Sindaco Sanna e gli assessori ed i consiglieri di maggioranza, hanno consegnato il premio per lo sviluppo della città  ( medaglia in bronzo dello scultore Anagnino Egidio Ambrosetti) a personaggi che...

Il Sindaco con i rappresentanti dello sport

Presso la sala del Consiglio Comunale, il Sindaco Sanna e gli assessori ed i consiglieri di maggioranza, hanno consegnato il premio per lo sviluppo della città ( medaglia in bronzo dello scultore Anagnino Egidio Ambrosetti) a personaggi che hanno contribuito alla crescita e che siano da esempio per i giovani del futuro

Il Gruppo dei premiati

INDUSTRIA:Ing. Giancarlo Magistretti:

Nato il 22 Luglio 1882 a Milano dove si laureò presso il Politecnico nel 1907. Visse e lavorò a Milano fino alla fine degli anni venti per trasferirsi a Colleferro, dove venne chiamato dal Sen. Leopoldo Parodi Delfino,come direttore tecnico della BPD (settore patrimoniale) per la progettazione e direzione lavori del nascente nuovo villaggio, oggi noto con il nome di Villaggio Vecchio e patrimonio storico importante per la nostra città. L’ingegnere curò la progettazione di tutte le opere di funzione pubblica come la scuola, l’Ospedale OMNI, la casa del popolo. Morì a Colleferro il 09 Maggio 1977.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Con il premio di oggi vogliamo ricordare il suo contributo professionale, sociale e politico alla crescita della nostra città. Ing. Giuseppe GRANDE: Per aver preso parte alla riconversione del sistema industriale di Colleferro nel II dopoguerra ed aver contribuito, nel corso degli anni a ricoprire incarichi di responsabilità nella nuova sfida nel campo aerospaziale. Con il suo operato ha concorso a far sviluppare l’immagine di Colleferro come “Città dello Spazio”. Ing. Ermanno FERRARI: Nato a Colleferro il 02 gennaio 1956. Laureato in Ingegneria Meccanica. Cresciuto professionalmente e umanamente presso la B.P.D. Difesa e Spazio di Colleferro Facendo tesoro dell’esperienza acquisita presso lo stabilimento B.P.D.è riuscito a utilizzare queste esperienze specializzando il suo ingegno nel campo dell’Automotive fino alle nuove frontiere della guida autonoma portando lustro alla città di Colleferro. ISTRUZIONE: Prof. Paolo CUTINI: Docente di lingua inglese dal 1986, insegna al Liceo Linguistico e delle Scienze Umane del Convitto Nazionale “Regina Margherita” di Anagni. Per il suo impegno nella sperimentazione di soluzioni didattiche innovative che favoriscano l’interazione e la collaborazione tra docenti e studenti attraverso la creazione, nel 2002, del Sito di Cyberteacher (www.cyberteacher.it), un contenitore di risorse, materiali e progetti che utilizza nell’attività scolastica quotidiana.Tale progetto gli è valso, nel 2015, il premio Docente dell’anno dell’Associazione Nazionale Presidi e, nel 2016, il Premio Speciale Alunni dell’Università degli Studi di Macerata. Nel 2017, è stato finalista dell’ ”ItalianTeacherPrize” - Premio Nazionale Insegnanti, istituito dal Ministero dell’Istruzione MEDICINA:Prof. Ruggero PASTORELLI: Per il grande senso di umanità dimostrato nel corso della sua professione medica svolta continuamente al servizio della nostra città rendendo il reparto di medicina un punto di riferimento per la cura dei cittadini e degli abitanti dei paesi limitrofi. Prof. Claudio DI NOTA: Per il suo notevole impegno sia in ambito accademico, sia in ambito clinico attraverso la specializzazione della cura di patologie respiratorie molto frequenti nella nostra comunità. Stimato dall’intera cittadinanza per il suo chiaro esempio di professionalità. CULTURA: Dott. Luigi MAROZZA: Per il suo impegno al servizio della cultura bibliotecaria ha favoritola nascita e la crescita della Biblioteca Comunale di Colleferro dal 1980 ad oggi. La biblioteca , grazie al suo lavoro, gestisce un patrimonio di oltre 30.000 volumi. Fautore, fin dagli anni ‘80, della validità diaggregare alla Biblioteca Comunale anche l’Archivio Storico del Comune di Colleferro. SPETTACOLO Corale “G.B. MARTINI”: Per essere stata protagonista nel settore musicale cittadino dal 1989 ad oggi, la Corale Polifonica “Giovanni Battista Martini” si è costituita in associazione, sotto la guida del Maestro Giuseppe Pignatelli. Dal 1997 è diretta dal Maestro Massimo Di Biagio con il quale ha intrapreso un cammino verso le varie espressioni della polifonia sia profana che sacra. Si avvale del pianista Andrea Bosso e di altri valenti musicisti. Attualmente è composta da un organico di 40 elementi nella formazione a 4 voci miste. Nei 27 anni di attività, la Corale ha ricercato un continuo confronto con le altre realtà musicali sia in Italia che all’estero, realizzando rassegne tematiche locali e partecipando a Festival e scambi internazionali. Sig. Diego DE SANTIS: Per essersi distinto nel settore del cinema italiano come esperto del suono ed aver vinto nell’ultimo David di Donatello 2017 il premio per il miglior sonoro per il film Veloce come il Vento di Matteo Rovere che ha ottenuto 16 nomination. Dopo aver frequentato tutte le scuole a Colleferro, fino al diploma, Diego De Santis ha conseguito un diploma di laurea in Ingegneria del Suono e dopo varie specializzazioni, ha lavorato prima nell'ambito musicale e, dal 1998, in quello cinematografico. In questo percorso che lo ha portato a vincere il David, ha avuto la possibilità di lavorare con alcuni dei più importanti registi italiani. Diego De Santis ha ricevuto altri riconoscimenti tra i quali ricordiamo il Ciak D'Oro sempre come miglior Sonoro. COMMERCIO: Ditta MARTINUCCI: Per il loro impegno portato avanti con competenza ed onestà nel settore del commercio colleferrino. La famiglia di Martinucci Rolando, che viveva a Colle di Compito (Lu), si trasferì a Colleferro nel 1948 al seguito dello zio, Ezio Martinucci, che lavorava nella B.P.D. a Barga, dove era un esperto nella lavorazione delle polveri da sparo. Da allora si è sempre occupata di commercio prima con la gestione del Bar Impero dal 1953 al 1956 e poi rilevando, nello stesso anno, lo spaccio aziendale della B.P.D. di via Sobrero. Il loro impegno continua tuttora nella sede di via Sobrero, grazie al lavoro di Nicolò Martinucci. Ditta BATTISTELLI: Per essere stata una delle prime famiglie ad essersi stabilita nel territorio della città di Colleferro ed aver avviato tre importanti attività commerciali quali una tabaccheria - merceria, un forno ed un negozio di generi alimentari. La famiglia Battistelli ha mantenuto una gestione familiare di queste attività e continua ancora oggi ad essere ricordata non solo per l’operosità ma anche per l’indiscutibile onestà e generosità. Ditta IANNELLI: Fiori Iannelli, inizialmente denominata Piante e Fiori Iannelli, nata nel 1948rappresenta quasi certamente una delle prime 10 attività commerciali di Colleferro. Serviva tutti i paesi limitrofi. L'attività, ora sita in via Consolare Latina, è gestita dalla moglie Rosella, che con rinnovato entusiasmo, ha deciso di continuare la tradizione di famiglia. GASTRONOMIA: Chef Marco MARTINI: è uno degli chef stellati più giovani d’Italia. Di origine romana, 30 anni di cui 15 anni di passione per la cucina, dedizione e sacrificio.

Nel 2013 si aggiudica il titolo di Chef Emergente d’Italia e a 24 anni viene premiato con la prima stella Michelin come Chef Executive all’Open Colonna, successivamente nel 2015, arriva la seconda stella Michelin. Un traguardo frutto di determinazione, entusiasmo ed esperienza maturata con importanti nomi del panorama nazionale ed internazionale quali il maestro Antonello Colonna, per passare in seguito nella brigata di Heinz Beck e nella cucina di Tom Aikens a Londra, fino alla recente esperienza di Stazione di Posta.

Per Marco Martini, la cucina è l’artigianalità del gusto che plasmata con passione, creatività e studio si trasforma in eccellenza. Premio ritirato dalla madre Vanda Perna SPORT: Sig. Gerardo ROSAMILIA: Per aver dato un grande contributo allo sport colleferrino impegnandosi come dirigente del Basket Colleferro negli anni ‘60 - ‘70 e nella Federazione Italiana Pallacanestro come ufficiale di campo nazionale. Nella sua vita si è sempre contraddistinto per la sua grande energia e vitalità, per l’attaccamento alla Famiglia, al lavoro (operaio per circa 40 anni presso lo Stabilimento B.P.D.) ed allo Sport. Premio speciale all’atleta Laila SOUFYANE: Nata in Marocco, si è trasferita in Italia con la famiglia nel 1987, si è avvicinata presto all’atletica: una passione nata anche grazie al fratello ElFadil e che l’ha aiutata a integrarsi nella cittadina di Colleferro, in provincia di Roma. Per aver dato lustro alla città di Colleferro grazie al suo impegno sportivo portato avanti con grande dedizione e sacrificio che le hanno permesso di raggiungere importanti risultati e di aggiudicarsi numerosi titoli come Campionessa italiana in varie competizioni sportive nazionali. Ricordiamo anche i suoi piazzamenti nelle competizioni internazionali.Il 2 Ottobre 2016 la maratoneta dell'Esercito Italiano ha conquistato il titolo mondiale militare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento