Martedì, 19 Ottobre 2021
Roma

Colleferro, “Il principe che spostava le colline” di Giusi Colmo incuriosisce anche la citta industriale

Ha lasciato traccia il primo degli incontri letterari inseriti nell’iniziativa “Letti al Bar” organizzata dall’Assessorato alla Cultura.

Ha lasciato traccia il primo degli incontri letterari inseriti nell'iniziativa "Letti al Bar" organizzata dall'Assessorato alla Cultura .

Per un giorno Boccon di Vino si è trasformato in un salotto letterario con l'iniziativa "Letti al Bar". L'appuntamento rientra tra le iniziative volute dall'assessorato alla Cultura del Comune di Colleferro. Con questa formula innovativa, l'assessorato alla cultura, tramite le esperienze d'autore, la valorizzazione degli scrittori emergenti e la passione per le buone letture intende promuovere la cultura nella nostra città.

Un libro è un viaggio senza una meta specifica, leggendo un libro ci ritroviamo immersi in un mondo, dove tutto è possibile.

La presentazione del libro è avvenuta congiuntamente tra il Sindaco Sanna e l'autrice che ha visto la partecipazione attiva dei cittadini che hanno portato testimonianze e ricordi di Antonello Ruffo di Calabria.

Venerdì 13 gennaio è stato presentato il libro "Il principe che spostava le colline" Antonello Ruffo di Calabria di Giusi Colmo con prefazione di Fulco Pratesi. Personaggio visionario, eccentrico, provocatore, fascinoso e aristocratico, ha vissuto sempre sul filo del rasoio, mettendo insieme la trama dei suoi ricordi, le testimonianze dei familiari e i racconti di chi l'ha conosciuto. Un racconto che fa luce su uno dei protagonisti più bizzarri e controversi dell'aristocrazia italiana, un viaggio originale nell'Italia degli ultimi settant'anni ricco di curiosità e aneddoti. Ma anche il personaggio che ha portato l'ambiente in primo piano con la creazione di un Parco Uccelli, che in zona ha portato non meno di 10 milioni di persone da tutto il mondo.

Per il Sindaco e Assessore alla Cultura Sanna "Siamo molto soddisfatti della qualità di questo primo incontro e della partecipazione da parte dei cittadini". "Questo format rappresenta un modo diverso di leggere un libro e commentarlo, in un luogo diverso dalla biblioteca". "Sorseggiare una buona tazza di the o di caffè ascoltando la presentazione di un libro e commentarlo insieme all'autrice Giusi Colmo è stato un vero piacere. Per un momento abbiamo lasciato i problemi quotidiani fuori dalla porta. Ringrazio, naturalmente, Boccon di Vino per la calda ospitalità."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, “Il principe che spostava le colline” di Giusi Colmo incuriosisce anche la citta industriale

FrosinoneToday è in caricamento