Colleferro, impianti sportivi: il PD al bivio, o approva il regolamento altrimenti è fuori dalla maggioranza

Di Giancarlo Flavi “Sono andati per suonare invece sono stati suonati” questo il commento del Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna, dopo l’assemblea sullo sport indetta dal PD.

 
Di Giancarlo Flavi

“Sono andati per suonare invece sono stati suonati” questo il commento del Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna, dopo l’assemblea sullo sport indetta dal PD.

A Colleferro questa frase alquanto sibillina, c’è chi la intende contro le associazioni sportive e chi invece contro il pd. A noi sembra più logico che sia contro il PD, perché gli organizzatori della manifestazione, o meglio gli attori della manifestazione di venerdì scorso sono i tesserati del PD di Colleferro. Ma cosa è emerso, quindi, da questa assemblea pubblica dove sono intervenuti il Presidente del Coni Regionale Riccardo Viola ed un commercialista di Roma? In pratica gli illustri ospiti avrebbero dato ragione al Sindaco Sanna, perché il regolamento che si sta predisponendo per i bandi di gara per l'assegnazione degli impianti sportivi della città di Colleferro non fa una piega ed è in linea con la legge. Ossia, anche gli impianti sportivi devono rendere alle casse del Comune. Però, questo evidentemente cozza contro la logica delle associazioni, poiché se i bandi verranno predisposti come previsto dal regolamento sportivo nessuna associazione sportiva colleferrina sarà in grado di rispondere, perché nessuna associazione lo fa a scopo di lucro, ma solamente per dare una mano al sociale e contribuire affinché i ragazzi della città, che pure ha dato tanti campioni allo sport nazionale, non finiscano in mezzo alla strada per fare altre cose disdicevoli.

Dicevamo quindi che il PD è favorevole alla seconda soluzione in favore del sociale e ci mancherebbe che fosse diversamente. Ma quando si andrà in Consiglio Comunale, cosa farà? Approverà il regolamento con la maggioranza, o si allineerà con la minoranza e di fatto "sfiducerà" il Sindaco Sanna, oppure voterà il regolamento come suggerito dagli esperti del partito?

Ecco che quindi la sibillina frase lanciata da Sanna sul suo profilo facebook dopo l'assemblea trova i "colpevoli" negli esponenti PD locale che sarebbe andati troppo in avanti e che dovranno, per forza di cose, tornare indietro in seno al Consiglio Comunale.

Sanna non può essere il direttore d’orchestra che dirige gli orchestrali con due spartiti diversi. Si deve essere univoci, altrimenti si corre il rischio che il partito del PD torni indietro lasciando Sanna allo sbaraglio.

Intanto, in questi ultimi giorni è uscito un manifesto listato a lutto del Rugby Colleferro molto eloquente: 52 ANNI DI GLORIOSA STORIA SPORTIVA / 8 Test Match Ospitati/26 incontri internazionali Disputati/13 giocatori forniti alle nazionali/ 48 campionati Nazionali svolti/ 1 Stella di Bronzo C.O.N.I. al merito sportivo …. E soprattutto un grandissimo legame con la realtà sociali di Colleferro. E poi accuse all’amministrazione che non vuole discutere del problema annunciano che vogliono trasferite ad altro comune l’attività sportiva poi con un furbetto “grazie Sindaco” salutano la città di Colleferro.

Un duro colpo all'amato sport che alla città di Colleferro ha dato molto. Ci siamo fatti raccontare questo difficile momento da una dei fondatori storici del Rugby Colleferro Pier Luigi Maciocia (l'intervista completa in alto) che invita il Presidente De Vito e ritirare le dimissioni ed "combattere" con l'amministrazione Sanna per il bene del Rugby.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento