Colleferro, in città si canta Bella Ciao. Pierluigi Sanna in trionfo. Le immagini ed il video del nuovo sindaco

Chi di spada ferisce di spada perisce. Dice così un vecchio ma sempre attuale adagio. E’ quello che è toccato a Silvano Moffa, lui che 23 anni fa aveva vinto al ballottaggio con oltre il 70 percento, questa volta, invece, è stato sconfitto...

 

Chi di spada ferisce di spada perisce. Dice così un vecchio ma sempre attuale adagio. E’ quello che è toccato a Silvano Moffa, lui che 23 anni fa aveva vinto al ballottaggio con oltre il 70 percento, questa volta, invece, è stato sconfitto nettamente dal giovanissimo Pierluigi Sanna, 27 anni, che è riuscito a fare un vero e proprio capolavoro. Infatti dopo una campagna elettorale insieme ai suoi giovani che gli hanno portato il maggior numero di voti il neo eletto sindaco è stato raggiunto nei momenti del trionfo a Colleferro dal Presidente del Consiglio Regionale Daniele Leodori, il Sen. Astorre, l’On. Carella e tanti sindaci dei paesi vicini, amici e compagni di Pierluigi di molte battaglie passate come il sindaco di Paliano, quello di Lariano, Carpineto Romano e Valmontone.

I numeri emersi dallo scrutino, durato un paio di ore, sono sconfortanti per lo sconfitto. Su 11242 votanti pari al 61,5 del votanti (oltre 10 punti in meno rispetto al primo turno) Sanna ha preso 7671 voti pari al 69,70 oltre 2300 voti rispetto al primo turno e Moffa si è fermato a 3349 pari al 30% oltre 600 voti in meno rispetto al primo turno. Numeri che fanno capire quanto la voglia di cambiamento abbia prevalso su tutti i ragionamenti ed i partiti politici. Colleferro ha voluto cambiare pagina ed ha scelto di farsi guidare da un ragazzo di 27 anni che sta in politica da molto tempo, ex consigliere di minoranza, che ha lavorato sul territorio ed in mezzo alla gente sin dai tempi delle battaglie studentesche.

Lo sconfitto Silvano Moffa si è presentato nel comitato elettorale del neo sindaco mentre Sanna stava tenendo la conferenza stampa per spiegare la sua vittoria e dandogli la mano gli ha fatto gli auguri di buon lavoro.

Poi con il canto “Bella Ciao” è stato salutato il nuovo sindaco che si è affacciato in piazza Aldo Moro mentre tra il tripudio generale sventolavano le bandiere e le magliette rosse e più di qualcuna con falce e martello.

“Noi abbiamo piantato una spiga ed è arrivato il momento della raccolta. Stasera insieme raccogliamo un frutto importante, un frutto ricco, ma anche un frutto che significa responsabilità ed imponente costruzione di un domani, un domani serio e all’altezza. Dimostreremo di essere all’altezza di questo compito solo se in ogni momento, in questa città ci sarà la collaborazione ed il sostegno di ognuno di Voi. Perché tutti siamo parte- giù un caterva di applausi- di questo grande cambiamento. Ringrazio con forza tutto coloro che hanno creduto dal primo momento per realizzare questo sogno che si è realizzato. Innanzitutto Colleferro, prima di Tutto Colleferro”.

Sul marciapiede opposto a pochissimi metri di distanza c’era la sede elettorale di Silvano Moffa dove gli umori, per ovvi motivi, erano completamente diversi.

Qui Silvano ci ha accolto con il sorriso sulle labbra e ci ha spiegato a caldo i motivi di questa sonante sconfitta. “Ne stiamo prendendo atto e nella vita ci sono gli alti e bassi me c’è anche il cambiamento. Però, ognuno deve svolgere il proprio ruolo. E’ evidente che la Città ha deciso di cambiare. Faccio gli auguri a Sanna. Mi auguro che Colleferro, comunque, cresca positivamente. Prendo atto, perché quando c’è un responso così netto. Noi abbiamo fatto la nostra battaglia. Credo dignitosa e capace di mettere in campo nuove energie che, però, andranno all’opposizione e mi auguro che ci sia un’opposizione limpida e costruttiva, come è giusto che sia”.

A Moffa abbiamo chiesto se lui siederà in consiglio? “penso sia prematuro fare questa domanda. Io sono sceso in campo per tornare a fare il sindaco. Se fossi legislatore porrei una norma: chi entra in campo per fare il sindaco e perde lasci il campo ad altri consiglieri. Comunque questa volta mi sembra di capire che c’è un forte rinnovamento nel Consiglio Comunale, credo abbastanza consistente. Credo che il vero rinnovamento lo abbiamo fatto più noi che chi si appresta a governare. Il tempo è galantuomo e vedrete che sarà proprio cosi”

Ecco come sarà composto il nuovo consiglio che si insedierà nei prossimi giorni:

10 Consiglieri Comunali di maggioranza

4 alla lista “Ripartiamo per Colleferro con Sanna”, 3 al “Partito Democratico”, 2 alla Lista “Insieme per i cittadini per Sanna”, 1 alla Lista “Il Castello”.

I 6 di minoranza spetterebbero: 4 alle liste della coalizione di Moffa (Moffa incluso) e 2 alla coalizione di Girolami (Girolami incluso).

Nel caso specifico quindi avremmo: Ripartiamo per Colleferro con Sanna (4): Giulio Calamita (401 voti), Rosaria Dibiase (326), Francesco Guadagno (324), Luigi Moratti (217);

Partito Democratico (3): Diana Stanzani (324), Vincenzo Stendardo (260), Lorenzo Gangemi (127);

Insieme per i cittadini per Sanna (2): Sara Zangrilli (214), Andrea Santucci (184);

Il Castello (1): Marco Gabrielli (165).

• MINORANZA (6).

Silvano Moffa, Emanuele Girolami.

Forza Italia (2): Mario Cacciotti (554), Chiara Pizzuti (200);

Alleanza Popolare (1): Riccardo Nappo (124);

Italia dei Valori (1): Maurizio Del Brusco (216).

Servizio di Giancarlo e Daniele Flavi, foto di Alessandra Lupi e Danilo Costantini e video di Piero Capozzi

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento