Colleferro, la denuncia della Cisl Fp; grave carenze di personale all'ospedale

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Santità è in affanno. La scure della spending review, il blocco del turn over e la cronica carenza di personale infermieristico e ausiliario, pone il nostro Ospedale in una situazione di continua emergenza ; ore di attesa...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Santità è in affanno. La scure della spending review, il blocco del turn over e la cronica carenza di personale infermieristico e ausiliario, pone il nostro Ospedale in una situazione di continua emergenza ; ore di attesa nel Pronto Soccorso dove sovente si presentano ricoveri impropri, che intasano un servizio già di per sé allo stremo, e ancora più spesso, si assiste a ricoveri in barella,per carenza di posti letto nelle unità operative. Sempre piu’frequentemente il Personale Sanitario, si trova ad offrire assistenza con enormi deficit strutturali ed organizzativi poiche’ intasati i percorsi, ridotto il numero di personale , scarsi i presidi mentre, sono noti e prevedibili i picchi di affluenza legati al periodo stagionale,oltre che alla recente psicosi meningite. Le responsabilita’ vanno oltre il dovuto e tutto cio’ non fa che avere pesanti ricadute sull’assistenza fornita agli utenti con grave rischio di eventi avversi. Precisiamo che i ricoveri in barella sono estremamente pericolosi, per utenti e operatori, poiché oltre a violare e ledere totalmente la privacy degli utenti, questi ultimi vengono esposti a rischi importanti per la propria incolumità; gli operatori esposti a rischi penali e civili, e in particolare modo gli infermieri che lavorando su pazienti in barella, spesso gravi, ravvedono un totale disinteresse delle istituzioni preposte per la propria professionalità e per gli obblighi deontologici che essi possiedono. Infatti, a seguito delle numerose richieste di aiuto ricevute dai colleghi, la Cisl Fp , intende intervenire continuando a denunciare come fa da sempre la grave situazione, sensibilizzando i cittadini ,la dirigenza e le istituzioni. Condizioni critiche, che da troppo tempo pesano sulle spalle dei lavoratori, L’intero personale sanitario, è costretto a lavorare di corsa e sotto pressione, aumentando vertiginosamente il margine d’errore. L’attuale dotazione organica, i pensionamenti di personale in corso non sostituito, rendono quindi difficoltoso garantire una assistenza continuativa nei reparti dell’Ospedale. Attualmente le emergenze, ricorrono in numerose unità operative; nell’Area Medica si è aggravato ulteriormente il disagio e il senso di frustrazione vissuto dal poco personale presente, considerata la totale assenza delle figure di supporto .Ancora, la Dirigenza, ma anche i cittadini, devono essere al corrente che con estrema difficoltà si riescono a garantire i LEA (Livelli Essenziali Assistenza). Il personale è stanco, non si riesce a garantire i riposi, le ferie, le malattie e tutte le tutele del lavoratore nei confronti della famiglia e a salvaguardia della vita privata. Chiediamo alla politica Regionale, alla Dirigenza Aziendale e alle Istituzioni, risposte concrete al fine di erogare al meglio i servizi all’utenza. E' tempo, rivendica la Cisl che,ognuno per il proprio ambito di competenza, faccia la sua parte. E’ tempo che le porte dei palazzi si aprano alle reali esigenze di salute dei cittadini e al benessere organizzativo degli operatori della sanità. DELEGATI CISL FP-COLLEFERRO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Cocaina, crack e oltre 113mila euro nascosti nel muro: arrestati madre, padre e figlio

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento