Lunedì, 18 Ottobre 2021
Roma

Colleferro, Mario Cacciotti è stato riconfermato nel consiglio delle autonomie locali

Per la seconda volta consecutiva il sindaco Mario Cacciotti è stato eletto membro del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL). Il Sindaco, che concorreva nella lista di centro-dentra “Il Popolo della Libertà”,

Per la seconda volta consecutiva il sindaco Mario Cacciotti è stato eletto membro del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL). Il Sindaco, che concorreva nella lista di centro-dentra "Il Popolo della Libertà", in rappresentanza dei Comuni non capoluogo con popolazione superiore a 15.000 residenti, è stato eletto con 114 voti, a seguito delle consultazioni svoltesi nei giorni 16 e 17 dicembre nei vari comuni laziali, tra cui a Colleferro lunedì 16 dicembre nel corso della seduta comunale indetta per quel giorno. Nel Consiglio delle Autonomie Locali, considerata un pò la "seconda Camera" della Regione Lazio, siedono, oltre al Sindaco di Roma e ai cinque presidenti delle province laziali, i sindaci e gli amministratori dei comuni regolarmente eletti. Il principale obiettivo del CAL, organismo previsto dallo Statuto della Regione Lazio, è quello di accorciare le distanze tra i diversi livelli di governo locale, per meglio interpretare le esigenze e le potenzialità dei territori. Il Consiglio, dunque, ha lo scopo di garantire l'effettiva partecipazione degli enti locali all'attività della Regione. "Metto volentieri ancora a disposizione la mia esperienza e la conoscenza di questo territorio - dice il sindaco Cacciotti a proposito dell'incarico appena ricevuto - e mi impegnerò a fondo per portare avanti presso l'ente regionale, e quindi cercare di risolvere, le problematiche di Colleferro e di tutta la zona. Il nostro territorio ha bisogno, infatti, dell'impegno serio e costante da parte di tutte le realtà pubbliche e politiche coinvolte, affinché possa essere risollevata un'area che ha visto, negli ultimi anni soprattutto, un depauperamento industriale inaccettabile. Tutto ciò nonostante possiamo contare su grandi professionalità e competenze. Tuttavia le criticità possono essere risolte se affrontate nel modo giusto". Dei 40 componenti il Consiglio del CAL la metà sono di diritto e metà elettivi. I primi sono: il Sindaco di Roma, i sindaci degli altri comuni capoluogo di provincia, i presidenti delle province e un consigliere provinciale per ciascuna provincia, nonché i presidenti regionali di A.N.C.I., U.P.I., U.N.C.E.M., Lega delle Autonomie ed A.I.C.C.R.E. Sono, invece, membri elettivi, oltre ai rappresentanti delle comunità montane, diciassette rappresentanti dei comuni che non sono capoluogo di provincia. Tra questi ultimi, cinque sono eletti tra i comuni con popolazione superiore a 15000 abitanti, cinque tra quelli dei comuni con popolazione compresa tra 5000 e 15000 abitanti e i rimanenti sette tra i sindaci dei comuni con popolazione inferiore a 5000 abitanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, Mario Cacciotti è stato riconfermato nel consiglio delle autonomie locali

FrosinoneToday è in caricamento