Colleferro, Mercato domenicale di Natura in Campo un altro flop dopo quelli di Paliano

E' stata un flop l’apertura del mercato domenicale a Colleferro sia a livello di espositori che di clienti. Dove c’è Natura in campo si creano i vuoti e dopo Paliano (con i privati e la famiglia Nicoli che ha messo a disposizione i loro spazi)...

E' stata un flop l’apertura del mercato domenicale a Colleferro sia a livello di espositori che di clienti. Dove c’è Natura in campo si creano i vuoti e dopo Paliano (con i privati e la famiglia Nicoli che ha messo a disposizione i loro spazi) questa volta a prendere la "sola" è stato il comune di Colleferro.

Sembrava nata con un buon auspicio questa idea di esportare nella vicina Colleferro, con Sindaco Pierluigi Sanna ed assessore Giulio Calamita presenti al "taglio del nastro" ieri mattina, ma la realtà, purtroppo documentata dalle nostre foto qui in basso, ci dice che, ancora una volta, questi mercati non riescono ad attirare la gente.

Ma da dove arriva Natura in Campo? l’associazione voluta dalla Regione Lazio con la maggioranza dei produttori di Paliano con il marchio che è stato dato alle macellerie, alle pizzerie e chi più ha più ne metta. Dopo un periodo di stallo alla Selva, dove l’iniziativa nonostante la buona volontà di alcuni partecipanti fissi, non è mai decollata, ma neanche l'omonima associazione ha mai preso piede, il perché è presto detto. Non si ha il senso di stare insieme per essere più forti, tutti vogliono andare per conto loro, ma chi ci rimette è stata la stessa associazione che invece di aiutare l’agricoltura locale biologica, sembra la stia affossando, forse perché affidata a persone che hanno tanta boria e poco costrutto. Sta di fatto che anche alla prima giornata a Colleferro c'è stato un flop.

Di frutta e verdura fresca neanche a parlarne, c’èrano un pò di patate, poi tutti prodotti confezionati e dolci, sui quali nulla questio. Ma sul fatto di come sia organizzato e pubblicizzato male il tutto ci sarebbe da scriverci un libro. Ovviamente, la nostra è una valutazione a caldo ma vorremmo che, invece, l’esperimento riuscisse nell’interesse degli stessi produttori.

Inoltre, ci chiediamo? si può andare con il marchio regionale di Natura in Campo acquisito a Paliano, provincia di Frosinone, a vendere a Colleferro provincia di Roma? E’ questa una domanda che giriamo a chi di competenza, visto che le aziende di Natura in Campo di Paliano sarebbe state "accompagnate" anche da un impiegato regionale. Quindi tutto bene?

L’iniziativa di per se ci sembra ottima ma se si ripetono gli errori del passato, che si fanno iniziative senza pubblicizzazione a tutti i livelli, allora è inutile farle, altrimenti ci vogliono anni prima che tutto riesca ad avere un ritorno decoroso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giancarlo Flavi (foto Katia Piacentini)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento