Martedì, 19 Ottobre 2021
Roma

Colleferro, Pezzopane (Fare Ambiente); ci vuole la giusta mentalità per rendere vincente il binomio lavoro-ambiente

Ciao Antonio, grazie della disponibilità. Apprendo dal vostro sito ufficiale che sei il nuovo coordinatore regionale dei giovani di FareAmbiente. Puoi raccontarci di cosa vi occupate? Grazie a voi per la disponibilità. FareAmbiente nasce...



Ciao Antonio, grazie della disponibilità. Apprendo dal vostro sito ufficiale che sei il nuovo coordinatore regionale dei giovani di FareAmbiente. Puoi raccontarci di cosa vi occupate?


Grazie a voi per la disponibilità.
FareAmbiente nasce sotto la spinta propulsiva di un gruppo di attivisti riuniti attorno il Professor Vincenzo Pepe, le cui idee di un ambientalismo non conservativo ma "ragionevole" sono riuscite a far diventare la piattaforma la quarta associazione associazione ambientalista in Italia.
Attualmente l'associazione si compone di sezioni di guardie ecozoofile, una legata al pensiero ecologista di Papa Francesco -definita "Laudato sì", come l'enciclica- ed una in costruzione legata alla sicurezza alimentare ed all'attuazione dei principi della Carta di Milano firmata ad Expo.
La sezione giovanile è in una fase ricostituenda.
Il Professor Pepe ha dimostrato di voler rendere la presenza dei giovani non una risorsa per il futuro, ma per il presente.
Ringrazio della nomina e auguro i migliori auguri di buon lavoro all'amico Riccardo Pilat, mio collega nel Friuli Venezia Giulia, ed a tutti i nuovi coordinatori.


Qualche progetto da portare avanti nel futuro?

Nello scorso Ottobre, insieme a MUN Academy, associazione impegnata nella cultura internazionale, abbiamo fondato una constituency di giovani nel meccanismo della società civile del comitato per la sicurezza alimentare alla FAO.
Stiamo partecipando ai gruppi di lavoro del Civil Society Mechanism, soprattutto nei momenti di discussione sulla valutazione delle politiche nei casi nazionali.
Sicuramente continueremo il percorso all'interno delle assemblee internazionali, cercando di ampliare le conoscenze per portarle nei territori.
Con l'associazione nazionale, collaboreremo attivamente su ogni territorio dove saremo presenti.

Appunto, i territori. Tu sei di Colleferro. Come sposerai il tuo nuovo ruolo con il territorio?

La vocazione fortemente industriale sulla quale Colleferro è nata rende una giusta coscienza dell'ambiente irrinunciabile. Abbiamo bisogno della giusta mentalità per rendere vincente il binomio lavoro-ambiente, scansando atteggiamenti integralisti in favore di una visione ragionevole senza pregiudizi.





Alessandro Verrelli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, Pezzopane (Fare Ambiente); ci vuole la giusta mentalità per rendere vincente il binomio lavoro-ambiente

FrosinoneToday è in caricamento