menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colleferro, salvaguardare l’IPIA nel territorio

Prosegue l’impegno dell’Amministrazione comunale per la salvaguardia dell’Istituto professionale IPIA, una delle strutture più antiche della città, con una grande tradizione alle spalle, nella quale si sono formati migliaia di giovani di tutto il...

Prosegue l'impegno dell'Amministrazione comunale per la salvaguardia dell'Istituto professionale IPIA, una delle strutture più antiche della città, con una grande tradizione alle spalle, nella quale si sono formati migliaia di giovani di tutto il territorio.

Nei giorni scorsi il consigliere comunale Riccardo Trulli, che si occupa per conto del Sindaco Mario Cacciotti delle questioni legate alle Politiche della Scuola, è tornato a sentire il personale dell'Istituto professionale, rinnovando l'interessamento del Comune a sostenere le problematiche scolastiche. "Questo istituto - spiega il consigliere Trulli - svolge una importante funzione formativa ma anche sociale. C'è infatti una significativa presenza di ragazzi portatori di handicap che qui trovano un valido aiuto per la loro formazione ai fini di un futuro ingresso nel mondo del lavoro. Ad oggi sono una trentina i giovani con handicap che contano su questa struttura, e con loro le famiglie che sanno di poter arrivare a scuola con una certa facilità rispetto ad altre sedi, come Cave o Segni, per esempio, che sono oggettivamente più difficili da raggiungere".

La scuola colleferrina è diventata un punto di riferimento per i giovani non solo locali ma di un vasto territorio, che va dal frusinate fino alle porte di Roma. "Ricordo che in proposito - continua il consigliere Trulli - alla fine dello scorso anno l'intero consiglio comunale ha votato all'unanimità un ordine del giorno per la salvaguardia di questa scuola, in riferimento sia al mantenimento del servizio di segreteria che all'esigenza di una razionalizzazione dei costi che non penalizzi però gli studenti e le loro famiglie". "Vogliamo mantenere questa scuola sul nostro territorio - conclude il consigliere - e a chi si lamenta della vicinanza della scuola con la discarica comunale vorrei ricordare che è destinata ad andare ad esaurimento, lo sappiamo bene, e non è quindi un motivo valido per pensare di farla chiudere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento