Colleferro, una marea di gente per dire No agli inceneritori (il nostro reportage fotografico)

Una marea di gente ha sfilato lungo le strade cittadine di Colleferro per dire “Rifiutiamoli” e quindi per far chiudere gli inceneritori.

Una marea di gente ha sfilato lungo le strade cittadine di Colleferro per dire “Rifiutiamoli” e quindi per far chiudere gli inceneritori.

Secondo le voci ufficiali di polizia e carabinieri oltre 1.500 persone, con in testa, alcuni sindaci del comprensorio (Colleferro, Artena, Paliano, Olevano, Piglio, Gorga, Gavignano) dato corso a questa iniziativa partita dalle associazioni ambientaliste della Valle del Sacco e dai comitati cittadini e che con il passare dei giorni aveva avuto l'appoggio della maggioranza consiliare di Collefero e del Vescovo Apicella, oltre che del coordinamento del PD della Valle del Sacco.

E’ cambiata la politica, o meglio il PD torna indietro ai tempi di Partito di lotta e di governo. Oggi partito di governo perché nella stragrande maggioranza amministrata i comuni rappresentati da tutti i sindaci presenti (che vedete in foto), oggi diventati sindaci di lotta contro il governo regionale e nazionale sempre a guida centro sinistra.

Questi inceneritori chi li deve fermare? Infatti, anche con la nuova amministrazione, dopo un anno, non è cambiato nulla. Si parla di revamping degli inceneritori, sono tutti contrari ma le procedure vanno avanti.

Il lungo corteo, partito verso le 15 dal piazzale dello Scalo, è stato aperto dagli uomini della Polizia di Stato guidata e coordinata dal dirigente Paolo Gigli con i rinforzi da Roma, mentre la Polizia locale aveva bloccato il traffico e chiuso le strade per il passaggio della lunga fila di gente, mentre i carabinieri della Compagnia di Colleferro coordinati dal Capitano Meleleo controllavano che tutto si svolgesse senza problemi.

Il Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna, ad una nostra intervista video che vedrete in un altro articolo, ha ribadito che per la sua maggioranza è naturale essere contro gli inceneritori, però ha, forse dimenticato di dire che può chiudere questi inceneritori? Perché non si assume la responsabilità, si è domandato un cittadino che era li vicino a noi? La manifestazione si è poi chiusa in Largo San Francesco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giancarlo Flavi (Servizio e foto. Vietata la riproduzione senza previa autorizzazione)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento