Colleferro, Valmontone, Segni: Inaugurati gli sportelli GAP contro il gioco d'azzardo

Durante il pomeriggio di ieri nei comuni di Valmontone, Colleferro e Segni sono stati inaudìgurati i Sportelli GAP (Gioco d'Azzardo Patologico) per la prevenzione delle ludopatie legate al gioco d'azzardo patologico. Promosso dal distretto...

Durante il pomeriggio di ieri nei comuni di Valmontone, Colleferro e Segni sono stati inaudìgurati i Sportelli GAP (Gioco d'Azzardo Patologico) per la prevenzione delle ludopatie legate al gioco d'azzardo patologico. Promosso dal distretto Socio-Sanitario RMG 6, e finanziato con fondi regionali, il progetto è risultato concreto di un vasto disegno per la formazione di una rete di servizi dedicati al fenomeno emergente delle patologie legate al gioco, voluta dalla Regione Lazio a cui il Distretto, gli assessorati, gli operatori e le operatrici dei servizi sociali dei comuni a questo ultimo afferenti e la XVIII Comunità Montana ha aderito con entusiasmo e convinzione.

Si è iniziato da Valmontone dove, alle 15.30 in Via Porta Napoletana, Matteo Battisti sindaco di Carpineto Romano comune capofila del Distretto socio-sanitario RMG 6, insieme all'assessore ai servizi sociali Maria Grazia Angelucci e il vice sindaco con delega ai servizi sociali del comune di Labico Giovanni Scaccia.

Qui l'assessore Angelucci a specificato "il nuovo servizio aperto è operato ai singoli cittadini, alle famiglie o alle associazioni. Qui troveranno personale qualificato che offriranno loro accoglienza nel rispetto totale della privacy."

A seguire poi, intorno alle 16.30 a Colleferro, presso gli Uffici dei Servizi Sociali in Piazza Italia, Matteo Battisti insieme al sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna, all'assessore dei servizi sociali di Colleferro Diana Stanziani, l'assessore di Artena Lara Caschera, e alle molte assistenti sociali e operatrici del settore presenti è stato tagliato il nastro dell'inaugurazione dello sportello.

In questa occasione il sindaco Battisti, dopo aver portato il suo personale ringraziamento a tutte le operatrici socio-sanitarie per il lavoro svolto, ha espresso la sua personale soddisfazione riguardo un progetto che "ha coinvolto tutti i paesi interessanti secondo una speciale collaborazione quale chiaro e evidente segnale del legame profondo che unisce le nostre comunità secondo quel rapporto sinergico che solo può dare forza alle nostre iniziative. L'unione nei progetti, fra i comuni del Piano di Zona, serve per aiutare le fasce deboli e alcuni nostri concittadini meno fortunati, proprio nei momenti difficoltà e l'apertura dei sportelli GAP aiuta a non rimanere intrappolati nelle maglie di questa forma di dipendenza e ad aiutare quanti ne sono già ostaggio"

Anche il sindaco Sanna ha ringraziato il personale socio-sanitario ed ha aggiunto: " la piaga della dipendenza delle malattie legate al gioco di azzardo, è sempre più diffusa e colpisce in modo trasversale dall'operaio al professionista affermato. La paragono alla dipendenza dalle droghe che, molto spesso, sconvolge la vita a chi ne fa uso e travolge, allo stesso tempo, delle persone a loro vicine. Ritengo questa iniziativa un valore aggiunto e che conferma, ancora una volta, la validità della collaborazione tra Comuni". A margine della inaugurazione la dottoressa Giovanna Cappello, responsabile dello sportello di Colleferro. Finora -ci spiega- non si hanno i risultati cerci sulla diffusione locali di questa patologia relativa al gioco d'azzardo. L'apertura di questi sportelli, insieme alle altre attività, ci consentirà quindi anche di stabilire in termini numerici il grado di diffusione di questa malattia e di valutarne il suo reale impatto sul nostro Distretto". "Gli obiettivi che ci siamo preposti con gli sportelli GAP -aggiunge la dottoressa Cappello- sono quelli di sensibilizzare gli utenti ed il pubblico in generale dando un informazione chiara e di immediata utilità sulla natura della dipendenza da gioco; di orientare gli utenti verso il tipo di servizio territoriale coerentemente alle esigenze espresse, orientando gli stessi ai percorsi di valutazione e trattamento della patologia; di svolgere, infine, un percorso di animazione sociali nei centri di Aggregazione giovanili, Scuole, Centro anziani, Centro culturali, Organizzazioni di Volontariato e per la cittadinanza attiva, Organizzazioni Sindacali e cosi via per informare i nostri cittadini."

infine, verso le ore 18.30, in un aula consiliare affollata della XVIII Comunità Montana, è avvenuta la terza e ultima inaugurazione dello sportello GAP di Segni. Il sindaco di segni Maria Assunta Boccardelli insieme al sindaco di Carpineto Romano, hanno tagliato il nastro alla presenza dei componenti la giunta comunitaria, l'assessore ai servizi sociali Carabella Elisabetta, la delegata.

"Un servizio importante che viene incontro a quelle esigenze di sostegno dei nostri cittadini, in particolare quelli che vivono una situazione di svantaggio e di forte fragilità." Ha dichiarato il sindaco di Segni commentato l'iniziativa dei sportelli GAP.

Gli sportelli d'ascolto sono ad accesso gratuito e saranno aperti:

Colleferro: martedì dalle 8.00 alle 14.00 a Piazza Italia, 1 (c/o Servizi Sociali comunali)

Segni: martedì e il venerdì dalle 15.00 alle 18.00 in Via Petrarca , 4 (c/o uffici XVIII Comunità Montana Monte lepini-Area Romana) e

Valmontone: lunedì dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 18.00 in Via Porta Napoletana.

Inoltre è disponibile anche un numero verde regionale 800.001.133, attivo h24.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Ferentino, scontro tra due auto in via Casilina, muore bimba di 7 anni

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento