menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferentino, i carabinieri di Morolo arrestano un magrebino per rapina

In Ferentino, i Carabinieri della Stazione di Morolo, impegnati in servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio e la persona, nel transitare davanti il parcheggio antistante quella...

In Ferentino, i Carabinieri della Stazione di Morolo, impegnati in servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio e la persona, nel transitare davanti il parcheggio antistante quella Stazione ferroviaria, udivano le urla di un anziano signore 77enne del posto che comunicava di aver subito una rapina pochi istanti prima del loro arrivo. In particolare l'anziano riferiva che il malvivente, dopo averlo immobilizzato e spruzzato negli occhi uno spray urticante, gli avrebbe asportato il portafoglio. Dalla descrizione fornita dalla vittima i militari operanti riuscivano a rintracciare e bloccare, dopo breve inseguimento, un giovane magrebino senza fissa dimora, già censito per reati contro il patrimonio e la persona, recuperando il portafogli del denunciante contenente la somma di 100,00 (cento) euro circa e documenti di identità. Il giovane, espletate le formalità di rito, veniva tratto in arresto per rapina, mentre il portafoglio con tutto il contenuto veniva restituito al legittimo proprietario;

SANT'ELIA FIUMERAPIDO, FA BENZINA E NON PAGA LO AVEVA PER VIZIO

In Sant'Elia Fiumerapido, i carabinieri della locale Stazione, deferivano in stato di libertà un 48enne di Gela (CL), poiché resosi responsabile di "insolvenza fraudolenta". Il predetto nella mattinata odierna dopo aver fatto rifornimento di gasolio per la somma di euro 20,00 all'autovettura da lui condotta presso una nota stazione di servizio situata su un'importante arteria del Cassinate, si allontanava velocemente dal posto adducendo la dimenticanza del portafoglio e riferendo al gestore che sarebbe tornato più tardi per pagare il conto sospeso. Di fatto si allontanava senza più fare ritorno. I militari operanti accertavano che il predetto nel corso del mese di ottobre 2015 si era reso responsabile di due analoghi episodi, sempre accaduti nel Cassinate, le cui vittime, risarcite dopo l'intervento dei Carabinieri del NORM della Compagnia di Cassino, decidevano di non sporgere querela. In quella circostanza l'uomo era stato proposto per l'irrogazione per il foglio di via obbligatorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento