Fiumicino, al GameRome il digitale è di casa con i ragazzi delle Mini Car

Centinaia di giovani coinvolti nel "GameRome" in corso di svolgimento nel Parco Leonardo di Fiumicino, dove i protagonisti in assoluto sono coloro che hanno inventato videogiochi con la partecipazione dei più grandi al mondo.

 

Centinaia di giovani coinvolti nel "GameRome" in corso di svolgimento nel Parco Leonardo di Fiumicino, dove i protagonisti in assoluto sono coloro che hanno inventato videogiochi con la partecipazione dei più grandi al mondo. Nella giornata di sabato l'evento clou è stato il raduno delle Minicar, ne sono arrivate un centinaio, che hanno fatto bella mostra e ognuna con la sua particolarità. Minicar che i ragazzi 14enni, hanno poi ridisegnato per loro conto, aggiustando un po’ di tutto: dal volante, ai sedili, allo stereo incorporato e alle piccole modifiche. Moltissimi le altre attività in questa quattro giorni di spettacoli ed incontri che hanno visto coinvolto tutto il Centro Commerciale, ma quello che più ha entusiasmato i giovani è stato l’incontro con i personaggi, ossia gli inventori dei videogiochi, provenienti da tutto il mondo Robert Krakoff, Marty D’Donnel, Tim Willits, Tomonobu Itagaki e Denis Dyack. A quest'ultimo abbiamo chiesto come nasce un gioco, da quale idea, come nascono le idee per creare un gioco che poi ha tanto successo nel mondo. "Noi ascoltiamo la gente poi facciamo una riunione su quello che abbiamo sentito ed elaboriamo un gioco, da qui nasce il nostro progetto che poi proponiamo al mondo”. Poi ancora altri italiani, ma in questo campo si contano sulle dita di una mano. tra i quali Carlo Ivo e Alimo Bianchi, facente parte della Strorm in A Teacup ,che invece, ci ha raccontato questo fantastico modo con parole semplici ma efficaci tanto da farci capire che è una normalità. Insomma, un mondo davvero da scoprire, che il Parco Leonardo ha "sposato" in pienio tanto da creare un digital campus. Abbiamo potuto ammirare il Red Carpet del Videogioco. Abbiamo visto i Cosplayer, gli appassionati che si calano nei panni dei loro personaggi preferiti ricreandone costumi e armature che hanno animato e stanno animando tutto il Parco. Insomma, c’è ancora la possibilità di avere questa bella immagine del futuro oggi, per coloro che non hanno potuto farlo nei giorni scorsi. Giancarlo Flavi (foto e servizio)

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento