menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frosinone, Amata lancia un appello ai senatori Scalia e Spilabotte

Il Vice Presidente della Provincia di Frosinone, Andrea Amata, ha partecipato alla assemblea dei Presidenti di Provincia che si è tenuta a Roma, nella sala del Tempio di Adriano, questa mattina.

Il Vice Presidente della Provincia di Frosinone, Andrea Amata, ha partecipato alla assemblea dei Presidenti di Provincia che si è tenuta a Roma, nella sala del Tempio di Adriano, questa mattina.

"Durante l'assemblea - sostiene Amata - si è fatto il punto sul Dl 78/15 che prevedrebbe misure economiche sufficienti a coprire i bilanci 2015. Mentre risulta del tutto inadeguato a garantire la spesa corrente dei servizi essenziali e le funzioni fondamentali per le annualità 2016 e 2017. Ciò alla luce delle deduzioni previste di 1 miliardo e 2 miliardi per le annualità 2016 e 2017. Se a ciò aggiungiamo anche la considerazione sul fallimento della legge Delrio, causata dalle inadempienze delle Regioni e dello Stato. Infatti solo sei regioni hanno approvato una legge di riordino delle funzioni non fondamentali delle Province e, di queste, nessuna ha previsto il passaggio del personale e dei relativi costi a partire dal primo gennaio 2015, come stabilito dalla Legge di Stabilità. Dunque, il riordino è del tutto fittizio restando le funzioni in capo alle Province, senza garantirne la totale corrispondente copertura finanziaria. Così come lo Stato avrebbe dovuto farsi carico, dal 1 gennaio 2015, dei costi dei Centri per l'Impiego che non sono più un servizio a carico delle Province. E ad oggi nessun intervento è stato adottato se non in modo inadeguato, come nel Dl 78/15 che prevede una copertura per 70 milioni, quanto la spesa complessiva del servizio è pari a 450 milioni. Inoltre a riprova ulteriore del completo fallimento della Delrio si consideri anche che nessuna Regione ha dato corso al comma 90 di quella legge dove è stabilita la soppressione da parte dello Stato e delle Regioni di agenzie o enti strumentali di ambito provinciale le cui funzioni devono essere attribuite alle Province. Alla luce di queste analisi - conclude Amata - faccio appello ai Sen. Francesco Scalia e Maria Spilabotte affinché in fase di conversione del decreto di che trattasi vengano apportate modifiche sostanziali, cosi come proposte durante l'assemblea dei Presidenti di Provincia:

- Deroga alle disposizioni vigenti per consentire l'approvazione del bilancio di previsione 2015 solo annuale.

- Slittamento del termine di approvazione dei bilanci al 30 settembre 2015

- Norme ad hoc per alleggerire le Province della spesa per il personale adibito a funzioni non fondamentali

- Norme per il personale impiegato nelle società partecipate o controllate

- Norme per l'utilizzo di avanzo libero e destinato già in fase di predisposizione dei bilanci

- Norme per l'utilizzo di parte corrente per almeno il 50% dei proventi da alienazioni patrimoniali

- Norme per contemplare la possibilità di non versare al fondo ammortamento dei titoli di stato il 10% dei proventi da alienazioni, per destinarlo all'estinzione dei mutui

- Norme per cancellare tutte le sanzioni finanziarie per gli enti inadempienti al patto 2014

- Norme ad hoc per enti in condizioni di dissento e un piano di riequilibrio pluriennale.

E' evidente che la riforma Delrio parte da presupposti economici errati, e che la politica debba ora intervenire per correggere i gravi disequilibri che possono avere il gravissimo effetto di strappare servizi essenziali per il cittadino, erogati da un'istituzione che ad oggi è di rango costituzionale. Pertanto è d'obbligo migliorare il Dl 78 per non negare i diritti dei cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento