Roma Anagni

Frosinone-Anagni, Scalia: sull’ accordo di programma interroga il ministro: “necessari interventi immediati”

Il Senatore del PD Francesco Scalia presenta un’interrogazione urgente al ministro dello Sviluppo economico per  accelerare la firma dell’Accordo di Programma sul SLL Frosinone- Anagni

Il Senatore del PD Francesco Scalia presenta un'interrogazione urgente al ministro dello Sviluppo economico per accelerare la firma dell'Accordo di Programma sul SLL Frosinone- Anagni ed avviare così tutti gli interventi necessari al rilancio economico ed occupazionale dell'area chiedendo inoltre il ripristino delle somme revocate a dicembre scorso a seguito del fallimento dell'ex VDC.

In tempi rapidi e senza indugi la data per la sottoscrizione dell'Accordo di programma per il rilancio economico ed occupazionale dell'area Frosinone-Anagni. Questa la richiesta che il Senatore Francesco Scalia rivolge attraverso un'interrogazione urgente al Ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato.

"Ad oggi - dichiara Scalia - non abbiamo, nonostante gli impegni presi, ancora notizie certe sulla firma dell'accordo di programma che lo ricordo è un passo fondamentale per il processo di riconversione produttiva del nostro territorio, colpito da una pesante crisi che si è aggravata con il fallimento della ex VDC".

"Mentre la Regione Lazio ha proposto di concorrere alla realizzazione del programma di riconversione industriale impegnando oltre 50 milioni di euro, il MiSE - spiega Scalia - ha fatto sapere di avere a disposizione delle Regioni del Centro - Nord, una dotazione complessiva di 150 milioni di euro sui Contratti di Sviluppo e che potrebbe, quindi, impegnarsi, per la realizzazione dell'Accordo di Programma sul SLL di Frosinone-Anagni, per una somma non superiore a 20 milioni di euro; tale importo appare però inadeguato per due motivi principali: il primo è che le imprese locali e nazionali hanno manifestato l'interesse ad investire nell'area circa 500 milioni, a fronte di adeguata contribuzione; secondo il MiSE ha revocato circa sei mesi fa un contributo di circa 35 milioni destinati alla ex VDC".

"Con l'interrogazione - conclude Scalia - chiedo di sapere con certezza, anche alla luce dell'approvazione del mio ordine del giorno che impegna il Governo a riconoscere l'area industriale di Frosinone quale area in situazione di crisi industriale complessa, quali provvedimenti il Ministro intende assumere per consentire l'immediata sottoscrizione dell'Accordo di Programma, e se concorrerà alla realizzazione dello stesso impegnando una cifra almeno pari a quella revocata lo scorso dicembre 2012".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone-Anagni, Scalia: sull’ accordo di programma interroga il ministro: “necessari interventi immediati”

FrosinoneToday è in caricamento