Roma

Frosinone, approvati progetti per 1.800.000 euro per le scuole. Contributi per 150.000 Euro

 La Giunta Ottaviani, nella seduta odierna (martedì 19 novembre 2013), ha approvato una delibera con cui chiede alla Regione Lazio l’erogazione di contributi per la messa in sicurezza,

La Giunta Ottaviani, nella seduta odierna (martedì 19 novembre 2013), ha approvato una delibera con cui chiede alla Regione Lazio l'erogazione di contributi per la messa in sicurezza, per la ristrutturazione e per la manutenzione straordinaria di due scuole della città: la scuola media "Pietrobono" e la scuola primaria "Maiuri".

La Regione Lazio, infatti, nelle scorse settimane, ha pubblicato sul Burl l'"Invito a presentare proposte ai fini della elaborazione del Programma straordinario per il recupero e la messa in sicurezza degli edifici scolastici". Il bando prevede la possibilità per i Comuni di presentare fino a un massimo di sei domande, per un finanziamento totale di 1.800.000 euro, per interventi concernenti il recupero, la ristrutturazione, la riqualificazione, la messa a norma e la messa in sicurezza di edifici scolastici di ogni ordine e grado ovvero, prioritariamente, la riduzione negli stessi del rischio sismico.

Alla luce di ciò, l'amministrazione comunale di Frosinone ha deciso di presentare domanda di finanziamento per la ristrutturazione della palestra della scuola elementare Maiuri, rimasta gravemente danneggiata dopo la straordinaria nevicata del febbraio 2012, e per la messa a norma della scuola media Pietrobono sotto il profilo dell'antincendio e delle vie di esodo.

Più precisamente, per la Maiuri si tratta di un intervento di recupero, ristrutturazione, riqualificazione, messa a norma e messa in sicurezza della palestra, a completamento dell'intervento già realizzato ed in corso di ultimazione, che costituisce lo stralcio funzionale di un più ampio progetto. Per la Pietrobono si tratta di una messa a norma per quanto attiene al profilo dell'antincendio e delle vie di esodo e della riduzione del rischio sismico.

La richiesta di finanziamento per la Pietrobono è di 815.000 euro, mentre per la Maiuri è di 1.003.330,25 euro.

Il Comune di Frosinone cofinanzierà gli interventi nella misura di 35.000 euro per la Pietrobono (4,29% del totale) e di 33.330 euro per la Maiuri (pari al 3,32% del totale)

"La qualità dell'edilizia scolastico - ha detto il Sindaco Nicola Ottaviani - è una priorità della nostra amministrazione. Stiamo tentando di veicolare sul capoluogo le nuove opportunità finanziarie che provengono dagli enti sovraordinati. Le risorse stanziate nel bando dalla Regione Lazio non ignoreranno certamente le esigenze delle scuole del capoluogo, su cui insistono anche una serie di famiglie non residenti a Frosinone e, quindi, meritevoli di un'attenzione superiore, oltreché di un proporzionato impegno economico".

ASILI NIDO, 150.000 EURO DI CONTRIBUTI PER LE FAMIGLIE E LE DONNE LAVORATRICI

L'amministrazione comunale di Frosinone, su impulso della Giunta Ottaviani, nell'ambito del Por-Fesr Lazio 2007-2013, ha proceduto alla pubblicazione dell'avviso relativo alla concessione di voucher per l'acquisto di servizi nido per bambini da 0 mesi a 3 anni.

L'obiettivo prioritario dell'intervento è quello di mettere a disposizione delle famiglie un aiuto economico, erogato attraverso un voucher di servizio, finalizzato a favorire il loro accesso a servizi di cura e assistenza dei propri figli di età compresa tra zero e tre anni al fine di migliorare la qualità della loro vita, facilitando la conciliazione dei tempi tra vita familiare e vita lavorativa e di consentire una maggiore partecipazione al mercato del lavoro delle donne.

Gli obiettivi dell'intervento che si intendono perseguire con l'attivazione dei voucher sono i seguenti:

- assicurare un'effettiva conciliazione tra esigenze di cura familiari ed esigenze di lavoro;

- sostenere le donne interessate all'inserimento e/o reinserimento nel mondo del lavoro;

- miglioramento della posizione della componente familiare nel mondo del lavoro;

- permettere e assicurare, a una quota sempre maggiore di donne, l'entrata e la stabilità nel mondo del lavoro.

Sono destinatarie dell'intervento le donne residenti nel Comune di Frosinone con figli a carico (compresi i minori adottati o affidati conviventi) di età compresa tra zero mesi e tre anni che, alla data di presentazione della domanda di concessione del voucher, posseggano i seguenti requisiti:

a) residenti nel territorio comunale di Frosinone;

b) occupate con contratto di lavoro subordinato o lavoratori autonomi, anche con contratto di lavoro "atipico", ovvero disoccupate/inoccupate con un patto di servizio sottoscritto presso un Centro per l'Impiego del Lazio ed inseriti in percorsi di politica attiva o altra attività di formazione, inclusi tirocini, borse lavoro, e quant'altro;

c) abbiano un reddito ISEE (2012) certificato da un Centro di Assistenza Fiscale non superiore ad ? 23.000,00;

d) con minore iscritto, oppure da iscrivere in un nido pubblico o privato (struttura regolarmente autorizzata all'esercizio dell'attività). La domanda può essere presentata anche dal genitore che non ha ancora iscritto il minore ad un nido e che si impegna a farlo entro 15 giorni dalla data di ammissione a finanziamento.

e) nel caso di cittadini stranieri, essere in regola con il permesso di soggiorno.

Sono altresì ammesse le domande presentate dal padre del minore di età compresa tra tre mesi e tre anni non iscritto presso una struttura comunale che risulti:

? vedovo, separato o divorziato;

? con figlio a suo carico;

? in possesso dei suindicati requisiti a), b), c), d) e e).

L'avviso è finanziato con risorse del POR FESR Lazio 2007-2013 attraverso il ricorso al principio di flessibilità di cui all'art. 34, comma 2 del Regolamento (CE) 1083/2006 e s.m.i.

Le risorse disponibili ammontano complessivamente ad ? 150.000,00.

Il Comune di Frosinone si riserva la possibilità di procedere ad un aumento delle risorse attraverso economie di gestione nell'ambito del progetto P.L.U.S. "Frosinone Porta della Città" al fine di procedere allo scorrimento della graduatoria ed al finanziamento di ulteriori richieste ammissibili al finanziamento.

Il voucher copre l'80% della spesa per la retta mensile, incluse eventuali spese per mensa e riscaldamento, degli asilo nido pubblici e/o privati, entro un importo massimo di ? 2.500,00.

Il nido, per le cui spese si richiede il contributo ,può essere ubicato nel territorio del Comune di Frosinone o nell'ambito del comune di lavoro/formazione del richiedente.

Il voucher contribuisce all'accesso dei servizi di cui al punto precedente per una durata complessiva di 7 mesi a partire dal 01/01/2014 e fino al 31/07/2014 o altro termine di chiusura dell'Anno Educativo dell'Asilo Nido.

La domanda, prodotta secondo il modello allegato (All. 1) dovrà essere compilata in tutte le sue parti e firmata dal richiedente, allegando la seguente documentazione:

1. Copia del documento d'identità del genitore richiedente in corso di validità;

2. Attestazione ISEE in del reddito 2011 rilasciata da Centro Assistenza Fiscale;

3. Certificazione anagrafica o Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà dello stato di famiglia e dello stato civile secondo il modello allegato (All. 2);

4. In caso di richiedente disoccupata/inoccupata, copia del patto di servizio sottoscritto presso il competente Centro per l'Impiego.

Le domande, complete della documentazione suddetta, devono pervenire a mano, o a mezzo raccomandata A/R presso l'Ufficio di Protocollo Generale di questo Ente - Piazza VI Dicembre - Frosinone, tassativamente entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 10 dicembre 2013.

Sulla busta dovrà essere specificato: "Domanda per la concessione di voucher per l'acquisto di servizi nido" e dovrà essere indirizzata a: Comune di Frosinone - Ufficio protocollo

Piazza VI Dicembre 03100 - Frosinone

"L'amministrazione comunale - ha detto il Sindaco Nicola Ottaviani - si dimostra ancora una volta vicina alle esigenze della famiglia ed in particolare delle donne, delle mamme lavoratrici che, troppo spesso, per assolvere all'imprescindibile compito di educatrici dei propri figli, vengono escluse o marginalizzate nei circuiti lavorativi. Il Comune di Frosinone, invece, con questo provvedimento cerca di tutelare le donne lavoratrici, sostenendole nell'inserimento e nel reinserimento nel mondo del lavoro e dando loro l'opportunità di contribuire economicamente al menage familiare in questo periodo di crisi economica generalizzata".

Tutti i dettagli sono disponibili sul sito istituzionale del Comune di Frosinone al link https://trasparenza.comune.frosinone.it/archivio11_bandi-di-gara_0_5322_789_1.html

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, approvati progetti per 1.800.000 euro per le scuole. Contributi per 150.000 Euro

FrosinoneToday è in caricamento