Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Roma

Frosinone, discarica di via Le Lame: soluzione di svolta. Via Vatiche Chiusa

Il Consiglio Comunale di Frosinone, nell’ultima seduta di lunedì 11 novembre 2013, su indicazione del Sindaco Nicola Ottaviani si è espresso in modo unanime a favore della valutazione di proposte per procedere alla bonifica dell’ex discarica di...

Il Consiglio Comunale di Frosinone, nell'ultima seduta di lunedì 11 novembre 2013, su indicazione del Sindaco Nicola Ottaviani si è espresso in modo unanime a favore della valutazione di proposte per procedere alla bonifica dell'ex discarica di via Le Lame,

ubicata nella zona industriale alle porte della città. Attualmente, infatti, il sito è gestito da una società che si occupa di asportare il percolato raccolto in particolari pozzi allo scopo dedicati. La proposta avanzata dal Sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, è, invece, quella della eliminazione dei rifiuti, che ammontano a circa 650.000 tonnellate e che costituiscono una minaccia reale per l'ecosistema insistente nella zona e per gli insediamenti umani.

In Italia, infatti, le vecchie discariche esaurite di rifiuti, come quella di via Le Lame, costituiscono una delle tipologie più diffuse di suoli potenzialmente contaminati. Un metodo di intervento di bonifica per sanare queste situazioni potrebbe consistere in una rimozione globale dei rifiuti stoccati ed un loro successivo trattamento, con modalità di selezione essenzialmente meccaniche al fine di avviarli a forme di smaltimento controllate e di recupero-valorizzazione. In questi modo si potrebbero centrare vari obiettivi: salvaguardare l'ambiente dove insiste la discarica potenzialmente compromesso da contaminazione dell'area; recuperare risorse finanziarie per mezzo della valorizzazione dei materiali recuperabili o riciclabili; recuperare energia dai rifiuti; mettere in sicurezza e riqualificare il sito per successive altre destinazioni d'uso; creare nuovi modelli economici con lo sviluppo di progetti lavorativi.

Sulla base di simili esperienze in altri contesti, si tenterà di coinvolgere, quindi, mediante apposito bando pubblico, soggetti privati che si assumeranno i costi totali e che godranno dei benefici dell'operazione.

CHIUSURA TOTALE AL TRANSITO IN VIA VETICHE PER LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA RETE FOGNANTE

Si comunica che per lavori di realizzazione delle rete fognante in località via Vetiche II° lotto, via Armando Fabi e Colle Maladei è stata predisposta la chiusura del transito veicolare e pedonale di via Vetiche all'intersezione con via Colle Maladei sino all'intersezione di via Valle Contessa, dalle ore 8.00 del giorno 11 novembre 2013 fino al termine dei lavori previsti alle ore 16.00 del giorno 16 novembre 2013.

Il provvedimento sul traffico in particolare si rende necessario poiché l'intervento in progetto prevede, l'attraversamento della strada e l'esecuzione di un pozzetto d'ispezione gettato in opera da realizzarsi in via Vetiche, in corrispondenza dell'intercettazione del collettore fognario esistente sulla strada in questione. Inoltre il provvedimento sul traffico si rende necessario anche per la ristrettezza della carreggiata e per la profondità dello scavo da realizzare, al fine di consentire ai mezzi d'opera ed alle manovalanze di poter lavorare in sicurezza durante tutte le fasi di lavoro.

BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE DELL'IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ

Si comunica che è stato pubblicato il bando di gara relativo all'affidamento in concessione del servizio di accertamento e riscossione dell'imposta comunale sulla pubblicità, diritti pubbliche affissioni, Cosap e attività di supporto Ici/ Imu aree edificabili e Tarsu/Tares per cinque anni con importo a base d'appalto di 3.500.000,00 euro. Le offerte dovranno pervenire entro il 18 dicembre 2013 e la gara verrà esperita il 20 dicembre 2013.

Si comunica inoltre che il bando integrale di gara è pubblicato sul sito istituzionale dell'Ente ed all'Albo Pretorio.

COMUNE E ACCADEMIA: NUOVI PROGETTI

Prosegue l'impegno dell'amministrazione Ottaviani per la valorizzazione della città: unitamente al rilancio del patrimonio storico-artistico e della promozione di attività culturali, sportive e ricreative, continua l'incessante lavoro per la valorizzazione delle eccellenze presenti nel territorio. E proprio in questa direzione prosegue il lavoro sinergico tra amministrazione comunale e Accademia di Belle arti che potrebbe portare all'istituzione del primo corso accademico di arte culinaria in Italia. "La collaborazione costante tra amministrazione comunale e Accademia di Belle arti - spiega il presidente della stessa Accademia Remo Costantini - è quanto di meglio si possa mettere in campo per il raggiungimento dell'interesse comune ed è proprio su questa strada che i due enti hanno indirizzato il loro cammino. In particolare l'istituzione di un corso di arte culinaria a Frosinone rappresenterebbe un motivo di vanto e di prestigio per tutti e potrebbe avere importanti ricadute per l'economia locale. Frosinone potrebbe così assumere il ruolo di un vero e proprio faro per il settore gastronomico a livello nazionale".

Con l'istituzione di un corso così prestigioso e innovativo e di grande attualità il capoluogo potrebbe diventare la meta preferita degli chef più famosi d'Italia, creando vere e proprie scuole di gourmet. "Infine voglio annunciare - conclude Costantini - che stiamo lavorando per riuscire a portare a Frosinone un corso, altrettanto importante, innovativo e suggestivo, come quello dell'arte sacra. E sempre nell'ottica della collaborazione con il comune di Frosinone ci tengo a sottolineare che, oltre a poter usufruire della struttura del Tiravanti dopo l'apposita riqualificazione, ci è stata offerta la possibilità di poter utilizzare per lo svolgimento dei nuovi corsi ulteriori spazi in altri luoghi della città".

"L'Accademia di Belle arti - spiega il sindaco Nicola Ottaviani - era rimasta per troppi anni relegata in una struttura vecchia e fatiscente, oggi con la nuova sede concessa dal Comune per trenta anni, è possibile programmare l'ampliamento dell'offerta formativa e l'ospitalità adeguata per centinaia di studenti provenienti da ogni parte del mondo, dagli Usa al Giappone. Tutto ciò appare una buona sintesi del binomio cultura ed economia cittadina".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, discarica di via Le Lame: soluzione di svolta. Via Vatiche Chiusa

FrosinoneToday è in caricamento