menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Mosaico

Il Mosaico

Frosinone e Ferentino attraverso Il Mosaico uniti contro le discriminazioni sulle donne

L'associazione "il Mosaico" di Ferentino e gli studenti dell'istituto "L. Angeloni" di  Frosinone uniti contro la violenza sulle donne e la discriminazione di genere nel progetto EducoSportivo Multidisciplinare Torneo Squadre Miste dal titolo...

L'associazione "il Mosaico" di Ferentino e gli studenti dell'istituto "L. Angeloni" di Frosinone uniti contro la violenza sulle donne e la discriminazione di genere nel progetto EducoSportivo Multidisciplinare Torneo Squadre Miste dal titolo "Diamo un Calcio al Femminicidio"

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il 17 dicembre 1999, ha designato il 25 novembre come Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, e l'associazione "il Mosaico", con il progetto EducoSportivo, si pone come obbbiettivo di avvicinare i ragazzi allo sport e al benessere psicofisico, stimolando la coesione sociale nel preservare i veri valori legati all'aspetto emotivo relazionale della manifestazione colletiva, sia nella sfera sociale che in quella agonistica.

Dopo le manifestazioni avvenute nelle giornate del 22 Novembre a Ceccano in occasione del Quadrangolare Sociale, il 23 Novembre presso il campo del Basket Ferentino, il 24 Novembre presso l'I.I.S. M.Filetico di Ferentino, il 25 Novembre presso l'I.T.I.S. Don Giuseppe Morosini di Ferentino e il 26 Novembre presso l'I.I.S S.Pertini di Alatri, l'associazione "il Mosaico" arriva a anche a Frosinone presso l'I.I.S. Luigi Angeloni, dove gli alunni delle classi I e II H del corso "Produzioni e Tecniche Sartoriali" dell'Istituto, hanno manifestato con un FlashMob, come protesta costruttiva contro la violenza sulle donne e hanno proseguito con una sflilata in cui hanno mostrato le loro creazioni sartoriali realizzate appositamente per l'evento.

Il Segretario dell'associazione "il Mosaico", Dott. Simone Angelisanti, ha dichiarato: "La nostra associazione è da sempre vicina ai giovani e alle loro problematiche, tentando di valorizzare il più possibile le attitudini del singolo.

Un sentito ringraziamento al Presidente dell'associazione "il Mosaico" che con impegno si prodiga nel generare momenti di grande riflessione e condivisione su tematiche importanti". Anche gli alunni, alla fine della manifestazione, hanno espresso il loro parere sulla tematica, Beatrice Coladarci ha dichiarato: "Abbiamo realizzato il flashmob e la sfilata per far capire soprattutto agli uomini che le donne sono persone e che non devono usare mai più nessun tipo di violenza nei loro confronti", anche Dalila Indorte ha commentato: " Abbiamo lavorato molto a questo progetto ma sono molto soddisfatta di quello che siamo riusciti a mostrare. Nei vestiti abbiamo deciso di usare soprattutto colori come il nero e il rosso come metafora rispettivamente della violenza e del sangue innocente delle donne che hanno subito abusi e violenze".

Anche la professoressa di progettazione di moda e costume, Ezia Fabri, ha commentato così il lavoro svolto dai suoi alunni: "Essendo una scuola di moda e di costume abbiamo il compito di rappresentare ciò che la società esprime e la scuola non può esimersi dal raccontare gli orrori e le violenze che subiscono le donne ed educare soprattutto i giovani ad esprimere la loro passione non in termini di possesso o violenza, ma in modo creativo, all'amore per il corpo e la mente". Continua la Fabrizi con un ringraziamento: "Grazie al nostro dirigente scolastico Cuccurullo, che permette di realizzare magnifici progetti come questo con assoluta libertà e supporto; un ringraziamento vaanche a tutti gli alunni che si sono approcciati a questo evento con grande entusiasmo e passione".

Durante tutta la mattinata è stata esposta la Comunicazione Sociale Propositiva, emblema della manifestazione, il "Rosso Come... Passione Amore Vita", presente in tutte le attività legate al progetto e condiviso sui campi da gioco professionali e dilettantistici oltre che in varie manifestazione di rilevanza ludica e culturale.

Chiara Ferrante

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento