menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frosinone, efficientamento energetico: canone troppo elevato. Nuovo bando

Il bando per l’aggiudicazione del concessionario della Pubblica Illuminazione sulle vie del Capoluogo, non ha riportato proposte di affidamento da parte delle Aziende del settore.

Il bando per l'aggiudicazione del concessionario della Pubblica Illuminazione sulle vie del Capoluogo, non ha riportato proposte di affidamento da parte delle Aziende del settore.

L'importo previsto a base di gara, di circa 850.000,00 euro l'anno quale corrispettivo per la gestione del servizio di pubblica illuminazione, attraverso opere di efficientamento energetico è stato giudicato troppo basso dai privati che hanno manifestato l'interesse alla gestione, in relazione agli oltre 5 milioni di euro di investimenti tecnologici da effettuarsi nei primi anni di validità del contratto.

Il settore manutenzioni, guidato dal Dirigente il Dott. Antonio Loreto, ha già iniziato le procedure per la rivalutazione del canone, per rendere l'offerta sostenibile da parte dei privati.

L'Assessore Fabio Tagliaferri ha dichiarato "il fatto che il canone sia stato considerato troppo basso da parte delle Aziende, rispetto agli investimenti richiesti dall'Amministrazione, smentisce quei Consiglieri Comunali di minoranza che avevano gridato alla svendita della pubblica illuminazione, ritenendo che fosse un buon affare per i privati ma non per il Comune. Stiamo lavorando per rivedere la quantificazione del canone e a breve passeremo alla nuova pubblicazione del bando".

IN CONSIGLIO APPRODA L'ACQUISIZIONE DI PIAZZALE KAMBO E DELL'AREA SCALO

Il Consiglio Comunale di Frosinone, nella seduta di giovedì 27, sarà chiamato all'approvazione dell'acquisizione di Piazzale Kambo e dell'area prospiciente la stazione ferroviaria, in favore del Comune di Frosinone.

L'Ente di Piazza VI Dicembre, in questo modo, conclude la prima fase relativa all'aggiudicazione del bando nazionale promosso dall'Agenzia del Demanio, grazie al quale saranno acquisite le aree indispensabili per la realizzazione della grande piazza della zona Scalo, con relativi servizi di parking e portici commerciali, riqualificando l'intero quartiere e sbloccando un'opera attesa dal dopoguerra.

Sempre, nel Consiglio Comunale del 27 novembre, l'Amministrazione di Frosinone procederà all'acquisizione di altri beni dello Stato, tra i quali spicca anche l'edificio adibito a Delegazione Comunale di Madonna della Neve, con la relativa piazza antistante.

"L'acquisizione da parte del Comune di Frosinone - ha dichiarato il Sindaco Nicola Ottaviani - di due importanti aree del territorio urbano costituisce il coronamento di una intensa attività di progettazione e di programmazione, iniziata due anni fa, che regalerà alla città di Frosinone due importanti piazze nella zona scalo e a Madonna della Neve, attivando una riqualificazione assolutamente indispensabile per l'intero Capoluogo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento