menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frosinone, game over operazione Grand Hotel: maxi sequestro di palazzi auto di lusso conti correnti e buoni postali per oltre due milioni di euro

Tutto è iniziato a luglio dello scorso anno quando la Polizia di Stato mise fine ad un vero e proprio business del mercato della droga arrestando malavitosi che conducevano una vita da Grand Hotel con redditi da indigenti.

Tutto è iniziato a luglio dello scorso anno quando la Polizia di Stato mise fine ad un vero e proprio business del mercato della droga arrestando malavitosi che conducevano una vita da Grand Hotel con redditi da indigenti.

Venti le misure restrittive eseguite allora dalla Polizia di Stato nei confronti di appartenenti perlopiù a famiglie Rom, cui si aggiunsero altre 11 eseguite nel corso dell'attività investigativa.Il lavoro degli investigatori è, però, proseguito ed ha scavato ancora più a fondo in quella che è apparsa da subito come una vera e propria holding all'interno della quale si muovono uomini e donne con capacità manageriali legati tra loro da rapporti personali e familiari che la rendono impenetrabile.

Infatti a fronte di redditi leciti bassissimi ed ai limiti dell'indigenza, tanto che qualcuno di loro percepisce addirittura la pensione sociale, appare uno stile di vita altissimo con ville, auto di lusso e conti a cinque zeri in banca e alla posta.

Gli uomini della Polizia di Stato hanno cercato i collegamenti, raccolto indizi e presentato prove tanto da indurre l'Autorità Giudiziaria ad emettere il decreto di sequestro che questa mattina è stato eseguito dalla squadra mobile di Frosinone. Due Ferrari, una Mercedes ed altre autovetture di grossa cilindrata, quattro palazzine nella zona di via Chiari a Roma, un fabbricato e vari terreni a Frascati, conti correnti e buoni postali il tutto per svariati milioni di euro sono stati tolti dalla loro disponibilità con il provvedimento di oggi.

Tale provvedimento, proposto dal dott. Cascini della DDA di Roma, che ha sposato in pieno l'impianto investigativo della Polizia di Stato, è stato emesso dal Tribunale di Roma-Ufficio misure di prevenzione personali e patrimoniali.

Con l'attività di questa mattina la Polizia di Stato ha inferto un duro colpo alla malavita organizzata incidendo direttamente sui loro patrimoni il cui indebolimento ne determina l'inevitabile riduzione del loro illecito potere.

SISTEMA INTEGRATO DI CONTROLLO DEL TERRITORIO: OBIETTIVO SICUREZZA LA POLIZIA DI STATO CONTRO REATI PREDATORI, SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE E SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI

Continuano senza sosta i servizi straordinari di prevenzione e controllo del territorio predisposti in sede di "Cabina di regia",riunione nella quale viene pianificata in modo puntuale l'attività di polizia, voluta dal Questore Santarelli per contrastare con pugno duro le varie forme di illegalità.

Il contrasto dei reati predatori, dello sfruttamento della prostituzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti ha riguardato in particolare la città di Fiuggi e la città di Sora.

Gli uomini del Commissariato di P.S. di Fiuggi e del Commissariato di P.S. di Sora, con l'ausilio di 4 pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Campania hanno passato al setaccio particolarmente le aree periferiche soggette a furti in abitazione e i luoghi solitamente meta dei giovani dediti all'uso di sostanze stupefacenti.

Nella sola giornata di ieri sono stati effettuati sul territorio provinciale dagli operatori di polizia, compreso quelli delle specialità, 32 posti di controllo, identificate oltre97persone e verificato la regolarità di quasi 45 veicoli, 7 le contravvenzioni al codice della strada elevate e 3 le patenti ritirate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento