Lunedì, 18 Ottobre 2021
Roma

Frosinone, la provincia al centro del design internazionale al fuorisalone Milano

Si è conclusa la kermesse milanese del Salone del Mobile dedicata al settore dell’arredo dell’abitare. Anche quest’anno il Fuorisalone

Si è conclusa la kermesse milanese del Salone del Mobile dedicata al settore dell'arredo dell'abitare. Anche quest'anno il Fuorisalone

si è rivelato il centro vitale degli appuntamenti con la creatività ma soprattutto il punto d'incontro di architetti, designer, artigiani appassionati di arredo; il luogo dove circolano le idee più innovative e originali.

Anche 9 aziende della provincia di Frosinone hanno vissuto da protagoniste la settimana dedicata al salone del mobile con l'installazione curata dalla Camera di Commercio e da Aspin all'interno della prestigiosa sala Madrid del NHow Milano, uno degli hotel più esclusivi e di tendenza della city business.

ADD Associazione Distretto del Design, AGA Design, Arken, Domozero, Gran Tour, Iacobucci Equipment and Services, Iacobucci HF, Lavorazioni Industriali e Simeone Vetri d'Arte sono le aziende che hanno rappresentato ed espresso il valore artistico e l'estro di un territorio, quello di Frosinone, dalle innumerevoli sfaccettature. Insieme hanno raccontato la loro passione in una esposizione esclusiva che ha dato modo di mostrare al grande pubblico come idee e creatività possano essere trasformate in valide proposte commerciali, avvicinando la praticità e la funzionalità di oggetti di uso quotidiano alla ricercatezza di un'estetica legata a nuovi orizzonti del lifestyle e dell'interior design.

Tra i numerosi eventi dedicati alla creatività, la sala Madrid del Nhow Hotel è stata palcoscenico del Talk, organizzato da Aspin, "Design, produzione e mercato?" al quale hanno preso parte importanti nomi del dell'industria della creatività italiana. Particolarmente apprezzata Federica Valsecchi titolare dell'omonima azienda leader nella produzione di complementi di arredo, che ha raccontato la propria esperienza nella creazione di oggetti che fanno storia dal 1918.

Grande rilevanza ha avuto anche la presenza del Presidente della Camera di Commercio di Frosinone Marcello Pigliacelli che nel suo intervento ha affermato: "L'industria dell'arredamento deve continuare a sforzarsi per anticipare bisogni futuri non limitandosi a soddisfare la domanda passiva del pubblico. Occorre presentare e promuovere una produzione con esatta destinazione e con precise funzioni ma che abbia qualità innovative ed emotive. Un innovazione non solo di forma, ma di sostanza. Inventare e produrre oggetti che non siano solo superficialmente nuovi: non oggetti che facciano moda perché la moda è conformismo e il conformismo in qualche modo appartiene già al passato".

Testimonianze importanti anche quelle di Odoardo Fioravanti, vincitore del prestigioso Compasso d'Oro 2011, di Cecilia Fabiani e Patrizia Coggiola, giornaliste e consulenti editoriali e di comunicazione per aziende del settore moda e design e di Vanni Pasca, Presidente dell'Associazione italiana degli storici del Design, Il "saper fare bene le cose" è ancora importante, ma non più sufficiente per mantenere una posizione di vantaggio sul mercato rispetto ad imprese multinazionali che con soluzioni organizzative e tecnologiche ad hoc hanno recuperato il gap di flessibilità che le penalizzava. E' necessario rimodellare strategie e competenze per rispondere adeguatamente al cambiamento dei processi di creazione del valore innescato da un consumo che chiede comunicazione, partecipazione e produzione di senso.

"Quest'anno, come del resto anche nelle passate edizioni - interviene il Presidente di Aspin Genesio Rocca - la partecipazione della provincia di Frosinone all'evento ha suscitato grande curiosità e apprezzamento. Numerosissimi visitatori da ogni parte del mondo hanno avuto la possibilità di scoprire una provincia che di anno in anno crea nuovi spunti e nuove interpretazioni dell'abitare contribuendo al design Made in Italy attraverso creazioni innovative ma allo stesso tempo funzionali, progettate per stupire nell'arredare. Quest'anno, inoltre, ha assunto un'enorme rilievo la collaborazione con Unioncamere Lazio, che ha raccolto in un'installazione dal titolo Lazio Factory Design le eccellenze della Regione. La collaborazione che quest'anno è stata impostata sul livello promozionale sarà sicuramente sviluppata nei prossimi anni con una partecipazione coordinata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, la provincia al centro del design internazionale al fuorisalone Milano

FrosinoneToday è in caricamento