Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Roma

Frosinone, la Sen. Maria Spilabotte presenta l’interrogazione al Ministro dei Beni Culturali in difesa delle antiche terme

La Senatrice Maria Spilabotte ha presentato questa mattina l'interrogazione rivolta al Ministro dei beni culturali Franceschini in merito all'area archeologica di Frosinone. L'interrogazione vede come secondo firmatario il Senatore Francesco...

La Senatrice Maria Spilabotte ha presentato questa mattina l'interrogazione rivolta al Ministro dei beni culturali Franceschini in merito all'area archeologica di Frosinone. L'interrogazione vede come secondo firmatario il Senatore Francesco Scalia.

Spiega Spilabotte: "Come avevo annunciato, ho mantenuto fede agli accordi presi con le associazioni che si stanno battendo per la tutela del nostro patrimonio archeologico ed ho presentato l'interrogazione in merito, chiedendo al Ministro se non ritenga opportuno intraprendere iniziative al fine di tutelare e salvaguardare un'area ove insistono ritrovamenti archeologici e storici di rilevante importanza, soprattutto alla luce degli ultimi scandali che hanno coinvolto la Sopraintendenza di Frosinone. Inoltre, abbiamo chiesto al Ministro se non ritenga opportuno adottare i provvedimenti necessari al fine di trasformare l'area sopra citata in un parco archeologico da integrare alla villa, includendovi a tal fine anche le Terme romane da ultimo rinvenute. Infine, la stessa interrogazione l'ho passata agli onorevoli Pilozzi e Frusone, in maniera che possa essere presentata anche alla Camera. Nel contempo cercheremo anche vie più brevi per interloquire con il Ministro, per accelerare i tempi di risposta delle interrogazioni e far si che il Ministro venga investito in tempi rapidi del problema".

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE IN VII^ COMMISSIONE

Al Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo

Premesso che:

il Comune di Frosinone ha rilasciato autorizzazioni a costruire edifici nella cosiddetta "Area De Matthaeis"; nella predetta area era già stata autorizzata la costruzione di un parcheggio, seppellendo conseguentemente le antiche terme site in tale area;

la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, con le note protocollari n. 568, 569, 574, 579, 581, 586 del 16 gennaio 2013 e, su specifica richiesta del Settore Pianificazione Territoriale, S.U.E. e Ambiente del Comune di Frosinone, registrata al protocollo con il n. 9163 dell'1 febbraio 2013, ha inviato all' Amministrazione Comunale di Frosinone, con nota prot. n. 2734 del 7 marzo 2013, la Relazione tecnica storico-archeologicacon il relativo stralcio catastale al fine di avviare il procedimento di dichiarazione di interesse culturale dell'intera "Area De Matthaeis".

la predetta Soprintendenza, quale organo periferico del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con l'avvio delprocedimento in oggetto propone di sottoporre a vincolo dichiarativo e a prescrizioni di tutela indiretta i ritrovamenti di competenza accertati negli anni 2000, 2005 e 2007 in corrispondenza della sede stradale di via G. De Matthaeis e negli immobili di proprietà comunale (F° 58, pp.cc. 257/P, 258) e privata (F° 58, pp.cc. 99, 159/P, 162/P, 524/P), ricadenti tutti in zona già interamente tutelata da vincolo paesaggistico e riconosciuta quale area a connotazione specifica per la realizzazione di parchi archeologici e culturali in sede di Piano Territoriale Paesistico Regionale,

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, la Sen. Maria Spilabotte presenta l’interrogazione al Ministro dei Beni Culturali in difesa delle antiche terme

FrosinoneToday è in caricamento