Frosinone, l'allarme del dott. De Falco; inquinamento da monossido di carbonio molto elevato in Provincia

La situazione ambientale del comprensorio della Procura della Repubblica di Frosinone è davvero molto seria per quanto riguarda l’inquinamento dell’aria. “Soprattutto per Frosinone Scalo e tutta la Valle del Sacco è davvero preoccupante”, ha...

procuratore-de-falco

La situazione ambientale del comprensorio della Procura della Repubblica di Frosinone è davvero molto seria per quanto riguarda l’inquinamento dell’aria. “Soprattutto per Frosinone Scalo e tutta la Valle del Sacco è davvero preoccupante”, ha esclamato il procuratore Capo della Repubblica di Frosinone Dott. Giuseppe De Falco.

Questa mattina, per illustrare la preoccupante situazione, De Falco ha convocato una conferenza stampa nella quale ha evidenziato il fatto che da una consulenza, che è stata consegnata alla Regione, al Tribunale ed a tutti i sindaci interessati (Lo stesso procuratore ha raccontato, con un pochino di ironia, che non si trovavano i dischi per fare le copie da inviare ai primi cittadini ) al fine di prendere tutti i provvedimenti del caso, secondo quando dettato dalla legge regionale che prevede norme ben precise. Emerge dunque che l’inquinamento arriva soprattutto dalle auto in transito e sicuramente l’autostrada A1 contribuisce anche a questo con il transito di milioni di auto, e come afferma una vecchia ricerca, non meno di 2700 camion passano al giorno sia a salire verso Milano che verso Napoli, sul tratto dell’autostrada che interessa tutta la provincia di Frosinone. L’inquinamento da ossido di carbonio è pari al 41% a Frosinone Scalo, il 48 dai riscaldamenti domestici e il 6 percento da quelli industriali. La situazione è davvero urgente perché moltissime volte sono stati sforati i picchi d’inquinamento consentiti soprattutto a Frosinone Scalo. Ma il problema investe tutti i comuni della Valle del Sacco ed è coinvolto anche Alatri. “La situazione, va sempre più peggiorando ecco perché questa relazione è stata inviata a tutte le amministrazioni competenti al fine di far prendere loro i provvedimenti del caso. E’ questa una materia che va ben oltre i casi singoli, che hanno un risvolto penale”. Insomma, il Procuratore Capo della Repubblica di Frosinone ha voluto dare una “scossa” a tutte le amministrazioni affinché svolgano i loro compiti, “Invece, la situazione per quanto riguarda le industrie non è preoccupante (anche perché stanno chiudendo una alla volta)”. Quindi, c’è in atto una situazione davvero allarmante perché dal 2010-al 2015 c’è stata una media di sforamento di 35 volte de valori limite nell’aria.

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento