Roma Piglio

Frosinone, molti comuni ciociari hanno ignorato la “Festa dell’Albero”.

La Festa dell’albero fu celebrata nel 1898 dal Guido Baccelli, Ministro della Pubblica Istruzione e con la Legge Forestale del 1923  si doveva celebrare ogni anno.

La Festa dell'albero fu celebrata nel 1898 dal Guido Baccelli, Ministro della Pubblica Istruzione e con la Legge Forestale del 1923 si doveva celebrare ogni anno. Successivamente la legge nazionale n°113 del 29 Gennaio 1992 ha obbligato i Comuni di piantare un albero per ogni bambino nato, sottolineando il binomio "vita-albero" che purtroppo molti Enti sono tuttora inadempienti. Recentemente con la Legge nazionale n° 10 del 2013 è stata istituita ufficialmente il 21 Novembre, la giornata nazionale dell'Albero che , purtroppo, anche questo anno molti comuni dell'interland ciociaro viene disattesa. Questo è un sintomo di una scarsa comprensione delle finalità di una simile festa, che è innanzitutto quello di ritagliare uno spazio nei 365 giorni dell'anno per riflettere adeguatamente sul problema della conservazione del territorio e del suo equilibrio ecologico. Ci sembra doveroso sottolineare questo aspetto perché molte difficoltà "offerte" dalla società contemporanea sono proprio causate dall'impossibilità di dedicare spazi alla riflessione. Non vorrei che anche la festa dell'albero del 2014 slitti nel 2015 causando così la morte di una "tradizione" coronata sempre dall'entusiasmo creativo dei più piccoli.- Bene, quindi, hanno fatto Paliano, Piglio, Veroli e Frosinone a tenere in vita la Festa dell'Albero" coinvolgendo specialmente le scolaresche.

Giorgio Alessandro Pacetti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, molti comuni ciociari hanno ignorato la “Festa dell’Albero”.

FrosinoneToday è in caricamento