menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
1000Controllo04

1000Controllo04

Frosinone, OUT al tifo violento denunciato ultras di Cassino

La promozione del Frosinone Calcio in serie A ha fatto respirare una grande aria di festa che ha visto colorare il capoluogo e altri comuni con i colori gialloazzurrie l’affissione di striscioni a sostegno della squadra

La promozione del Frosinone Calcio in serie A ha fatto respirare una grande aria di festa che ha visto colorare il capoluogo e altri comuni con i colori gialloazzurrie l'affissione di striscioni a sostegno della squadra

Questo è accaduto anche a Cassino con l'affissione di uno striscione "Forza Leoni" sulle pareti della centralissima Banca Popolare del Cassinate dove ha pensato bene di operare una voce fuori dal coro

Dapprima appaiono volantini sulle pareti del suddetto istituto bancario nei quali viene scritto:

"NON SONO TOLLERABILI I VOSTRI COLORI A FESTA NELLA NOSTRA CITTA'. CASSINO NON FESTEGGIA NESSUNA SERIE A PERTANTO VI INVITIAMO A TOGLIERE O QUANTOMENO A RIDIMENSIONARE GLI ADDOBBI FESTOSI FIN ORA ESPOSTI , PER IL BENE DI TUTTI, SQUETI CASSINO"

Successivamente lo striscione "Forza Leoni" è stato imbrattato con vernice verde, staccato e lasciato a terra mentre con la stessa vernice è stata imbrattata la parete esterna della banca

Un ultimo episodio risale ai primi di giugno quando sono stati rimossi altri striscioni affissi sulle pareti dell'istituto bancario

Partono le indagini della Polizia di Stato

Fondamentale e minuzioso il lavoro della Polizia Scientifica per il rilievo delle impronte e la visione delle immagini registrate dalle telecamere

Il cerchio si chiude almeno nei confronti di chi ha affisso i volantini minacciosi

Si tratta di un cinquantenne ultras del Cassino Calcio, già sottoposto in passato alla misura del divieto di accesso agli impianti sportivi, che dovrà ora rispondere di minaccia aggravata

Proseguono le indagini della Polizia di Stato per individuare gli altri complici

FROSINONE, PANTALONI XXXL : DENUNCIATO LA POLIZIA DI STATO BLOCCA CITTADINO DI ORIGINE RUMENA CHE NASCONDEVA MERCE RUBATA ALL'INTERNO DEGLI INDUMENTI

Pensava di averla ormai fatta franca il trentottenne di origine rumena fermato ieri pomeriggio da una Volante della Polizia di Stato all'uscita di un esercizio commerciale nella parte bassa della città.

L'uomo, infatti, a fronte di una spesa di modica entità, aveva nascosto merce ben più costosa all'interno dei suoi pantaloni di almeno due taglie più grandi del necessario.

Appena fuori dal negozio, però, il suo fare guardingo e la sua goffa andatura hanno insospettito un equipaggio della Polizia di Stato che lo ha fermato per un controllo, scoprendo subito la refurtiva.

Sempre nella giornata di ieri la Polizia Stradale ha denunciato un trentottenne della provincia di Napoli per ricettazione.

L'uomo, controllato in autostrada, viaggiava a bordo di un potente e costosissimo fuoristrada risultato noleggiato a Barcellona da altra persona e mai restituito.

Per lui è scattata la denuncia e sono in corso indagini per rintracciare il locatario del mezzo.

L'intensificata attività di controllo su strade ed autostrade ha, infine, portato alla denuncia di quattro persone, tre per uso di assicurazione falsa ed una per guida senza patente, alla contestazione di 43 contravvenzioni al C.d.S. ed al sequestro di un veicolo.

CASSINO, ESERCIZI COMMERCIALI SOTTO " ESAME" CONTINUA L'ATTIVITÀ DI CONTROLLO NELLA CITTÀ MARTIRE

Si sono svolti per tutta la giornata di ieri gli straordinari servizi di controllo dedicati agli esercizi commerciali e rivendite ambulanti della città martire. Alle Volanti si sono aggiunte le pattuglie della Polizia Amministrativa e dell'Ufficio Immigrazione che, ognuno per la parte di competenza, hanno controllato ed esaminato le necessarie autorizzazioni e la posizione sul territorio nazionale dei cittadini stranieri. Particolare attenzione è stata posta alle attività di commercio alimentari al fine di tutelare la salute dei cittadini, garantire l'autenticità della " filiera " ed evitare che merci di scadente qualità possano giungere sulla tavola di ignari acquirenti. Gli esiti dei controlli sono ora al vaglio degli uomini della Polizia di Stato per l'eventuale adozione di provvedimenti.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento