Roma

Frosinone, Patrizi: “grazie a tutti i dipendenti della provincia che hanno deciso di devolvere il valore della strenna natalizia in beneficenza”

“Voglio ringraziare i dipendenti della Provincia di Frosinone. Hanno deciso di devolvere il corrispettivo della tradizionale strenna Natalizia in beneficenza.

"Voglio ringraziare i dipendenti della Provincia di Frosinone. Hanno deciso di devolvere il corrispettivo della tradizionale strenna Natalizia in beneficenza.

Fuor di retorica, oltre l'innegabile simbolismo che si evidenzia nella mano tesa verso chi, con i soldi di un panettone e una bottiglia di spumante, compra beni di prima necessità che purtroppo non si può più permettere, penso che i concetti di vicinanza e di solidarietà acquistino un valore determinante, un vero e proprio discrimine tra il vivere civile e il buio dell'indifferenza, in momenti di particolare gravità, di vera e propria emergenza sociale, quali quelli che stiamo vivendo. Insieme abbiamo deciso di destinare i soldi che sarebbero serviti per il panettone, che la Provincia di Frosinone dona per tradizione a tutti i suoi dipendenti all'approssimarsi delle festività natalizie, alla Caritas Diocesana di Frosinone. Sappiamo bene, perché lo abbiamo sotto gli occhi ogni giorno, quanto lavoro stia svolgendola Caritas e di quale importanza, per sostenere le famiglie sempre più in difficoltà. Siamo

felicissimi, insomma, di partecipare con un piccolo aiuto". E' quanto afferma il Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi

FEMMINICIDIO, IN PROVINCIA EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA E SOLIDARIETA'

Si è tenuto questa mattina, nel Salone di rappresentanza del Palazzo della Provincia di Frosinone, il secondo incontro del progetto "Educazione alla Cittadinanza e Solidarietà", coordinato perla Provinciadi Frosinone, dalla Prof.ssa Ombretta Ceccarelli.

Tema dell'incontro odierno: "Il Femminicidio". Hanno preso parte diversi istituti scolastici: Istituto secondario di 1° grado "Frosinone III"; Istituto Professionale "Angeloni"; Il Liceo Artistico "Bragaglia"; l'Alberghiero di Ceccano. Dopo i saluti di benvenuto del Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi e l'introduzione della Prof.ssa Ceccarelli, si sono susseguite le relazioni: del Tenente Colonnello della Guardia di Finanza; Michele Mongili; la psicologa della Questura di Frosinone, dott.ssa Cristina Pagliarosi; del Capitano del Nucleo Investigativo dei Carabinieri, Antonio Lombardi; della psicoterapeuta familiare, dott.ssa Giorgia Pietrobono; della psicoterapeuta della Asl di Frosinone, dott.ssa Gioia Marzi; del Sen. Maria Spilabotte.

"Il fenomeno del femminicidio, - ha detto a margine dell'incontro il Commissario Patrizi - così come acutamente è stato denominato il delitto contro la donna, in quanto tale, è divenuto una vera e propria emergenza sociale.

La Provinciadi Frosinone si è resa parte attiva nella lotta contro questofenomeno e ha istituito un Tavolo di progettazione delle iniziative contro talefenomeno, che ha affidato al coordinamento di una professionista molto attiva in tale ambito, come è la dott.ssa Giuseppina Bonaviri, oggi presente all'incontro. Grande importanza riveste, a nostro modo di vedere, anche l'educazione civica degli studenti che con il progetto di educazione allacittadinanza e alla legalità stiamo, altresì, portando avanti".

"E' necessario - ha detto la prof.ssa Ceccarelli - sensibilizzare le nuove generazioni verso una cultura del rispetto della diversità. L'obiettivo primario è quello di promuovere il coinvolgimento attivo attraverso un approccio di educazione, per far riflettere i ragazzi sui reali risvolti sociali, culturali e psicologici delle donne violate

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, Patrizi: “grazie a tutti i dipendenti della provincia che hanno deciso di devolvere il valore della strenna natalizia in beneficenza”

FrosinoneToday è in caricamento