menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Pompeo-2

Antonio Pompeo-2

Frosinone, Provincia servizio idrico il Tar fissa la data del ricorso Pompeo: accolta la nostra richiesta

Il Tar di Latina ha fissato per il prossimo 4 giugno 2015 l’udienza di merito sul ricorso presentato contro il decreto del Commissario ad Acta Dell’Oste, che fissa in 75 milioni di euro l’entità delle somme a conguaglio per il periodo 2006-2011...

Il Tar di Latina ha fissato per il prossimo 4 giugno 2015 l'udienza di merito sul ricorso presentato contro il decreto del Commissario ad Acta Dell'Oste, che fissa in 75 milioni di euro l'entità delle somme a conguaglio per il periodo 2006-2011 che Acea sta richiedendo agli utenti dal luglio 2014".

A darne notizia il Presidente della Provincia Antonio Pompeo che continua, "Accogliendo le nostre richieste, il Tar ha stabilito la data di discussione del ricorso. Si tratta di un passaggio importante che servirà a chiarire la vicenda del contenzioso in corso".

"Accanto alla definizione del contenzioso - argomenta - risulta assolutamente prioritario approvare il Piano degli investimenti da 62 milioni di euro per ammodernare e rendere funzionale la rete e dunque migliorare il servizio, anche alla luce . A tal fine, a stretto giro, verrà riconvocata l'Assemblea dei sindaci".

"Sono questi due passaggi, nell'immediato, gli atti necessari per definire la vicenda del rapporto col Gestore del servizio idrico nel nostro territorio, che sto portando avanti con decisione".

"L'occasione della fissazione dell'udienza al Tar - dichiara Pompeo - offre anche lo spunto per ribadire alcuni aspetti importanti:

1) in qualità di Presidente della Provincia dal 13 ottobre 2014, dunque dell'Assemblea dei Sindaci dell'Ato 5, intendo operare e sto operando unicamente per tutelare i cittadini/utenti della provincia di Frosinone, non tralasciando di seguire alcuna ipotesi possibile. Prima di avviare ulteriori contenziosi dagli esiti poco prevedibili, occorre agire con responsabilità e ripartire dal documento sottoscritto dai 49 sindaci della seduta del 9 marzo.

2) in qualità di Presidente della Provincia dal 13 ottobre 2014, dunque dell'Assemblea dei Sindaci dell'Ato 5, ho il compito di presiedere e coordinare le attività dell'assemblea stessa, senza diritto di voto, ma garantendone la regolarità. Quella mancanza di condizioni necessarie e sufficienti, che hanno impedito la discussione, la rimodulazione e l'approvazione del Piano degli Investimenti nella seduta dello scorso 9 marzo.

3) in qualità di Presidente della Provincia dal 13 ottobre 2014, sono riuscito ad ottenere lo sblocco dei ratei mutui ai Comuni, cosa che non avveniva dal 2008.

"In soli quattro mesi - conclude Pompeo - questi sono i risultati di un'azione chiara sul tema del servizio idrico, che continuerò a portare avanti unicamente per tutelare i diritti dei cittadini e del territorio".

FERENTINO; PREMIO AL LETTORE 2014

Si è svolta il 20 Marzo 2015 la cerimonia di premiazione dei migliori lettori della Biblioteca Comunale di Ferentino, iniziativa istituita dal Sistema Bibliotecario e Documentario "Valle del Sacco", giunta alla 4° edizione.

Alla presenza del Sindaco Antonio Pompeo, del Presidente del Sistema Bibliotecario Danilo Collepardi, dell'Assessore Francesca Collalti e del Consigliere Lucia Di Torrice, sono stati premiati per la categoria lettori senior la Sig.ra Annarita Scarselletta e per la categoria junior Marco Porretti. Una bella mattinata che ha visto la partecipazioni di alunni e studenti che hanno affollato la sala della Biblioteca ed insieme a parenti e cittadini hanno applaudito calorosamente le introduzioni del Presidente Collepardi e del Sindaco Pompeo oltre a festeggiare i due vincitori. Un elogio corale è stato fatto a tutto il personale della Biblioteca Comunale di Ferentino che, da quando si è trasferita nella nuova sede, è divenuta nuovamente un riferimento importante per la lettura, lo studio, la documentazione lo svago. L'aumento esponenziale dei prestiti nell'anno 2014, testimonia il ritrovato rapporto con la Città di un Servizio culturale di fondamentale importanza per la sua capacità di rapportarsi quotidianamente con ampie fasce di cittadini, con le Scuole ed Istituti del territorio e con le Associazioni.

La mattinata si è conclusa con la performance di Cataldo Nalli che ha coinvolto tutti in una lettura animata di un brano do Italo Calvino

GIORNATA CONTRO IL RAZZISMO PRESSO LA PROVINCIA DI FROSINONE

Si è tenuta questa mattina presso la Provincia di Frosinone, in occasione della Giornata mondiale contro il Razzismo, la manifestazione "La Provincia di Frosinone dice no al razzismo. Accendi la mente e spegni i pregiudizi".

A partire dalle ore 9,30, nel Salone di rappresentanza del Palazzo provinciale, si è svolta la Tavola rotonda "Cristianesimo ed Islam: dialogo tra religioni e culture", a cui hanno partecipato il Vescovo della Diocesi di Frosinone-Veroli e Ferentino, S.E. Mons. Ambrogio Spreafico; il Presidente della Comunità palestinese di Roma e del Lazio, prof. Salameh Ashour; Nadia El Jaouzi, mediatrice culturale; il presidente delle Acli, Gianrico Rossi. A seguire i saluti istituzionali portati dal Consigliere provinciale Andrea Velardocchia, delegato alle Politiche sociali; del Consigliere Regionale Marino Fardelli. Presente anche il Sen. Maria Spilabotte. Di grande interesse le testimonianze dei ragazzi rifugiati, a cura della cooperativa sociale Diaconia; la lettura di brani e poesie da parte degli operatori delle Acli; la proiezione di un video realizzato dagli alunni dell'IIS Angeloni (sezione Agrario). La manifestazione ha avuto seguito nel piazzale antistante il Palazzo provinciale con la sfilata di costumi tipici africani (concessi dall'Associazione "Azione Internazionale per la cultura e la pace") e indossati dalle alunne della sezione moda e costume dell'I.I.S. "L. Angeloni" di Frosinone; l'esecuzione di brani musicali tradizionali africani, da parte della Sig.ra Reneè Blanche Nsang (dall'Associazione "Azione Internazionale per la cultura e la pace"); la distribuzione di gadget in ricordo della giornata (a cura dell'Associazione ASCC). Infine, un Flash Mob contro le discriminazioni con il volo di cento palloncini di colore arancione recanti frasi celebri contro il razzismo e le discriminazioni.

"La Provincia di Frosinone - ha spiegato il Consigliere Velardocchia - è fortemente motivata contro le discriminazioni di ogni genere e la manifestazione odierna, di estremo interesse soprattutto per i messaggi che i tanti scolari e studenti presenti hanno potuto ascoltare dalla testimonianza di personalità di assoluto rilievo. Solo la conoscenza e il dialogo possono favorire la costruzione di una società in cui tutte le diverse tradizioni abbiano legittima accoglienza. Un invito drammaticamente attuale alla luce delle vicende che interessano il quadro politico internazionale".

VIABILITA' PROVINCIALE, AMATA INCONTRA GLI AMMINISTRATORI DI ARNARA: "FONDAMENTALE IL DIALOGO CON I COMUNI"

Il vicepresidente della Provincia di Frosinone Andrea Amata ha incontrato gli amministratori del Comune di Arnara: il sindaco Filippo Capogna e il vicesindaco Adriano Roma.

Al centro della discussione il tema della viabilità di competenza provinciale nel comprensorio Arnara e comuni limitrofi, con la presenza dei tecnici e dei funzionari della Provincia.

arnara

"Governare un Ente complesso come il nostro - ha spiegato Amata - significa dialogare e ascoltare continuamente i sindaci e gli amministratori locali".

"Dall'ascolto e dal confronto, infatti, possono emergere le criticità reali sulle quali un Ente sovra comunale può intervenire con efficacia, in particolare in un settore strategico come quello delle strade e della viabilità".

"Oggi ho incontrato, accettando l'invito che mi è stato rivolto, il sindaco di Arnara Capogna e il vicesindaco Roma, insieme agli operatori della viabilità. Sarà mia cura - conclude Amata - continuare il percorso di dialogo anche con gli altri Comuni della Provincia".

CONTRATTO DI FIUME COSA, APPROVATO IL REGOLAMENTO DEL COMITATO TECNICO

Prende forma la struttura operativa del Contratto di Fiume, lo strumento di programmazione negoziata per la riqualificazione dei bacini fluviali che interessa, nel nostro territorio, il bacino del fiume Cosa.

La riqualificazione di bacino, così come prevede lo strumento, è intesa nella sua accezione più ampia e riguarda gli aspetti paesistico-ambientali, e si fonda sul metodo della condivisione e della concertazione a livello locale.

In una riunione operativa nel Palazzo della Provincia, alla presenza dei consiglieri Gianluca Quadrini e Germano Caperna; del rappresentante della Regione Lazio Eugenio Monaco; del sindaco di Guarcino Giuseppe Di Vico; dei rappresentanti delle associazioni e della rete scolastica locale, Vinicio Savone, Anselmo Pizzutelli, Raul Parlanti, Rosalba Vellucci; di Giuseppe Sarracino del Comune di Frosinone e del professor Rudy Gargano dell'Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale, è stato approvato il Regolamento di funzionamento del Comitato tecnico scientifico che avrà il compito di individuare le emergenze e le criticità, le azioni necessarie alla riqualificazione e valorizzazione del territorio e l'individuazione di una strategia complessiva di governo e sviluppo sostenibile. Presidente del Comitato tecnico scientifico è stato indicato, all'unanimità dei presenti, il professor Rudy Gargano dell'Università di Cassino e del Lazio Meridionale.

Ora, si passerà alla fase operativa, che prevede l'elaborazione di un documento di analisi del contesto di riferimento e una successiva strategia di intervento.

"Si è trattata di una riunione operativa - hanno dichiarato i consiglieri Quadrini e Caperna - attraverso una metodologia di confronto e di dialogo tra gli attori interessati, abbiamo definito il Regolamento del Comitato tecnico scientifico che affiancherà la Cabina di Regia. Una struttura molto leggera per facilitare proprio l'operatività. Ora si passa alla fase più importante: quella dell'individuazione di un programma e di un progetto al fine di potere accedere alle opportunità finanziarie che i Contratti di Fiume possono garantire. Buon lavoro al Presidente del Comitato Tecnico scientifico, Prof Rudy Gargano, garanzia di professionalità e competenza, indicato, all'unanimità, alla guida del Comitato tecnico scientifico".

"Il contratto di fiume - ha aggiunto il Presidente Pompeo - nel momento in cui verrà sostanziato di contenuti, può rappresentare una occasione di rilancio per il territorio che ruota attorno al bacino del Cosa. La Provincia ha inteso sostenere questo strumento, sia facendosi carico di coordinare la fase di avvio, sia mettendo a disposizione personale per la gestione operativa. Colgo l'occasione, infine, per augurare buon lavoro al professor Gargano, indicato alla guida del Comitato tecnico scientifico".

cosa1 cosa2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
FrosinoneToday è in caricamento