Frosinone, vertenza frusinate (Abbruzzese F.I.): documento della regione imbarazzante

Quando c’è tanta attesa per un evento e poi questo, una volta concretizzato, si rivela totalmente insufficiente a risolvere la situazione, si dice che la montagna ha partorito il topolino.

Quando c’è tanta attesa per un evento e poi questo, una volta concretizzato, si rivela totalmente insufficiente a risolvere la situazione, si dice che la montagna ha partorito il topolino.

Ebbene, nel caso del documento, segnatamente una memoria di Giunta, non una delibera vera e propria, dell’Assessore regionale al lavoro Lucia Valente ed afferente il bonus assunzionale per i lavoratori residenti nelle aree interessate dagli accordi di programma, quindi Frosinone e Rieti, possiamo tranquillamente dire, che non è stata partorita nemmeno la coda del topolino.

E’ quanto sostiene il Presidente della Commissione Riforme Istituzionali Mario Abbruzzese, dopo aver letto il documento.

La memoria dell’Assessore, infatti, costituisce un evidente passo indietro, rispetto al documento presentato dallo stesso Assessore a fine maggio scorso a Frosinone, nel tavolo istituzionale promosso dalla Regione per affrontare l’emergenza lavoro.

In quel documento di maggio era scritto testualmente “ il bonus assunzionale di 8000 euro è previsto per cinquecento (500) lavoratori svantaggiati residenti nelle province interessate dagli accordi di programma”

Nella memoria presentata alla Giunta l’altro giorno, invece, è sparito il numero dei destinatari, cinquecento, ma si parla genericamente di “un contributo alle aziende del valore massimo di 8000 euro per ciascun lavoratore assunto, nelle aree di Frosinone e Rieti, a partire dal 15 giugno 2016.”

Non essendoci la specifica di quante persone è destinato il bonus, non è, conseguentemente, nemmeno possibile quantificare il finanziamento, di quanto soldi cioè la Regione è disposta a mettere sul tavolo.

Infatti, nel documento dell’Assessore di ieri è scritto astrattamente, “si propone il finanziamento dell’intervento del bonus assunzionale a valere anche sulle risorse del POR-FSE 2014/2020.”

Francamente questo modo di procedere, ed i relativi documenti prodotti fini ad oggi dalla Regione, a sostegno delle politiche del bonus assunzionale sono, a dir poco, imbarazzanti.

Si continua a far finta di niente, di fronte al dramma, che non è più solo occupazionale, ma bensì reddituale, di 500 lavoratori, creando illusioni, come questa del bonus assunzionale, ma senza creare i presupposti concreti, chi dove come quando, per la sua applicazione.

Non è con gli effetti speciali che si può pensare di risolvere il dramma dei lavoratori della vertenza frusinate. Ha concluso Abbruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento