menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Discarica guidonia

Discarica guidonia

Guidonia, al via la costruzione del TMB all'inviolata. Il pd chiede la revoca della determina

Il 17 luglio scorso la Direzione Regionale del settore Territorio, Urbanistica, mobilità e rifiuti, ha  firmato la determina n. G08880 mediante la quale di fatto si dà il via libera all’entrata in funzione dell’impianto TMB all’Inviolata,

Il 17 luglio scorso la Direzione Regionale del settore Territorio, Urbanistica, mobilità e rifiuti, ha firmato la determina n. G08880 mediante la quale di fatto si dà il via libera all'entrata in funzione dell'impianto TMB all'Inviolata,

approvando l'istanza di modifica del progetto originario presentata dalla società Ambiente Guidonia Srl, proprietaria dell'insediamento.

Il Comune di Guidonia Montecelio non può continuare ad essere il cortile di servizio di Roma e del sistema dei rifiuti della Regione. Abbiamo già dato, per molti anni e con costi ambientali altissimi, in un territorio già pericolosamente sottoposto a numerosi agenti inquinanti da parte dei troppi insediamenti industriali e produttivi ormai all'interno del perimetro cittadino.

E' nostra intenzione far sentire la voce della cittadinanza, senza tentennamenti. All'Inviolata, alle porte di casa, in un'area archeologica vasta e importante, non c'è più spazio per la discarica, né per l'impianto TMB, che peraltro non comporterà alcun beneficio, né per le casse comunali, né per la cittadinanza.

Questa determina emessa dalla Direzione Regionale è grave perché si limita esclusivamente a considerazioni di natura tecnica. La Dirigente ha scelto di non tenere conto non solo delle istanze provenienti dai territori interessati, ma anche dell'eloquente parere rilasciato dalla Soprintendenza, per la quale "la mera riduzione dell'area interessata derivante dal restringimento dell'attività dell'impianto a distanza di 100 metri dai rinvenimenti archeologici, se potrà recare un parziale beneficio per la ridotta interferenza fisica dell'impianto sul bene medesimo, poco potrà valere sotto il profilo del pesante impatto che la presenza dell'impianto con l'attività correlata determinerà sull'area in esame". A ciò si aggiunge anche la nota del MIBACT del 6 agosto, con la quale il terreno è stato sottoposto a vincolo paesaggistico, vietando costruzioni di qualsiasi genere.

Ciò è inaccettabile, poiché si continuano ad anteporre burocratismi e opportunismi di vario genere agli interessi legittimi dei cittadini, che da quasi trent'anni lottano come possono contro la presenza della discarica sulla soglia di casa.

Pertanto rinnoviamo la nostra ferma contrarietà alla presenza dell'impianto TMB presso l'area dell'Inviolata, in un territorio già gravemente compromesso dalla presenza della discarica.

Al tal proposito, abbiamo già scritto alla Regione Lazio una lettera con la quale richiediamo la revoca immediata della determina dirigenziale che autorizza l'impianto TMB, chiedendo al contempo che il Partito Democratico di Guidonia Montecelio possa partecipare con una propria delegazione alla prossima Conferenza di Servizi fissata per il 16/9 p.v., in cui si discuterà dell'Area e dove intendiamo portare la voce della cittadinanza, giustamente indignata e preoccupata.

Peraltro, nonostante i nostri ripetuti solleciti, a fronte dell'inadempienza dell'Amministrazione Comunale a far rispettare l'obbligo di bonifica dell'intera area, abbiamo formalizzato istanza alla Regione Lazio affinchè provveda immediatamente alla messa in sicurezza d'urgenza e alla bonifica dell'area della discarica dell'Inviolata, così come previsto dalla normativa vigente, chiedendo anche la realizzazione di un nuovo Piano Rifiuti della Regione che salvaguardi e tenga conto delle esigenze del nostro territorio il cui ruolo, nell'ambito del ciclo di rifiuti ad alto impatto ambientale e produttivo, riteniamo debba considerarsi definitivamente concluso.

A fronte di questa situazione complessa e preoccupante, abbiamo richiesto la convocazione straordinaria del Consiglio Comunale cittadino entro il termine del 16 settembre, nell'ambito del quale pretenderemo che l'Amministrazione si faccia parte attiva presso le Istituzioni competenti per una risoluzione positiva della vicenda.

Come abbiamo già espresso, il Partito Democratico di Guidonia Montecelio, in caso di mancanza di un riscontro positivo da parte della Regione Lazio, procederà presso le Sedi preposte.

Partito Democratico Guidonia Montecelio

Il Segretario Cittadino

Mario Lomuscio

Il Capogruppo PD in Consiglio Comunale

Emanuele Di Silvio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento