IGDO. Doppia mobilitazione dei cittadini: ieri in piazza e oggi ritardano la partenza della “Vola Ciampino”

La prossima iniziativa sarà giovedì 7 aprile alle 18:00 davanti la biblioteca. L’Amministrazione viene chiamata al confronto pubblico

ciampino igdo pubblico

La prossima iniziativa sarà giovedì 7 aprile alle 18:00 davanti la biblioteca. L’Amministrazione viene chiamata al confronto pubblico

Ieri pomeriggio, in Piazza della Pace, si è svolta la manifestazione “IGDO Bene Comune”, contro la scelta dell’Amministrazione di non partecipare al bando d’asta, che si concluderà il 12 aprile e che parte da una base di 1,5 milioni di euro, per acquisire il bene storico e donarlo alla città. L’IGDO, edificio che da quasi un secolo sorge nel centro cittadino, è considerato un vero e proprio pezzo di memoria storica, per via della funzione sociale che ha svolto nel dopoguerra, come ricovero per senza tetto e scuola per ragazzi svantaggiati. Un valore riconosciuto anche dalla Soprintendenza, a cui ha apposto un vincolo nel 2006.

Molti sono stati gli interventi di ieri, a partire dai movimenti che hanno organizzato l’iniziativa, ovvero Officine Civiche, Ciampino Bene Comune, Città in Comune, il Movimento 5 Stelle. Erano presenti anche esponenti di Rifondazione, SEL, del Partito Socialista ed ex sindaci di Ciampino, come Giovanni Venditti e Antonio Rugghia. Ma a parlare sono stati i cittadini, chiamati per far tornare il tema IGDO al centro di un percorso di discussione partecipato e condiviso, «lontano dal modo di fare dell’Amministrazione – dichiarano gli organizzatori – che ha annunciato l’avvio della procedura d’asta a mezzo stampa, senza preoccuparsi di prendere questa decisione con le persone che nell’IGDO sono cresciute». Molte sono state le domande senza risposta, a partire da quelle più spontanee come «dov’è il Sindaco?», rivolte dai cittadini presenti al presidio, a quelle più articolate. «Perché l’Amministrazione comunale rifiuta di partecipare all'asta – chiedono pubblicamente gli organizzatori – e lascia così aperta l’acquisizione dell'IGDO ai costruttori che, con una offerta esigua, potranno disporre dell’intero complesso? Il programma del Sindaco che indica chiaramente che “saranno valutate e privilegiate tutte le possibili collaborazioni con enti e istituzioni per arrivare a una acquisizione pubblica dell’area”. Quali sono state le strategie e le iniziative messe in campo dall'Amministrazione per tenere fede a questo impegno del programma di governo?». Durissima Città in Comune, secondo cui il Sindaco, visto il mancato rispetto del proprio programma elettorale, dichiara che «dovrebbe dimettersi».

E la mobilitazione non è finita qui. Stamattina infatti, alle 8 e 30, un nutrito gruppo di cittadini ha bloccato per alcuni minuti la partenza della Vola Ciampino, gara podistica che si svolge ogni anno per la città, con la partecipazione di circa 1800 iscritti. Ebbene, i cittadini hanno sensibilizzato di nuovo i presenti, al grido «IGDO bene comune», perché «dobbiamo informare le persone su quello che sta accadendo. Molti sono ancora pericolosamente all’oscuro della vicenda». E lanciano un nuovo appuntamento: giovedì 7 aprile alle 18:00 sulla scalinata della biblioteca per un confronto pubblico con l’Amministrazione in occasione del Consiglio Comunale, «come ultima possibilità per non cedere Ciampino alla speculazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sara Marazza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento