Il 22 aprile ospedali in "rosa", visite gratis per le donne

In occasione della prima Giornata nazionale della salute della donna il 22 aprile, piu' di 170 ospedali in Italia apriranno le porte, fino al 28, con visite e consulti clinici gratis. Le strutture saranno facilmente identificabili grazie al...

893dfdc3e2

In occasione della prima Giornata nazionale della salute della donna il 22 aprile, piu' di 170 ospedali in Italia apriranno le porte, fino al 28, con visite e consulti clinici gratis. Le strutture saranno facilmente identificabili grazie al "Bollino Rosa", simbolo dell'iniziativa a misura di donna promossa da Onda con il patrocinio di 19 Società Scientifiche e Associazioni.

"Da oggi sul sito www.bollinirosa.it si puo' trovare l'elenco dei servizi offerti dagli ospedali aderenti all'iniziativa e le modalità di prenotazione - si legge in una nota -. L'iniziativa (H)Open Week, celebra il 22 aprile la prima Giornata nazionale dedicata alla salute della donna, istituita dal Ministro Lorenzin. L'iniziativa gode del patrocinio di numerose Società Scientifiche ed Associazioni di pazienti".

Durante la settimana verrà dedicata particolare attenzione alla sensibilizzazione, alla prevenzione e alla cura delle principali malattie femminili: "Migliorare l'accesso delle donne al Servizio Sanitario Nazionale, promuovere l'informazione sulle diverse patologie femminili per garantire un progresso nella Medicina di genere, sono tra gli obbiettivi dei 248 ospedali con i Bollini Rosa", spiega Francesca Merzagora, Presidente di Onda.

Le aree specialistiche coinvolte, spiega Francesca Merzagora, "sono: diabetologia, dietologia e nutrizione, endocrinologia, ginecologia e ostetricia, malattie cardiovascolari, malattie metaboliche dell'osso, neurologia, oncologia, reumatologia, senologia e sostegno alle donne vittime di violenza. Crediamo nel lavoro in rete di Istituzioni, Società scientifiche, ospedali, associazioni e welfare community per promuovere la salute della donna e promuovere la salute della donna significa promuovere la salute collettiva, a partire dalla famiglia."

GIORNATA DELLA SALUTE DELLA DONNA, IL COMMENTO DELLA SENATRICE MARIA SPILABOTTE

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 22 aprile si celebra la Giornata nazionale per la salute della donna. Spiega la Senatrice Maria Spilabotte: “Una giornata dedicata alla salute intesa soprattutto come benessere e non come cura” in quanto le donne in genere hanno poca attenzione alla propria salute e lo confermano i dati epidemiologici a dir poco preoccupanti dell’Istituto Superiore di Sanità: il 34% delle italiane, non è abbastanza attivo fisicamente, il 23% fuma, l’11% abusa di alcol. Le donne sono poco attente a fare prevenzione tra i 20 e i 30 anni e poi tendono a curarsi quando l’età avanza, quando la protezione degli estrogeni viene a mancare. Dovremmo intervenire su questo aspetto, per far passare il concetto di prevenzione della salute. Proprio per questo la giornata della salute delle donne è una importante iniziativa del governo Renzi che coinvolge tutte noi donne del PD per sensibilizzare alla prevenzione colei che ha poche attenzioni per se stessa ma gestisce il potenziale e le misure di prevenzione della sua famiglia". La Senatrice Spilabotte domani 22 Aprile sarà presente ad una serie di incontri, dibattiti sull’universo femminile, con esperti e società civile, e ad eventi di prevenzione e screening per la donna pianificati anche nella ASL di Frosinone e fortemente voluti dal Commissario Macchitella a cui va il plauso della Senatrice. Una giornata dedicata ad individuare e sentire proposte per meglio tutelare la salute della donna nei prossimi anni nella provincia di Frosinone e che saranno i temi di un prossimo evento del PD “Salute Donna: bene comune”, coordinato dalla stessa Spilabotte, da cui si individueranno azioni innovative da mettere in campo per la tutela della salute della donna. Azioni innovative che dovranno coinvolgere in modo integrato il mondo sanità e ricerca, impresa, lavoro, immigrazione, ambiente e alimentazione. “Una salute donna 3.0 per i prossimi anni nella provincia di Frosinone”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento