menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
11336040_10204660012719481_489643504_n

11336040_10204660012719481_489643504_n

Labico, entusiasmo per la presentazione della 24 ore di Volley presso Palazzo Giuliani

Mercoledì pomeriggio Palazzo Giuliani ha ospitato una presentazione che nella quale si è illustrato in modo esauriente, quella che sarà la manifestazione sportiva che si terrà nei giorni 20 e 21 giugno presso il palazzetto comunale a Labico.

Mercoledì pomeriggio Palazzo Giuliani ha ospitato una presentazione che nella quale si è illustrato in modo esauriente, quella che sarà la manifestazione sportiva che si terrà nei giorni 20 e 21 giugno presso il palazzetto comunale a Labico.

Stiamo parlando della 24 ore di Volley organizzata grazie alla collaborazione sinergica e amichevole di due società: Fisio&Sport Decimo Roma e AS volley Labico.

La presentazione si è aperta con i ringraziamenti del sindaco, Alfredo Galli, che ha avuto soltanto ottime parole per la società AS Volley Labico. Scusandosi per la sua non possibile presenza assidua, ha dichiarato di essere stato e continuare ad essere molto vicino alla società sostenendola e patrocinandola.

Infine, complimentandosi per i risultati ottenuti si dice fiero di quest'iniziativa che Labico ha l'onore di ospitare, in nome dello sport.

La parola poi passa a Rizziero D'emilia, presidente della AS Volley Labico, inizia l'intervento ringraziando gli esponenti presenti e non, per l'ottima stagione svolta, elencando alcune tra le vittorie, tra cui il primo posto della Coppa Lazio. Ringrazia il sindaco per le possibilità concesse e inoltre la collaborazione con il Decimo Roma.

In seguito è Ivan Cirami, presidente di Fisio & Sport Decimo Roma, che spiega da dove provenga l'idea di 24 ore ininterrotte di pallavolo, una sfida dalla sana competizione fino all'ultima goccia di sudore. Questa manifestazione è stata importata da Bologna, e l'obiettivo ultimo è quello di portarla alla Notte Bianca di Roma, al Circo Massimo, non nasconde che sarà difficile ma crederci non costa nulla.

Si ritiene soddisfatto della collaborazione e della sintonia creatasi con la società di Labico e spera inoltre che possa continuare in crescendo.

Conclude la presentazione Sergio Gaviglia del Decimo Roma, il quale si complimenta con l'AS Volley Labico e inoltre con la società della quale fa parte per gli ottimi risultati raggiunti, a partire dalla sua creazione nel Luglio 2013. Si ritiene entusiasta per questa manifestazione nel nome della sana passione per la pallavolo e lo sport in generale. Inoltre riporta i saluti e il dispiacere espresso in uno scritto di Claudio Martinelli, presidente del Comitato Provinciale Fipav Roma, il quale con rammarico porge le sue più sentite scuse per la sua assenza causata dalla partecipante organizzazione allo straordinario evento che si terrà al foro italico il 19 Giugno, nonchè la partita Italia-Brasile.

Sono tutti pronti a partecipare a questa fantastica iniziativa, che vedrà protagonisti ragazzi e ragazze con tanta voglia di divertirsi in modo nuovo ed originale, condividendo gioia e stanchezza con persone che conosceranno in campo, uniti inoltre dalla stessa passione.

La presentazione si è conclusa con la consegna da parte del presidente del Decimo Roma, Ivan Cirami, di alcune targhe per il Sindaco e Rizziero D'emilia, per ringraziarli e come gesto di grande riconoscenza nei loro confronti.

Un augurio particolare è espresso nella poesia portata qui di seguito, fatta da Sergio Gaviglia, che con simpatia ha espresso i suoi ringraziamenti e la sua gioia per tale manifestazione.

Nessun Dorma

'A locandina recita "Nessun Dorma";

ha da esse questa 'a prima norma,

de'na davvero speciale chermesse,

indove se musureranno, ammischiati, atletu e atletesse. Se tratta de fà volley ppè ventiquattrore,

mettennoce drento passione e sudore.

A'a fine sarà sortanto uno er vincitore ,

che ce 'avrà fatta a resiste con ardore.

'A ventiquattrore se terrà ne 'a ridente Labico,

indove se sò unite ddu società cò 'a stessa volontà

de ffà belle cose ccò 'sta palla strana, cò 'sto gioco fico

che, ma guarda 'npo, solo co 'e mani se po' praticà.

A tutte l'eroine e l'eroi de 'ste ddu giornate,

vanno l'auguri de divertivve e, sarvognuno, de sopravvive;

a' a fatica, ar sonnoe, perchè no, puro ae pallonate,

che ve tirerete addosso quanno li neuroni saranno altrove.

Servizio di Angela Maria Gargano

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento