menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Buco scuola 2

Buco scuola 2

Labico, Galli e  Ricci rassicurano e chiariscono: “Nessun distacco dell’intonaco nella scuola primaria. Nessun pericolo per gli utenti. Nessuna violazione delle norme di sicurezza. Solo un falso allarme”

Dopo le polemiche sollevate da alcuni genitori sui vari social network nei giorni scorsi con riferimento alla presunta mancanza di sicurezza nella scuola primaria di via Leonardo Da Vinci, determinata dall’esecuzione di alcuni lavori di...

Dopo le polemiche sollevate da alcuni genitori sui vari social network nei giorni scorsi con riferimento alla presunta mancanza di sicurezza nella scuola primaria di via Leonardo Da Vinci, determinata dall'esecuzione di alcuni lavori di ristrutturazione delle aule attualmente in corso,

il Sindaco Alfredo Galli e l'Assessore alla Pubblica Istruzione del comune di Labico Nadia Ricci si sono immediatamente attivati per accertare come stessero effettivamente le cose, anche attraverso l'Ufficio tecnico Comunale e alla luce degli esiti di tali verifiche ritengono opportuno comunicare e precisare quanto segue:

durante la fase di montaggio della struttura metallica per la nuova copertura a falde che si sta realizzando sul lastrico solare esistente, lavorazione eseguita nel fine settimana del 9-10 gennaio, la punta del trapano utilizzato dagli operai ha perforato da parte a parte il solaio in due punti provocando fori di piccolo diametro visibili all'intradosso della copertura dell'atrio della scuola. La foratura non ha prodotto alcun distacco di intonaco ma solo perforazione dello stesso. È stato verificato quanto accaduto e ripristinato il tutto tempestivamente ristabilendo lo stato originario esistente.

Si precisa inoltre che tutti i lavori sono stati realizzati con piani di sicurezza validati dall'Ufficio Tecnico Comunale e che non corrisponde al vero l'affermazione secondo la quale le opere sarebbero state eseguite durante lo svolgimento delle lezioni scolastiche.

Appare pertanto esagerata e fuori luogo l'errata rappresentazione di fatti da parte del RIS, che non corrispondono al vero e gettano discredito sul Comune ledendone ingiustamente l'immagine innanzi agli utenti e a tutti i cittadini.

Si ritiene pertanto che tali falsi allarmi siano suscettibili, quanto meno, di valutazione da parte della Dirigenza scolastica per gli eventuali provvedimenti del caso nei riguardi dei segnalatori, fermo restando che il Comune si riserva di verificare l'opportunità di una denuncia alla competente Procura della Repubblica per l'accertamento di potenziali ipotesi di reato a carico dei medesimi in relazione alle affermazioni rese a verbale nonchè in merito alla diffusione, anche attraverso la rete internet, di informazioni, fatti e valutazioni del tutto confutabili.

Giova rimarcare che questa Amministrazione ha sempre intrattenuto un sereno e proficuo dialogo con le Istituzioni Scolastiche locali nel più scrupoloso rispetto dei reciproci e distinti ruoli funzionali; si confida pertanto che la Direzione Scolastica voglia fare direttamente chiarezza su quanto accaduto, anche attraverso il sito dell'Istituto, affinchè la Popolazione sia messa in grado di comprendere che si è trattato unicamente di un falso allarme e che all'Amministrazione, prima che a qualsiasi altra Istituzione locale - come è giusto e legittimo che sia - sta a cuore la sicurezza dei propri cittadini e quella delle pubbliche strutture di cui gli stessi usufruiscono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento