Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Roma

Labico, il clamoroso autogol della “banda Spezzano” andata su tutte le furie per il nostro articolo. Pubblicato il video del fallito blitz in consiglio del grillino Frusone

Qual è il colmo per un esponente della lista Legalità e Trasparenza? Essere il primo a non rispettare le leggi. Purtroppo non è una barzelletta ma la verità. Com’era normale che fosse, conoscendo oramai fin troppo bene la minoranza consiliare di...

Qual è il colmo per un esponente della lista Legalità e Trasparenza? Essere il primo a non rispettare le leggi. Purtroppo non è una barzelletta ma la verità. Com'era normale che fosse, conoscendo oramai fin troppo bene la minoranza consiliare di Labico, il nostro articolo di cronaca di ieri in cui abbiamo raccontato della vergognosa scena nella quale un deputato della Repubblica, nella totale sopraffazione delle regole democratiche, interrompe più volte un consiglio comunale tentando di fare delle riprese non autorizzate, ha scatenato veementi polemiche tra i diretti interessati del gruppo Legalità e Trasparenza che si sono sentiti colpiti nell'orgoglio (soprattutto l'ex ambientalista pentito oggi grillino per ovvi motivi di lavoro) e per cercare di difendersi hanno commesso un altro, l'ennesimo, grosso errore dopo quello di prendersela con noi accusandoci di essere un giornale di regime. Ovvero hanno pubblicato il video in questione, girato (senza autorizzazione?questo si che è rispetto delle regole democratiche) dall'esponente grillino Luca Frusone della durata di circa cinque minuti (e postato su youtube dall'utente cocco 2200), che vi rimettiamo all'interno di questo articolo in cui si vede benissimo come "l'onorevole cittadino" interrompe più volte il sindaco Galli fin quando è costretta ad intervenire la comandante della Polizia Locale che per far tornare le cose alla normalità lo allontana dall'aula (come si capisce bene anche dall'audio della dirigente Pellegrini). Dal video, inoltre, si vede chiaramente che tipo di toni usa il consigliere Spezzano in consiglio, la maleducazione che oramai contraddistingue il "Professor parolaccia" (cosi come viene chiamato in paese) si palesa e sin da subito aggredisce, verbalmente, il Sindaco facendo saltare l'apparente calma. Ma la cosa più grave è che nel video manca tutta l'ultima parte in cui, dopo una accesa discussione con le forze dell'ordine, il Frusone torna in aula consiliare e interrompendo di nuovo il consiglio si rivolge con parole di sfida al primo cittadino dicendogli: questa questione non finisce qui, lei è un despota". Siamo arrivati cosi al punto fondamentale, cioè al fatto che i vari scagnozzi, sempre più in diminuzione a livello numerico, della "banda Spezzano" per quasi tutta la precedente legislatura hanno ripreso i consigli comunali grazie alle sviste dell'allora sindaco Andrea Giordani ed dell'allora presidente del consiglio Luciano Galli. Qualche giorno dopo queste riprese venivamo messe on-line montate ad hoc per un totale stravolgimento della realtà dei fatti e con queste venivano fatti dei video nei quali si sbeffeggiava la maggioranza. Ora questo non è più possibile in quanto, nei primi consigli della nuova amministrazione Galli è stato approvato un documento in cui si vietano le riprese in consiglio e tale documento è stato ratificato dal Segretario di allora Dott. Tindaro Camelia. Pur sapendo benissimo questa cosa i rappresentanti di Legalità e Trasparenza hanno tentato il triste blitz di ieri coinvolgendo addirittura un novello, e forse inesperto, deputato della repubblica con il solo scopo di provocare il caos che poi effettivamente c'è stato in quanto lo stesso deputato non avrebbe potuto riprendere tutto il consiglio in quanto alle 11 sarebbe dovuto essere alla Camera in centro a Roma ed il consiglio è terminato verso le 12.

Spezzano e co?..non riescono ancora a capire che questi loro comportamenti sempre e comunque provocatori, rafforzati dalla maleducazione del loro consigliere di punta, non fanno altro che allontanarli dalla realtà e dagli elettori, oramai stufi di questi giochini quando i problemi da risolvere sono altri e più importanti. Dovrebbero prendere esempio dal loro compagno di banco Nello Tulli che sta facendo un' opposizione molto più attenta e puntuale (ieri l'ultimo esempio concreto con il comunicato sul ritiro del secondo punto all'ordine del giorno, mentre loro perdevano tempo dietro a questa storia del video).

Sta di fatto, comunque, che questi loro atteggiamenti ostruzionistici trovato vita facile grazie alle lacune che presenta il regolamento comunale, soprattutto per quanto riguarda la durata degli interventi in aula. Questa mancanza di regolamentazione fa si che ogni consiglio diventi un vero e proprio show delle minoranze che arrivano a parlare anche per il 70-80% del tempo dell'interna durata. Una cosa che si verifica solo a Labico e non negli oltre 10 consigli della zona che abitualmente frequentiamo per ovvii motivi di lavoro.

Tornando a Spezzano e co? è da oltre un anno e mezzo che stanno prendendo "schiaffi" da tutte le parti ed in tutte le competizioni elettorali. Da quella famosa sera, qualche giorno prima della presentazione delle liste, in cui si divisero dal Gruppo di Tulli e Giovannoli non ne hanno azzeccata più una, perché frustrati dall'idea che avevano perso il treno, che probabilmente non ripasserà più, per andare a governare il paese. Dopo la batosta alle amministrative per Spezzano è arrivata anche quella alle regionali in cui ha sbagliato alla grande il cavallo (o meglio il partito) sul quale puntare accecato dalle fumose promesse del magistrato Ingroia. Se avesse seguito il nostro consiglio, nelle nostre lunghe schermaglie sui vari social network, e si fosse buttato con i grillini, che invece in questi giorni gli stanno tornando utili eccome, forse oggi sarebbe stato alla Pisana e non a Palazzo Giuliani. La politica è fatta, anche, di queste cocenti sconfitte e chi ancora non capisce queste cose e soprattutto non sa accettarle, forse è meglio che si ritiri a vita privata lasciando spazio ai giovani per un futuro veramente migliore e sicuramente con meno maleducazione.

DF

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labico, il clamoroso autogol della “banda Spezzano” andata su tutte le furie per il nostro articolo. Pubblicato il video del fallito blitz in consiglio del grillino Frusone

FrosinoneToday è in caricamento