Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Roma

Labico, il PD ricorda la resistenza nei monti prenestini e nella valle del sacco

In occasione del 70° anniversario dell’Eccidio delle Fosse Ardeatine e della morte di Raffaele Aversa, nostro illustre concittadino, il Partito Democratico di Labico ha organizzato anche quest’anno un convegno in onore del Capitano Aversa...

In occasione del 70° anniversario dell'Eccidio delle Fosse Ardeatine e della morte di Raffaele Aversa, nostro illustre concittadino, il Partito Democratico di Labico ha organizzato anche quest'anno un convegno in onore del Capitano Aversa, Medaglia d'oro al Valor Militare alla Memoria, protagonista dell'arresto di Benito Mussolini il 25 Luglio '43 e poi della partecipazione alla Resistenza nelle fila del Fronte Militare sotto il Comando di Cordero Lanza di Montezemolo e poi arrestato, carcerato in Via Tasso e trucidato il 24 marzo 1944.

L'appuntamento di quest'anno si svolgerà sabato 22 marzo alle ore 17.00 presso la sala del II Piano di Palazzo Giuliani ed avrà ad oggetto "L'occupazione nazifascista e la Resistenza nei Monti Prenestini e nella Valle del Sacco", a cui parteciperanno come relatori principali Vittorio Perin, della Fondazione Cesira Fiori, e Roberto Salvatori, autore del libro "Guerra e Resistenza a Sud di Roma" Annales Edizioni, oltre al Consigliere Regionale Simone Lupi, promotore del bando in pubblicazione per la memoria degli eventi bellici '43-'45 nella Regione Lazio.

"Il Pd di Labico ha ormai come consuetudine una costante opera di memoria storica attraverso la figura di Raffaele Aversa, a cui abbiamo intitolato anche il nostro circolo - spiega Benedetto Paris Segretario del Partito Democratico labicano - Quest'anno grazie alla qualità ed alla passione dei due relatori approfondiremo il tema dell'occupazione nazifascista e parleremo dell'azione silenziosa e quotidiana della Resistenza nei nostri comuni, dei sacrifici e del coraggio di uomini e donne che hanno sostenuto e reso possibile l'avanzamento da Cassino e dal litorale degli Alleati, grazie alla loro opera di informazione e sabotaggio nelle retrovie, ma anche delle stragi troppo spesso dimenticate dovute all'occupazione tedesca".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labico, il PD ricorda la resistenza nei monti prenestini e nella valle del sacco

FrosinoneToday è in caricamento