menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Labico, "Io non mi rifiuto, faccio la raccolta differenziata", per differenziarmi

Ieri 27 Novembre, presso la Sala Consiliare di Palazzo Giuliani, si è tenuta una conferenza in merito all'adesione del comune di Labico alla Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti, la cosiddetta SERR, che ha avuto inizio il 21/11 e si...

Ieri 27 Novembre, presso la Sala Consiliare di Palazzo Giuliani, si è tenuta una conferenza in merito all'adesione del comune di Labico alla Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti, la cosiddetta SERR, che ha avuto inizio il 21/11 e si protrarrà fino al 29/11.

Ridurre i rifiuti, Riutilizzare i prodotti, Riciclare i materiali, sono le "3R", che caratterizzano la SERR, nonchè le azioni intraprese, volte all'informazione e alla sensibilizzazione.

Il tema di quest'anno è la dematerializzazione ovvero la possibilità di ridurre o eliminare l'utilizzo dei materiali, nella produzione di un bene, attraverso la sostituzione di un bene con un servizio.

Labico, con l'adesione a questa settimana, si pone dalla parte dell'ambiente, per la sua salute ma soprattutto per indurre un cambiamento ed un'inclinazione positiva nei comportamenti e accorgimenti quotidiani di tutti noi.

Ha presentato la conferenza Cinzia Marchegiani, giornalista "L'Osservatore Laziale", introducendo questo progetto ambientale "Io non mi rifiuto, faccio la raccolta differenziata" intrapreso e portato avanti con dedizione dall'Assessore all'Ambiente avv. Grazia Tassiello di concerto con l'arch. Ercole Lupi, Responsabile del III Dip.to (Urbanistica e Ambiente) e ampiamente sostenute dal Sindaco Alfredo Galli, nel quale l'obiettivo primario è il coinvolgimento dei cittadini e quindi l'impegno per incentrare il lavoro sul ritorno dell'organico.

La parola passa al Sindaco Alfredo Galli, che dopo i ringraziamenti ai presenti, si sofferma sull'importanza della differenziata e come per lui e l'Amministrazione tutta, questo "differenziarsi" sia una sfida come lo è stato essere tra i primi comuni ad aver ottenuto la raccolta differenziata porta a porta.

Anche se dal 2012 ad oggi abbiamo ottenuto degli ottimi risultati ( circa il 58% dei cittadini differenzia), anche per mezzo della vigilessa Giuseppina Pellegrini, la quale si è impegnata materialmente, bisogna però lavorare meglio, per avere un riscontro veritiero, dal punto di vista economico,attraverso un abbassamento dei costi, che ad oggi non è stato ancora possibile ottenere.

Interviene poi l'Assessore all'Ambiente avv. Grazia Tassiello, la mente del progetto, la quale parla di un cambiamento che dobbiamo attuare nel nostro quotidiano, riducendo i rifiuti con piccoli accorgimenti, poichè il miglior rifiuto è quello che non viene prodotto. Un modo per far crescere la consapevolezza anche nei più piccoli è quella di coinvolgere la scuola primaria attraverso l'iniziativa "In mensa ricicliamo i compost-i", ( che avrà inizio a Gennaio) per insegnare ai bambini, come dai rifiuti organici si può ottenere il concime, così che in modo semplice e per gioco ne capiscano l'importanza e rimangano soddisfatti quando vedranno spuntare i fiori nelle aiuole della scuola e quindi avranno la prova tangibile di aver fatto un buon lavoro.

Verranno coinvolte con altre iniziative anche la scuola materna e secondaria.

Abbiamo poi avuto un riscontro pragmatico attraverso la spiegazione per mezzo di grafici, grazie all'Ing. Cristian D'innocenzo responsabile delle raccolte differenziata, di Lazio Ambiente S.p.a.

In maniera precisa e puntuale ci ha mostrato di come dal 2011 al 2014, le cose siano cambiate, infatti se nel 2011 soltanto il 7% della popolazione effettuava la raccolta differenziata nel 2014 circa il 58% si impegna nel farlo, per avere un'ottima gestione della differenziata da parte del comune bisognerebbe arrivare ad un 65%.

In seguito è intervenuto Daniele Adamo, responsabile personale e della comunicazione di Lazio Ambiente S.p.a, il quale ci ha spiegato che per avere un aumento della differenziata bisognerebbe ridurre i rifiuti, rivedendo gli stili di vita di ognuno di noi.

Ci possono però aiutare a migliorare, i cittadini stessi e gli operatori, che vedono da vicino quali sono i problemi della raccolta differenziata alcuni esempi sono: la mancata raccolta dell'umido in buste idoneità e biodegradabili, i contenitori condominiali eccedenti, il problema nell'inserimento del tetrapak all'interno della carta e confusione tra i giorni in cui c'è la raccolta della carta con il vetro.

Per avere un miglioramento bisogna quindi partire dal chiarimento delle problematiche che si riscontrano.

L'ing. Lettieri, ci ha parlato poi nello specifico di compostaggio,attraverso il quale possiamo contribuire alla corretta gestione dei rifiuto garantendo la fertilità del suolo, che porterà quindi ad una conversione aerobica. I vantaggi sono senza dubbio la salvaguardia dell'ambiente ed un risparmio sulla tassa dei rifiuti ( il comune di Labico applicherà il 10% di sconto, su chi volontariamente attuerà il processo di compostaggio).

Tra gli obiettivi del comune di Labico, c'è la creazione dell'isola ecologica, di cui ci parla il Geometra Giorgio Censi, il quale ci tiene a specificare che non si tratta di una discarica ma un centro di raccolta, studiato per poter agire già in maniera differenziata.

Conclude la conferenza Danilo Sordi, ex sindaco di Gallicano, oggi esponente di Città metropolitana di Roma Capitale ,il quale tende a ribadire l'importanza della raccolta differenziata, e il fatto che l'ambiente e il rispetto di questo è uno dei pilastri su cui l'attenzione è concentrata. Anche quest'ultimo ribadisce l'importanza dell'isola ecologica, aggiungendo che sarà fatto il possibile per essere finanziata da Città metropolitana, nel comune di Labico.

Impegnamoci a differenziare per differenziarci. Angela Maria Gargano
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento