Domenica, 17 Ottobre 2021
Roma

Labico, la campagna elettorale si "accende" sui manifesti, i candidati sindaco calmano gli animi

La Campagna elettorale appena iniziata a Labico si tinge già di episodi dal sapore  anacronistico. Nei giorni scorsi  si e’ aperta la “guerra dei manifesti “iniziata sui social e poi continuata con reciproci

La Campagna elettorale appena iniziata a Labico si tinge già di episodi dal sapore anacronistico. Nei giorni scorsi si e' aperta la "guerra dei manifesti "iniziata sui social e poi continuata con reciproci

esposti. A dare fuoco alle polveri un cittadino di Labico che ha segnalato la presenza di un tabellone lungo la Casilina relativo alla presentazione della Lista "Tradizione e Progresso" del 13.5.2017 a cui indiscrezioni locali riferiscono essere seguito un esposto alle autorità. A tale segnalazione ne e' seguita un'altra relativa questa volta ad una affissione a pagamento (ma non esperibile in quanto molto al di fuori dei 30 giorni antecedenti la data delle elezioni ) della lista Labico Bene Comune. In entrambi i casi sembra che i disguidi siano stati dovuti ad episodi di natura tecnica, infatti da quanto appurato sembra che il tabellone sulla via Casilina, installato prima del termine di 30 giorni di moratoria delle affissioni prevista dalla legge elettorale non sia stato rimosso in tempo utile per un mero problema tecnico derivante dal ritardo della copertura con altra affissione (problema ovviato con rimozione del manifesto ed infatti l'affissione prevista al suo posto adesso e' ben visibile). Per la seconda affissione sembra invece che la richiesta al locale ufficio comunale sia stata fatta prima dei 30 giorni, tuttavia non avvedendosi che l'affissione sarebbe ricaduta successivamente a tale termine. Insomma l'Illustre TOTO' avrebbe definito tutto cio' "quisquiglie o pinzallacchere", e come se non bastasse Sabato Mattina i 4 candidati che concorrono alla carica di Sindaco hanno sottoscritto alla presenza del Sindaco uscente Alfredo Galli un appello congiunto ai loro sostenitori affinchè si usi moderazione nell'utilizzo dei social network nell'esprimere opinioni in sostegno delle rispettive parti politiche, citando addirittura casi in cui si sia trasceso nella sfera familiare. Una situazione abbastanza incandescente insomma che fa chiedere se sia utile tutto cio' per le esigenze che i cittadini di Labico hanno e per le loro aspettative sulla futura amministrazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labico, la campagna elettorale si "accende" sui manifesti, i candidati sindaco calmano gli animi

FrosinoneToday è in caricamento