Roma

Labico, presentato il progetto Thaz Italia. La città si prepara ad accogliere i turisti da tutta Europa

E' stato presentato nella sala consiliare di Palazzo Giuliani il progetto di turismo low cost denominato Thaz Italia.  A fare gli onori di casa il Sindaco di Labico Alfredo Galli che ha ringraziato i presenti che hanno riempito i posti a sedere.

E' stato presentato nella sala consiliare di Palazzo Giuliani il progetto di turismo low cost denominato Thaz Italia. A fare gli onori di casa il Sindaco di Labico Alfredo Galli che ha ringraziato i presenti che hanno riempito i posti a sedere.

"Grazie a questo importante progetto di turismo low cost la città di Labico verrà conosciuta in tutta Europa. Abbiamo aderito a questa iniziativa - ha spiegato il primo cittadino labicano - perché pensiamo che la nostra città meriti di entrare in questi prestigiosi circuiti e siamo sicuri che i nostri cittadini sapranno rispondere in maniera positiva. Questi, se vorranno, potranno mettere a disposizione dei posti letti o degli appartamenti ai turisti che verranno in città, con un flusso di presenze che potrebbero arrivare a 50 mila in un anno nelle nostre zone. Con un ritorno economico veramente sostanzioso, il tutto con un investimento minimo da parte dell'amministrazione comunale".

Andrea Cinosi presidente di Assolowcost a capo di questa iniziativa è poi entrato nel dettaglio della proposta. "Soci fondatori della nostra società sono stati Ikea, bravofly e decathlon e molte altre realtà come Terravision che collega 40 aeroporti in Europa con il centro delle grandi capitali.

Il progetto Thaz Italia (Ecco l'Italia) nasce dalla nostra stupenda nazione e per la precisione nel Lazio e poi arriverà in tutta Europa. Sarà il progetto di ricettività alberghiera più grande di sempre con 80mila posti letti a regime. Oggi il turista guarda all'esperienza delle cose che farà nel luogo dove va in vacanza. Le nostre linee guida sono racchiuse in quattro motti: dormi, gusta, scopri ed impara. Gusta i prodotti locali, scopri con i corsi di cucina ed impara a cucinare italiano, senza dimenticare il divertimento; il tutto a partire da 14 euro al giorno colazione inclusa nei bar della zona. Un'offerta molto ampia con la società Terravision che ha già trasportato sui loro pullman oltre 40 milioni di turisti. Il progetto verrà pubblicizzato entro fine anno in maniera massiccia sui vari media. Un'esperienza che dovrà coinvolgere tutto il paese con le loro associazioni e realtà presenti in loco. Ci sarà una struttura centrale per il check-in che darà lavoro a persone del posto. Da 100 comuni iniziali si punta ad arrivare a 400 a fine progetto. Dal turismo dovremmo far ripartire l'Italia. Da oggi potete prendere i contratti e portarli a casa per vederli con calma.

Due tipi di contratto di sei anni più sei con clausola di recesso al terzo anno (con le normali tutele con manutenzione ordinaria e bollette a carico di Terravision e quella straordinaria al proprietario).

Prima tipologia: vuoto per pieno con 1800 euro l'anno a struttura che verranno dati al proprietario dalla società.

Seconda tipologia: 100 euro al mese fissi per i primi 10 giorni del mese e 5 euro a posto letto al giorno per quelli che verranno occupati (con una previsione del 50 percento dei giorni disponibili in un mese). Ogni abitazione verrà assicurata per danni a persone ed a cose. Base minima monolocale con due posti letti in buone condizioni. Da dicembre parte la macchina organizzativa che dal primo giugno porterà i turisti nelle città.

A fare da tramite all'iniziativa nelle zone a sud di Roma l'ex consigliere regionale ed ex sindaco di Valmontone Angelo Miele.

"E' la prima volta nella storia che una società che ha i turisti li mette a disposizione dei paesi in cambio di alloggi. Un modo importante per far ripartire il sistema paese in toto con tutte le sue peculiarità. È un treno che passa e che poi non passerà più. I turisti dovranno vivere alla labicana con i loro prodotti e le loro ricchezza".

Presente all'incontro anche Fabrizio de Castris dell'ASP (agenzia sviluppo Provincia). "Noi lo abbiamo sposato appieno questo progetto e ce ne siamo fatti portavoce nelle nostre zone perché dietro c'è un imprenditore solido come Terravision che è un leader consolidato in Europa che sta espandendosi anche in America. Con le sue strutture si punta a raggiungere i cento milioni di visitatori. Un esperienza unica legata a quello che il territorio sa offrire in tutti i 12 mesi per offrire nuovi tipi di lavoro".

L'incontro si è chiuso con il pubblico che ha riempito di domande i relatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labico, presentato il progetto Thaz Italia. La città si prepara ad accogliere i turisti da tutta Europa

FrosinoneToday è in caricamento