Roma

Labico, Tulli (CeVL); Galli riapprova in Consiglio il Piano delle tasse!

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: “Se qualcuno ha mai sperato di vedere un ravvedimento da parte di Galli sul Piano di riequilibrio fatto di tasse e alchimie contabili, oggi ha avuto l'ennesima delusione. Noi questa illusione l'abbiamo persa da tempo e

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Se qualcuno ha mai sperato di vedere un ravvedimento da parte di Galli sul Piano di riequilibrio fatto di tasse e alchimie contabili, oggi ha avuto l'ennesima delusione. Noi questa illusione l'abbiamo persa da tempo e continueremo a dire di no in tutte le sedi opportune a questo piano." E' quanto afferma Nello Tulli, capogruppo di "Cambiare e Vivere Labico" in consiglio comunale, dopo l'approvazione oggi della nuova versione del Piano di riequilibrio finanziario, riportato in consiglio dopo le osservazioni e richieste di chiarimento da parte del Ministero dell'Interno.

"Il Ministero ha riportato, di fatto, gran parte delle nostre osservazioni e grazie al suo intervento sono emersi gli aumenti di tasse e tariffe che l'amministrazione aveva nascosto a marzo. - attacca Tulli - Scaccia trionfante rivendicava di non aver aumentato le tasse, oggi scopriamo noi che quest'anno ci sarà un drastico aumento della tariffa dello scuolabus e che il servizio idrico, nonostante I folli aumenti degli ultimi 3 anni (+65%) e la nuova legge regionale, è previsto ancora in aumento, con entrate al comune che passeranno da 712 mila a 800 mila euro in tre anni, per arrivare a 879 mila euro a fine piano!"

"Nelle carte questa volta si ammette che il comune non ridurrà la tassa sui rifiuti, nonostante il taglio di 199 mila euro del contratto, quindi il comune spenderà 900 mila euro, ma I cittadini pagheranno per 1 milione e 300 mila euro di tassa! Tutto questo per liberare risorse con cui sarà pagato il debito che Galli ha creato nella gestione dell'emergenza del sequestro del depuratore - spiega il consigliere labicano - A tal proposito segnalo come sia assurdo che dopo un anno e emezzo non ci sia ancora nessuna certezza sull'ammontare del debito, visto che ancora non è chiaro quante ditte accetteranno la riduzione unilaterale dei crediti con il Comune di Labico!"

"Infine, voglio rispondere al Sindaco Galli, che ci ha attaccato perché auspichiamo il dissesto finanziario - rilancia il consigliere di Cambiare e Vivere Labico - noi preferiamo un commissario ed il dissesto perché ad oggi Galli non è una garanzia né nella gestione economica dell'ente né nella qualità dell'Amministrazione. Il nostro timore con Galli è fermo e sempre più in un piano inclinato verso il declino generale e lo stesso piano finanziario non lo riteniamo credibile, perché basato solo sugli aumenti delle tasse e su presunti risparmi, mentre le valutazioni degli immobili eventualmente venduti non sono state fatte da soggetti esterni e ci appaiono chiaramente sovrastimate!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labico, Tulli (CeVL); Galli riapprova in Consiglio il Piano delle tasse!

FrosinoneToday è in caricamento