Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Roma

Labico, Tulli (CeVL): "Maggioranza costretta a ritirare un punto all'ordine del giorno"

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DAL CONSIGLIERE NELLO TULLI: “Alfredo Galli è stato costretto alla ritirata strategica stamattina in aula consiliare incalzato dalle mie domande sulle incongruenze degli atti portati in discussione. Incapacità e...



RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DAL CONSIGLIERE NELLO TULLI: "Alfredo Galli è stato costretto alla ritirata strategica stamattina in aula consiliare incalzato dalle mie domande sulle incongruenze degli atti portati in discussione. Incapacità e impreparazione l'hanno convinto a ritirare il punto all'ordine del giorno sulla società partecipata. - è il sunto soddisfatto di Nello Tulli, consigliere comunale di "Cambiare e Vivere Labico".

"La discussione sul nuovo contratto di servizio con la società Azienda Speciale Servizi Comuni, partecipata dai comuni di Labico Colleferro Valmontone e Gavignano, è stata rimandata perché nessuno ha saputo rispondere a tre nostre domande: perché se il nostro contratto di servizio, in discussione oggi, prevede spese per 36.000 euro nel bilancio della partecipata ne compaiono 46.000 per il 2013 e 56.000 nel 2014? In base a quali atti è stato redatto il bilancio della partecipata, che deve essere approvato dai Consigli Comunali? Perché ci sono servizi estesi al comune di Labico nel documento di programma dell'ASSC 2013 - 2015 di cui nessuno è a conoscenza e il consiglio non li ha mai votati? Il Sindaco l'Assessore competente e il direttore Filonardi di ASSC non hanno saputo o voluto risponderci e Galli ha preferito riportare indietro la delibera! A questo si aggiunga l'assenza di una relazione tecnica al bilancio, per cui è stata giustamente posta una questione procedurale "

"Con la nostra attenta azione consiliare abbiamo evitato, purtroppo solo per ora, che con i nostri soldi venga foraggiato l'ennesimo carrozzone pensato per fare quelle assunzioni oggi bloccate dalla spending review, assunzioni che, attraverso la partecipata, possono essere molto meno trasparenti e partecipate, come è stato per il tirocinio del 2012, con la gara fatta dal 2 al 10 agosto nel silenzio più totale!"

"A Labico, tra i molteplici problemi legati a tasse e disservizi, un cimitero abbandonato, la biblioteca chiusa, l'emergenza delle scuole, la sicurezza della Casilina, l'attenzione di Galli si concentra sull'assunzione di una o due persone al comune, tanto da convocare in fretta e furia questo consiglio, ma, preso in castagna, ha dovuto fare ammenda e ritirarsi - continua la sua dura analisi Tulli".

"Questo però non basta a noi dell'opposizione. Galli continua con la sua arroganza, non dando la possibilità di discutere le nostre mozioni e le nostre interrogazioni, non da la possibilità di riprendere i lavori dell'aula, intima ai commercianti di non accettare i fogli informativi delle opposizioni: agisce da padrone del paese. Per noi è inaccettabile e in ogni modo cercheremo di contrastarlo!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Labico, Tulli (CeVL): "Maggioranza costretta a ritirare un punto all'ordine del giorno"

FrosinoneToday è in caricamento