Venerdì, 15 Ottobre 2021
Roma

Mentana, a Fonte Nuova si stava scagliando sull’auto dove la sua ex si era rifugiata insieme al figlio di 3 anni. bloccato

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Mentana hanno arrestato un barista di 32 anni residente a Roma con l’accusa di atti persecutori e maltrattamenti in famiglia.

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Mentana hanno arrestato un barista di 32 anni residente a Roma con l'accusa di atti persecutori e maltrattamenti in famiglia.

L'uomo, da tempo separato dalla sua compagna, è stato sorpreso dai militari a Fonte Nuova mentre tentava di forzare la portiera dell'autovettura dove la sua ex si era rinchiusa per sfuggire all'aggressore insieme al figlioletto di 3 anni.

I Carabinieri, vista la situazione, dopo l'ennesima richiesta di aiuto da parte della donna, che viveva ormai in uno stato di soggezione e di paura, hanno arrestato il 32enne che, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Tivoli, è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Purtroppo non si tratta del primo episodio che li vede come protagonisti: l'ultimo intervento dei Carabinieri, reso necessario per evitare il peggio tra i due ex, risale al primo settembre scorso, ma la brutta storia è iniziata nell'estate del 2012, con un susseguirsi di denunce tra i due per lesioni, molestie telefoniche, percosse e ingiurie.

CAMPAGNANO ROMANO, AMBULANTE CON IL POLLICE VERDE COLTIVA MARIJUANA NEL GIARDINO

Un venditore ambulante, prossimo alla pensione, residente a Campagnano di Roma e con il pollice verde, è stato tratto in arresto perché sorpreso dai Carabinieri della locale Stazione mentre era intento a curare la crescita di alcune piante di cannabis indica.

I militari in servizio di perlustrazione hanno notato spuntare, appena al di sopra della siepe di recinzione della casa del commerciante, alcune foglioline sospette e per questo hanno deciso di attendere chi si dovesse prendere cura di loro. L'attesa non è stata eccessiva, infatti poco dopo è arrivato il proprietario dell'abitazione, M.P. le iniziali, che amorevolmente ha iniziato a prendersi cura dei gerani e delle 8 piante di marijuana, già ricche di infiorescenza e quindi del principio attivo stupefacente. Per questo i Carabinieri lo hanno bloccato e dopo aver sradicato le piante hanno dato corso alla perquisizione domiciliare rinvenendo ulteriori 40 grammi della medesima sostanza, già essiccata e pronta alla vendita, nonché un piccolo panetto di hashish dal peso netto di 20 grammi. Oltre allo stupefacente è stato rinvenuto anche un bilancino di precisione e tutto il materiale idoneo al confezionamento e coltivazione della droga. Il commerciante, ormai non più in "erba", è stato sottoposto agli arresti domiciliari, come disposto dall'Autorità Giudiziaria di Tivoli,

MONTI, LITE, DANNEGGIAMENTO E DETENZIONE DI COCAINA IN UN B&B. I CARABINIERI ARRESTANO DUE OSPITI E SEQUESTRANO 30 GRAMMI DI DROGA.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato due cittadini peruviani, di 22 e 38 anni, con precedenti penali, che sotto l'effetto di alcol e droga, all'interno di un B&B dove erano ospiti, nel rione Monti, per futili motivi, hanno iniziato a picchiarsi reciprocamente, colpendosi violentemente con calci e pugni, danneggiando anche gli arredi della stanza. I militari giunti sul posto, a seguito di una segnalazione giunta al numero di pronto intervento 112, nel tentativo di separarli, sono stati aggrediti. Dopo aver riportato la calma, nel corso della perquisizione della camera, hanno rinvenuto, sopra un tavolo, circa 30 g di cocaina ed un bilancino di precisione. Dopo aver sequestrato il tutto, i due litiganti sono stati ammanettati e portati in caserma dove sono stati trattenuti a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

LADRO DI BICICLETTE MINORENNE ARRESTATO DAI CARABINIERI. SCOPERTO MINACCIA CON UN PUNTERUOLO.

E' entrato nella sede di una Fondazione in viale del Policlinico, dove aveva adocchiato una bicicletta di suo gradimento, un cittadino tunisino di 17 anni, nella Capitale senza fissa dimora e già conosciuto alle forze dell'ordine, non ha saputo resistere alla tentazione ed è saltato in sella tentando di allontanarsi. Il proprietario della bici, accortosi del furto, insieme a due colleghi, gli ha sbarrato la strada tentando di farsi restituire la bici. Per tutta risposta il ragazzino ha estratto un punteruolo e li ha minacciati. Quello che il ladruncolo non si aspettava che il parapiglia era stato notato anche da altre persone che avevano già contatto il "112". In pochi minuti, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro sono intervenuti bloccando il ladro e restituendo la bici. Il cittadino tunisino è stato accompagnato nel Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli dove rimarrà a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, di fronte alla quale dovrà rispondere di tentata rapina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mentana, a Fonte Nuova si stava scagliando sull’auto dove la sua ex si era rifugiata insieme al figlio di 3 anni. bloccato

FrosinoneToday è in caricamento