menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Monterotondo Porta Garibaldi

Monterotondo Porta Garibaldi

Monterotondo, martedì 4 verrà presentato il Piano di Zona 2014

Tutti i servizi in mostra in una  “piazza sociale” aperta all’interazione con il territorio. Sarà presentato in questo modo, martedì 4 novembre in biblioteca comunale Angelani (piazza don Minzoni, ore 15.30/18.00), il Piano sociale di zona 2014...

Tutti i servizi in mostra in una "piazza sociale" aperta all'interazione con il territorio. Sarà presentato in questo modo, martedì 4 novembre in biblioteca comunale Angelani (piazza don Minzoni, ore 15.30/18.00), il Piano sociale di zona 2014 dei Comuni di Monterotondo (capofila distrettuale), Mentana e Fonte Nuova.

Le quattro aree tematiche in cui si articola la programmazione dei servizi sociali, socio-sanitari ed educativi distrettuali (minori e famiglia, anziani, disabilità e salute mentale, coesione sociale) saranno illustrati, con l'ausilio di materiali informativi e con la presenza di operatori, ciascuna in uno spazio dedicato e aperto ai contatti, al confronto, alle indicazioni e alle proposte di quanti vorranno partecipare, in primo luogo medici di base, pediatri, operatori sanitari, dirigenti scolastici, Caf, sindacati, Centro per l'Impiego, servizi sanitari, comitati di quartiere, associazioni di volontariato, culturali e di categoria.

«Abbiamo pensato alla presentazione del Piano distrettuale - afferma l'assessore alle politiche sociali Anna Foggia - non come ad una conferenza o ad una semplice serie di interventi ma come ad uno spazio aperto, una piazza appunto, nella quale far incontrare chi cura e segue i tanti servizi alla persona attivi sul territorio e il pubblico, in primo luogo ma non solo, quello qualificato dei portatori di interesse. Un contatto diretto che crediamo possa aiutare molto a migliorare la conoscenza, la consapevolezza e la percezione diffusa della rete di servizi esistenti, a stimolare ulteriormente il lavoro delle realtà impegnate, a incrementare l'interazione tra queste e le realtà o i singoli potenzialmente interessati ad una collaborazione».

Nell'occasione verranno presentati i nuovi servizi di prossima attivazione - la rete integrata a sostegno delle donne, il pronto intervento sociale h24, gli interventi di contrasto all'emergenza povertà e al disagio abitativo - che andranno ad integrare il già vasto e articolato carnet di servizi, interventi, iniziative attuali e il lavoro svolto nei diversi centri di attività sociale presenti sul territorio, il cui elenco è davvero ampio: le case famiglia, il polo affido, le attività educative domiciliari e d'integrazione scolastica, il centro per le famiglie, quello per gli anziani fragili e i servizi a loro rivolti, i centri e i servizi d'orientamento giovanile e di sostengo psico e socio-sanitario, la comunità alloggio, il centro di contrasto alle dipendenze, i progetti di inclusione sociale anche in ambito lavorativo, il last minut market e molti altri ancora.

Saranno presenti all'iniziativa anche il consigliere regionale Marta Bonafoni, il direttore regionale delle Politiche sociali Alberto Sasso D'Elia e il sindaco Mauro Alessandri, che afferma: «Il ruolo di comune capofila del distretto ha consentito a Monterotondo di contribuire a diffondere, su base territoriale, quell'inestimabile patrimonio di esperienza e di solidarietà sociale che da sempre caratterizza la nostra città. Un patrimonio che nonostante i tagli ai trasferimenti sempre più penalizzanti continuiamo non soltanto ad assicurare ma che anzi, di fronte all'inasprirsi della crisi, economica e sociale, che sta ampliando a dismisura il numero dei cittadini bisognosi di assistenza e aiuto, siamo impegnati ad incrementare e ad ottimizzare, attraverso un lavoro sinergico con tutti gli attori che operano nel settore. Un patrimonio che merita di essere conosciuto e valutato appieno per quello che è, per quello che fa, per l'intrinseca utilità sociale che svolge. Un plauso, quindi, alla particolare modalità di presentazione studiata quest'anno per il Piano di zona che lo organizza e lo coordina, funzionale proprio ad accrescere consapevolezza e conoscenza tra i cittadini».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento