Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Roma

Palestrina, perde una mano a causa dello scoppio di un potente petardo

< !--> < !--> < !-->Poco dopo la mezzanotte, purtroppo, si è verificato un incidente del quale si stanno occupando i Carabinieri della Compagnia di Palestrina. Un cittadino romeno di 35 anni è stato portato all’ospedale di Palestrina...

Poco dopo la mezzanotte, purtroppo, si è verificato un incidente del quale si stanno occupando i Carabinieri della Compagnia di Palestrina. Un cittadino romeno di 35 anni è stato portato all'ospedale di Palestrina con gravi ferite ad una mano, riportate a causa dello scoppio di un grosso petardo che stava maneggiando durante i festeggiamenti.

Vista l'entità delle lesioni ne è stato disposto il trasferimento d'urgenza all'Aurelia Hospital di Roma. Il referto parla chiaro: l'uomo ha subìto un'"amputazione della mano destra da scoppio di petardo".

I controlli dei carabinieri sono proseguiti per tutta la notte.oltre 600 kg sequestrati dai carabinieri del comando provinciale di roma con 3 persone denunciate.Sono proseguiti anche nelle ultime ore che hanno preceduto l'arrivo del nuovo anno i controlli dei Carabinieri a Roma e Provincia finalizzati a contrastare il fenomeno della detenzione e della vendita di materiale esplodente e di giochi pirici pericolosi o illegali.

Dopo i 220 Kg di "botti" requisiti nei giorni scorsi, con 5 persone arrestate e 3 denunciate, il bilancio dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma si è rafforzato con il sequestro di oltre 600 Kg di materiale pirico detenuto illegalmente. Tre persone, tutti cittadini cinesi, sono state denunciate a piede libero.

Il primo ingente sequestro è stato eseguito dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere e della Stazione Roma Porta Portese in due negozi di articoli per la casa, ubicati rispettivamente in via Oderisi da Gubbio e via Enrico Fermi. I militari hanno eseguito delle ispezioni negli esercizi commerciali, di proprietà di due cittadini cinesi, scoprendo, nei retrobottega, le "Santa Barbara" di botti classificati nelle categorie IV e V, detenuti illegalmente e senza le opportune cautele per la sicurezza propria e altrui. Vista la quantità del materiale rinvenuto, che possiede una massa attiva calcolata in circa 1 quintale di polvere pirica, è stato necessario affidarlo in custodia giudiziale ad una fabbrica di fuochi d'artificio ubicata nel comune di Sant'Angelo Romano.

Poco dopo, i Carabinieri della Stazione di Fiumicino hanno denunciato a piede libero un altro cittadino cinese, anche questo titolare di un negozio di casalinghi ubicato in via del Faro, che aveva messo in vendita, senza la prescritta licenza, oltre 3 Kg di artifizi pirotecnici.


Soprattutto in queste ore successive ai festeggiamenti, sono importanti queste raccomandazioni dei Carabinieri:

§ Quando si trovano fuochi d'artificio che funzionano male e perciò non bruciano, non si deve mai cercare di riaccenderli ma bisogna allontanarsi dalla zona e segnalare la loro presenza alle forze di Polizia per la loro corretta inertizzazione, mediante l'intervento di personale specializzato.

§ Non cercare di accendere i fuochi trovati per terra: taluni impiegano ore (sino a 12) a bruciare il cartoncino pressato della spoletta. Il movimento del corpo nell'avvicinarsi ad un fuoco inesploso, a causa del piccolo movimento di aria che si crea, può alimentare la fiammella provocando l'esplosione.

§ Non provare a recuperare la miscela esplosiva od esplodente dai fuochi non esplosi e non provare a costruire fuochi d'artificio artigianali: delle semplici cause esterne tipo la pressione, l'urto, lo sfregamento ed il calore potrebbero determinare un'esplosione non controllata, con conseguenze anche gravi.

CONTROLLI DI "FINE ANNO" DEI CARABINIERI. NOVE PERSONE ARRESTATE, ALTRE 2 DENUNCIATE A PIEDE LIBERO.

Prosegue il piano predisposto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, in occasione delle Festività di fine anno, che prevede il rinforzo dei quotidiani servizi di controllo del territorio di Roma e Provincia. Il bilancio delle ultime ore parla di 9 persone arrestate e di 2 denunciate a piede libero.

Un cittadino tunisino di 24 anni è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia Roma piazza Dante, con la collaborazione dei militari della Compagnia Roma Centro e dell'8° Reggimento "Lazio", dopo essere stato notato in atteggiamento sospetto in via dello Scalo di San Lorenzo. I Carabinieri hanno deciso di seguire i suoi spostamenti fino a largo Sempione, dove il giovane è stato bloccato e trovato in possesso di 490 grammi di marijuana.

Altri 2 pusher, un altro cittadino tunisino di 23 anni ed una ragazza romana di 25 anni, sono stati "pizzicati" dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante in via dei Sabelli, mentre stavano cedendo, dietro pagamento, alcune dosi di marijuana. Per la coppia sono scattate le manette ai polsi, mentre per l'acquirente "solo" la segnalazione all'Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntore di sostanze stupefacenti.

Stessa sorte, in via Perugia, per un giovane pusher del Mali di 22 anni e per il suo "cliente" che stava ricevendo alcune dosi di "erba" in cambio di denaro. Ad interrompere bruscamente la trattativa sono stati i Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere.

In piazza dei Cinquecento, invece, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno, prima, arrestato un ragazzo 21enne del Gambia per detenzione ai fini di spaccio di una decina di dosi di marijuana, poi denunciato a piede libero un 42enne originario della provincia di Oristano, ma da tempo residente a Roma, sorpreso all'interno della stazione Termini in possesso di un coltello e di una mazza ferrata.

Altri due spacciatori sono stati arrestati in via La Contea, a Casetta Mattei, e in via Enrico Folchi, a San Basilio: nel primo caso, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno bloccato un pusher romano di 40 anni, con precedenti, mentre stava consegnando ad un acquirente alcune decine di dosi di marijuana. Grazie alla perquisizione scattata successivamente nella sua abitazione, i militari hanno potuto recuperare altri 20 grammi di cannabis indica. Il secondo arresto, invece, è stato eseguito nei confronti di un 28enne originario della provincia di Salerno, ma residente a Roma, sorpreso dai Carabinieri della Stazione Roma San Basilio in possesso di alcune dosi di cocaina e oltre 500 euro in contanti, ritenuti frutto della sua attività di spaccio e quindi sequestrati insieme alla droga.

Nello stesso contesto operativo, i Carabinieri hanno eseguito controlli amministrativi a locali pubblici, bar e ristoranti, elevando sanzioni per complessivi 18.166 euro. A finire nei guai sono stati i gestori di due bar del Pigneto, sorpresi a vendere bevande alcoliche in orario non consentito, e il proprietario di un terzo bar ubicato in zona Portuense sanzionato dai Carabinieri, in collaborazione con i militari del N.A.S. In questo caso sono state contestate violazioni in materia di igiene e per detenzione di prodotti scaduti di validità e privi delle previste indicazioni di legge.

Inoltre, un ragazzo dell'Ecuador di 30 anni è stato denunciato a piede libero poiché, in piazzale del Verano, è stato trovato alla guida di un autovettura nonostante non avesse mai conseguito la patente di guida.

Funzionano anche i presìdi fissi dislocati nei punti strategici della Capitale: i Carabinieri in servizio di Stazione Mobile in piazza dei Cinquecento hanno arrestato una cittadina romena di 21 anni con l'accusa di tentato furto aggravato. La ragazza è stata sorpresa mentre stava tentando di appropriarsi di alcuni capi di abbigliamento, da cui aveva forzato le placche del sistema antitaccheggio, in un esercizio commerciale del "Forum Termini".

A piazza Vittorio, infine, i Carabinieri della Stazione Mobile posizionata nei pressi dei giardini "Nicola Calipari", hanno arrestato un cittadino algerino di 32 anni che dopo aver infranto il deflettore di un'auto parcheggiata nella vicina via Principe Umberto, stava tentando di portare via delle valigie contenenti attrezzatura e abbigliamento da sci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palestrina, perde una mano a causa dello scoppio di un potente petardo

FrosinoneToday è in caricamento