Paliano, altro che carta e cartoni all'Amasona arriveranno rifiuti di ogni tipo

Nel prendere atto della replica sgarbata, come al solito, del selfiemaniaco sindaco Alfieri Chi?  ad un nostro articolo sull’autorizzazione concessa dall’amministrazione Provinciale per una discarica di inerti in località Amasona e non al...

Paliano, altro che carta e cartoni all'Amasona arriveranno rifiuti di ogni tipo

Nel prendere atto della replica sgarbata, come al solito, del selfiemaniaco sindaco Alfieri Chi? ad un nostro articolo sull’autorizzazione concessa dall’amministrazione Provinciale per una discarica di inerti in località Amasona e non al Castellaccio (questa è l'unica cosa giusta della precisazione) cercheremo di tornare sull'argomento con ulteriori delucidazioni.

L'ex sindacalista, che nei giorni scorsi sulla vicenda delle maestre senza stipendio da mesi al Treninonido comunale è stato preso a "schiaffi in faccia" proprio dalla CGIL e dalla CISL, cerca di scaricare la colpa al Presidente dell’Amministrazione Provinciale, ma basta leggere con attenzione il documento per capire dove sono le "colpe" anche dell'amministrazione. A pagina 2 del testo che abbiamo pubblicato si legge: “Visto il parere del Comune di Paliano acquisito come favorevole essendo trascorsi 30 giorni dalla Conferenza del 18/07/2016 senza nessun riscontro”…. e viste tutte le altre autorizzazione: Vigili del Fuoco, ASL, Arpa Lazio ecc.. determina di approvare il progetto presentato dall’impresa E.G. Ambiente SRL con sede legale in Paliano, via Berlino, loc. Amasona km 54,20 al trattamento di Imballaggi Compositi, Imballaggi di materiali misti, altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico di rifiuti diversi da quelli della voce 19-12-11. Rifiuti urbani non differenziati, residui della pulizia stradale ecc…" alla faccia di carta e cartoni tanto decantati. E' praticamente impossibile che lui e la sua squadra di governo non sapessero niente di questo capannone che raccoglierà carta, plastica ecc. Ora vadano in piazza dai cittadini e dicano come stanno le cose veramente.

Di seguito la nota sgarbata pubblicata sul suo profilo facebook che denota tutta la sua arroganza e per la quale ci riserviamo venerdì 9 di presentare, presso la locale stazione dei carabinieri, un'altra querela per diffamazione cosi che tutti i soldi che dovrà sborsare il primo cittadino andranno in beneficenza alla Caritas di Paliano.

Ho accettato per molto tempo i consigli di molti amici di non reagire a provocazioni. Ma oggi si è superato il limite della provocazione, dell infangare, della menzogna e della vergogna. Oggi in un articolo nel solito sito di informazione, a firma del solito pubblicista, mi si accusa di aver autorizzato la nascita di una nuova discarica a Castellaccio o non si capisce CDR o cosa. Nulla di più falso. Nulla di tutto ciò nascerà ne è stato autorizzato dal sottoscritto. La Provincia e non il comune ha autorizzato l’ avvio di una attività all’ interno di un capannone in zona Amasona e non a cielo aperto, di un impianto di preselezione e recupero di materiali non pericolosi. Al massimo 35 mila tonnellate annue riguardanti cartone, plastica, legno e ingombranti che non avrà alcun impatto ambientale in quanto L attività avverrà all’ interno del capannone ed il comune attraverso l’ ufficio ambiente ha verificato tutte le norme di sicurezza.

Alla vergogna non c è limite ma questo signore dovrà rispondere nelle sedi giudiziarie di tutte queste calunnie”. Domenico Alfieri Inoltre, ci chiediamo, visto che ha alle "sue" dipendenze due redattori che paghiamo noi cittadini, poteva farsi consigliare sul come fare la rettifica del pezzo eventualmente, perché ha cercato di coprire con una pezza un buco troppo grosso. Noi siamo giornalisti, iscritti nell'elenco pubblicisti, dal lontano 1979 mentre quelli che "adopera" in redazione del suo “Comunicare” non lo sono e purtroppo per loro non lo potranno essere mai, anzi metteranno in croce lo stesso Sindaco che li ha autorizzati a firmare gli articoli. Inoltre, ci chiediamo ma il sindaco queste cose non le sa, esiste una delibera di giunta per la nomina a redattori dei due giovani? Questi, secondo il contratto nazionale dei giornalisti dovrebbero percepire circa 2.400,00 euro al mese cadauno, quindi chi ha autorizzato tale spesa? Una volta finita, pensiamo anche anzitempo, l'amministrazione Alfieri, il primo cittadino sa che questi ragazzi potrebbero fare cause di svariate miglialia di euro al comune? e chi li pagherà questi soldi? Ma non sarà il caso, forse, che il selfimaniaco sindaco torni a fare il sindacalista o se prferita il commerciante capitalista di sinistra con tanto di negozio di sport con il suo cognome nell'insegna? Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento