Sabato, 24 Luglio 2021
Roma

Paliano, il Credito Cooperativo festeggia i 105 anni con Papa Francesco

Lo scorso 5 novembre, i soci del Credito Cooperativo di Paliano sono stati ricevuti all’udienza generale del Santo Padre Francesco, per festeggiare i 105 anni di vita.

Il Presidente Capitani Saluta il Papa

Lo scorso 5 novembre, i soci del Credito Cooperativo di Paliano sono stati ricevuti all'udienza generale del Santo Padre Francesco, per festeggiare i 105 anni di vita.

"Quest'anno abbiamo voluto interpretare la volontà della gente", così ha esordito il Presidente della Banca, Giulio Capitani, "legata con affetto a Papa Francesco che, in poco più di un anno è riuscito a cambiare il volto della Chiesa, con il suo modo di fare semplice, il suo volto sereno e l'umanità dei suoi gesti".

La commozione dei Soci è esplosa con un lungo applauso quando il Beatissimo Padre ha salutato con un caloroso benvenuto i Soci del Credito Cooperativo di Paliano, esortando essi e tutti gli uomini a promuovere la cultura dell'incontro, riconoscendo il volto del Signore nel volto dei più bisognosi.

La giornata si è aperta sotto una pioggia battente che non è bastata a fermare la volontà dei Soci di incontrare il Santo Padre. Soci che in più di 400 si sono recati in Vaticano per incontrare da vicino un Papa tanto amato.

L'orazione di Papa Bergoglio ha toccato in modo cruciale la comunità dei Vescovi: "Quando Gesù ha scelto e chiamato gli Apostoli, li ha pensati non separati l'uno dall'altro, ognuno per conto proprio, ma insieme, perché stessero con Lui, uniti, come una sola famiglia" Questo è il più bel richiamo alle radici profonde del movimento del Credito Cooperativo, l'unione dei singoli allo scopo di favorire il bene comune.

Dopo la benedizione, Papa Bergoglio ha salutato, tra le altre personalità, il Presidente Giulio Capitani ed il Sindaco di Paliano, Domenico Alfieri, con il quale ha affettuosamente scambiato alcune battute.

La festa è proseguita con il pranzo, offerto dalla Banca ai Soci intervenuti, e terminata con dei suggestivi fuochi artificiali che hanno chiuso la giornata e con essa il 105° anno di vita del Credito Cooperativo di Paliano.

"La giornata è stata molto intensa ed in particolare l'incontro con il Papa è stato molto commovente", ha riferito al termine della festa il Presidente Giulio Capitani, "Credo che il ricordo di questa giornata lo terrò sempre come uno dei più belli della mia vita".

Dello stesso parere i Soci intervenuti, intervistati da una televisione locale che ha, per l'occasione, realizzato un filmato che ripercorrerà le tappe dell'evento.

A fare da padrone di casa per i Soci della BCC di Paliano in Piazza San Pietro insieme al Presidente Giulio Capitani il Direttore generale dell'istituto di credito palianese Giorgio Prili che ha voluto raccontarci le sue sensazioni e nel farlo ci ha dato anche lo stato di salute economico dell'istituto che presiede.

"Sugli oltre 850 soci della nostra BCC ben 400 sono voluti essere presenti qui a Roma per questa bellissima giornata ricca di ricordi al fianco di un personaggio eccezionale come Papa Francesco. Come ogni anno anche questa volta abbiamo cercato di dare il massimo alla nostra compaginesociale. Siamo riusciti nell'intento di far provare nuove emozioni ai nostri soci".

Poi il piano del discorso si è spostato sul piano economico e finanziario della Banca. "Abbiamo un patrimonio tra i 22 ed i 23 milioni di euro annui, gli impieghi intorno agli 80 Mln ed una raccolta diretta che sfiora i 100 milioni, mentre quella indiretta è intorno ai 25 milioni. Una struttura che, malgrado le difficoltà del periodo, è in crescita ed è attenta alla situazione nazionale ed internazionale. Noi cerchiamo di essere attenti e di essere, per quanto possibile, vicini alle famiglie ed alle imprese".

Direttore, cosa manca a questa banca per fare un salto di qualità in alto? "Tutti i giorni diamo il massimo. Tutti dobbiamo fare un'ulteriore sforzo perché si possono raggiungere dei risultati ancora migliori. La crisi c'è ed è reale. Quando ci confrontiamo con gli altri direttori nella federazione notiamo che diverse Casse hanno diversi problemi. La federazione è di sostegno e cerca di starci vicino in questo momento difficile. Noi abbiamo risalito la china e adesso ci sentiamo protetti. La banca può dare la massima tranquillità a tutti, certo delle problematiche ci sono e non le nascondiamo, ma vi assicuro che ce la stiamo mettendo tutta".

E' questa l'occasione per presentare tutto Consiglio di Amministrazione presieduto da Giulio Capitani affiancato da Giuseppe Spera e dai consiglieri: Paolo Calvario, Maurizio Collalto, Ercole Di Meo, Antonio Angelo Romani, Amerigo Romolo, Corrado Ruggeri e Corrado Pontecorvo. Però, ci sembra doverosol ricordare anche Ruggero Minori, Consigliere d'amministrazione deceduto pochi mesi fa.

Il Collegio Sindacale invece è composto da: Crescenzo Flamini Presidente, Stefano Cenciarelli e Roberta Coccarelli effettivi. Il Collegio dei probiviri è composto da Sergio Troiani, presidente; Elena Giuliani e Donatella Pede menbri effettivi. La Direzione generale è affidata a Giorgio Prili, vicedirettore Alfredo Zarlenga.

La banca opera in una vasta zona a Sud di Romacon le filiali di Colleferro e Valmontone ed a Nord della Ciociariacon la filiale di Paliano, dove c'è anche la sede centrale ed è nata 105 anni fa e la filiale di Serrone.

Foto e servizio di Giancarlo Flavi - vietata la riproduzione anche parziale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paliano, il Credito Cooperativo festeggia i 105 anni con Papa Francesco

FrosinoneToday è in caricamento