menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
DCIM102GOPRO

DCIM102GOPRO

Paliano il  Jobs Act  si attua grazie alle nuove linee delle aziende di Gerardo e Rino Iamunno

Con il lancio di Sessanta la nuova linea dei bagni e dopo l’inaugurazione dello Show Room che sta creando nuove emozione, l’ampliamento dell’azienda  con l’internazionalizzazione verso il nord d’Africa e Turchia con la conseguente assunzione di...

Con il lancio di Sessanta la nuova linea dei bagni e dopo l'inaugurazione dello Show Room che sta creando nuove emozione, l'ampliamento dell'azienda con l'internazionalizzazione verso il nord d'Africa e Turchia con la conseguente assunzione di tre dipendenti attraverso il Jobs Act il Gruppo dei fratelli Rino e Gerardo Iamunno (che comprende la Gran Tour Bagno e la Rainbox ) si presenta con nuove idee e nuove soluzioni per la casa, ma soprattutto per il bagno.

La Gran Tour bagno è situata a Paliano, lungo l'autostrada del sole A1 zona industriale Amasona con una proprietà di 50.000 mq di cui 12.000 coperti, produce mobili da bagno e box doccia con un fatturato medio di circa 7 milioni di euro e ha circa 50 dipendenti con 600 rivenditori nazionali e 28 agenti sul mercato da oltre cinque anni. Da diversi anni in collaborazione con i sindacati ha dato inizio al premio di produttività di circa ? 100,00 al mese (1200 annui) a coloro che eliminano durante la lavorazione la maggior parte dei difetti al fine di migliorare il prodotto.

Un'azienda che sta crescendo assieme ai suoi operai che vengono trattati come collaboratori tanto che Rai Parlamento l'ha scelta, in collaborazione di Unindustria Lazio di cui Gerardo Iamunno è Presidente Piccola Unindustria Frosinone, per presentare l'attuazione della nuova legge nazionale del Jobs Act.

Un'azienda che fa corsi di formazione per gli operai, venditori e distributori, che aggiorna in continuazione.

L'azienda palianese sta per assumere tre persone e Gerardo Iamunno ha illustrato al collega Fabio Antonini che lo ha intervistato (la trasmissione andrà in onda su RAI 1 Sabato 17 alle ore 7.05) il perché è favorevole alle assunzioni a tempo indeterminato, promosse con la nuova legge del Jobs Act, poiché le industrie hanno uno sgravio per un periodo massimo di 36 mesi per un importo pari a 25.000 Euro a persona nei primi tre anni.

Il nuovo contratto a tempo indeterminato a tutela crescente permette, inoltre, ai lavoratori di potersi rivolgere alle banche per ottenere un prestito per il futuro perché ci dice Iamunno: "La stabilizzazione del lavoro con le assunzioni si tradurrà in uno stimolo al mercato interno. Le famiglie possono tornare a pensare al futuro. Credo che avremo una ripresa di consumi e cresceranno anche le richieste di mutui e si bloccherà la caduta dei consumi, riusciremo finalmente a tradurre in un traino sul mercato interno la spinta sull'export. Credo che il Jobs Act punti anche a questo". Allora la ripresa la crea il jobt Act? "E' uno degli elementi che aiutano a crearla. D'altra parte è difficile pensare che, dopo sette anni di crisi durissima, basti un provvedimento a rimetterci in moto. Ne servono tanti insieme e credo che stiamo andando nella giusta direzione". E' vero che non si applica l'articolo 18 se si superano i 15 addetti in caso di assunzioni con il Jobs Act? "Il nuovo contratto a tutele crescenti vale con le stesse regole per tutte le assunzioni, senza distinzione tra aziende con meno o più dipendenti. Le imprese che superano la soglia dei 15 grazie alle tutele crescenti non saranno più soggette ad applicare l'articolo 18 dello Statuto ( né sui vecchi né sui nuovi assunti). Le aziende saranno incentivate a crescere, anche perché oltrepassando la soglia dei 15 potranno per certi casi veder scendere l'indennizzo cui hanno diritto i licenziati". Quali sono le protezioni dei Lavoratori? "Con il contratto a tutele crescenti non avranno più le protezioni sui licenziamenti previste dall'art.18 dello Statuto. Il diritto al reintegro nel posto di lavoro scatterà solo per i licenziamenti discriminatori e per quelli disciplinari se il giudice accerterà che il fatto contestato non sussiste. Altrimenti ci sarà un indennizzo dalle 4 alle 24 mensilità".

Un provvedimento - secondo Iamunno - che andrebbe allungato nei prossimi anni per permettere più assunzioni anche in futuro e non solo per il 2015.

Giancarlo Flavi

SESSANTA

SESSANTA 4

Sessanta. E' un progetto ambizioso che nasce dalla necessità sempre più sentita di organizzare i vari spazi della casa con elementi d'arredo polifunzionali e complementari tra loro.

Una necessità celata dal desiderio di ritrovare forme e stili di vita di un recente passato riproposti in chiave contemporanea.

Protagonista assoluta di una nuova ricerca e di una nuova filosofia del piacere ( legittimo pensare alla famose Dolce Vita..) per l'arredo bagno e non solo, la collezione Sessanta ci accoglie in un atmosfera densa di suggestioni e contrasti imprevedibili.

Parliamo quindi di un "concept" innovativo che non si esaurisce solo ed esclusivamente nella classica " salle de bain" ma affronta con determinazione tutti i temi legati all'interior desing.

Un dinamismo compositivo che, sfruttando l'eleganza dei vari contenitori e l'originale linea di specchi e complementi, permette di realizzare l'ambiente desiderato e di personalizzare ogni singolo pezzo.

Un mix di contrasti e volumi contrapposti che crea configurazioni ogni volta sorprendenti in un magico gioco di equilibrio e funzionalità

Il raffinato decoro in teak, l'intensità espressiva della biomalta declinata su una palette di colori dai toni caldi e morbidi e le finiture in alluminio spazzolato ci indicano chiaramente che "materia" è la key word di tutta la collezione. Forma e materia tutto il resto si può immaginare?

E' questa una creazione del desing Ido Corradini ( Reggio Emilia 1959) il quale dopo aver finito gli studi negli anni 70, nel 1983 apre il suo primo studio di progettazione. Dal 1990 accelera il suo orientamento verso l'exibit desing, che si concretizza nell'ideazione di sistemi espositivi coordinati per le collezioni di ceramiche per l'architettura, l'arredo bagno e nella progettazione di show room di finiture d'interni, sia in Italia che all'estero, oggi suo settore di specializzazione primario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento