Paliano, il maltempo fa troppi danni. Chiusa la Selva per gli alberi pericolanti

Nella giornata di mercoledì 11 agosto la Selva è stata chiusa. Divieto di accesso-alberi pericolanti. Questo il cartello affisso ai due ingressi della Selva Monumento Naturale  di Paliano, da parte di alcuni funzionari della Regione Lazio, venuti...

Paliano, il maltempo fa troppi danni. Chiusa la Selva per gli alberi pericolanti

Nella giornata di mercoledì 11 agosto la Selva è stata chiusa. Divieto di accesso-alberi pericolanti. Questo il cartello affisso ai due ingressi della Selva Monumento Naturale di Paliano, da parte di alcuni funzionari della Regione Lazio, venuti, insieme ad alcuni assessori comunali a constatare di persona i danni causati dalle bombe d’acqua e alimentati da un forte vento che hanno buttato giù alberi secolari creando quindi uno stato di pericolo che deve essere rimosso al più presto.

Oggi, sono venuti il Vice Direttore Vicario Giuliano Tallone, accompagnato dal funzionario Regionale Dario Capizzi assieme al Direttore del Parco dei Monti Simbruni Paolo Grammiccia, accolti dal responsabile comunale di Paliano ed ex assessore Ugo Maria Germanò e dal nuovo assessore Simone Marucci i quali dopo un prolungato sopralluogo, insieme alla Guardia Regionale presente in Loco Sig. Lozzi, a scanso di pericoli ed equivoci hanno deciso di chiudere e quindi sigillare i due ingressi, visto il pericolo che soprattutto con il vento forte di questi temporali estivi vedono cadere piante come pere secche.

E’ stato anche deciso, che una squadra composta da una decina di uomini del Parco Dei Monti Simbruini, confluiranno alla Selva, per tagliare le piante cadute e soprattutto tagliare le piante pericolanti prima di Ferragosto, poiché il parco durante questo periodo è letteralmente presso d’assalto dalla gente.

Insomma, operai che dovranno mettere in sicurezza il sito del Monumento Naturale al fine di non creare danni soprattutto alle persone. Intanto il sindaco di Paliano, Domenico Alfieri ha fatto sapere tramite facebook che: - In questi giorni il mal tempo ha causato ingenti danni sul nostro territorio. Anche la Selva purtroppo – scrive il sindaco- ne è stata oggetto con caduta di moltissimi Alberi secolari e di rami causando una situazione che richiede importanti interventi. Oggi prontamente siamo intervenuti effettuando un sopralluogo congiunto con i Dirigenti dell Agenzia Regionale Parchi. Era presente il Dr Ugo Germanò delegato alle Politiche del Monumento Naturale e Simone Marucci. Sono stati programmati interventi per ripristinare la normale fruibilità de La Selva.

Ciò che fa male è la totale scorrettezza del Movimento Civico che oggi pubblica le foto de La Selva a seguito del mal tempo confrontandole con quelle di qualche tempo fa e cercando di far intendere in modo infimo che La Selva è in uno stato di abbandono permanente...Non hanno argomenti ma soprattutto non sanno che i Cittadini di Paliano non sono stupidi e non si fanno prendere in giro. Resta però un fatto la Selva non può essere abbandonata né dalla regione né dal Comune di Paliano, che si trovi una strada per dare una giusta valutazione al Monumento Naturale, il cui perimetro a nostro modesto giudizio va ristretto alla vera parte naturale e non quanto ci gira intorno e soprattutto i funzionali Regionali facciamo meno i burocrati e si adoperino per rilanciare la zona, perché questa è economia pura che non può stare ferma alla decisione dei politici locali o regionali ma ha bisogno di una "scossa" consistente. E proprio mentre stiamo scrivendo queste poche note, un’altra bomba d’acqua si è abbattuta su tutto il comprensorio creando nuovi danni. Si farà in tempo a far riaprire il Monumento Naturale per Ferragosto? E’ questa la domanda a cui chi di dovere deve dare la risposta. Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

  • Frosinone ancora una volta sotto i riflettori nazionali a livello enogastronomico: la Rai spiega il "metodo Dolcemascolo"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento