Giovedì, 28 Ottobre 2021
Roma

PD, Tonino Scaccia e Lucio Migliorelli sostengono la candidatura di Simone Costanzo a segretario provinciale

Il Presidente uscente del PD di Frosinone, Tonino Scaccia (capogruppo consiliare del PD di Alatri), in vista del rinnovo congressuale esprime la sua posizione sulle candidature a segretario:

Il Presidente uscente del PD di Frosinone, Tonino Scaccia (capogruppo consiliare del PD di Alatri), in vista del rinnovo congressuale esprime la sua posizione sulle candidature a segretario: "Sono stato Presidente in un momento molto delicato per il Partito, attraversando una fase molto travagliata. Una stagione caratterizzata da asprezze che non vogliamo ripetere. E' venuto il tempo di voltare pagina. Il congresso è il momento delle scelte, io scelgo di sostenere Simone perché è riuscito a gettare le basi per porre in atto una candidatura che vuole porre fine alle correnti per essere finalmente un Partito vero, unito e coeso. Lo dimostra il fatto che la candidatura di Costanzo è sostenuta da tutte le anime del partito. E' un progetto trasversale che punta a farci recuperare la passione per la politica, nella chiarezza della posizioni. Al contrario di chi, in maniera furbesca, dice di sostenere due o tre candidature a segretario. Occorre superare la burocratizzazione del nostro partito fatto di linguaggi che servono solo ai politici passando sulla testa dei cittadini. Scriveva Gramsci "gli intellettuali sanno, ma non sempre sentono; i cittadini sentono ma non sempre sanno; l'errore che commettono gli intellettuali è credere che si possa sapere senza sentire le pulsioni elementari del popolo. Non si fa storia o politica senza questa connessione". Noi dobbiamo ripartire da qui: riconnettere il nostro Paese alla nostra classe dirigente e con Simone Costanzo segretario provinciale sicuramente nella nostra provincia ci riusciremo".

LUCIO MIGLIORELLI A SOSTEGNO DI SIMONE COSTANZO

L'ex segretario provinciale del PD di Frosinone Lucio Migliorelli espone le sue considerazioni sul dibattito congressuale oramai ufficialmente aperto: "Ho scelto di sostenere con convinzione la candidatura di Simone Costanzo non solo per un legame di amicizia e di conterraneità, ma anche per una visione politica ed amministrativa che ci accomuna. Siamo stati insieme in amministrazione provinciale ed abbiamo collaborato in questi anni tant'è che anche lui sostenne la mia candidatura a segretario. E' vero che nel recente passato non abbiamo condiviso alcune scelte, ma è altrettanto vero che non è mai mancata la stima reciproca. Oggi torniamo a lavorare per lo stesso obiettivo dopo esperienze diverse all'interno dello stesso Partito. Veniamo da un periodo in cui sono stati commessi errori da parte di molti ed in cui non siamo riusciti a tenere uniti il partito. Le conseguenze sono state prima l'elezione di un segretario in modo molto complicato e sofferto e poi una mozione di sfiducia che ha profondamente lacerato il PD di Frosinone. Per questo sarebbe stato opportuno ispirarsi al comportamento traghettatore di Epifani che ha preferito non ripresentarsi consentendo un dibattito più sereno ed una ricomposizione che chiudeva con i veleni del passato. Adesso, però, è il momento di porre fine a personalismi, occorre guardare con decisione in avanti: attraverso un dialogo costante con gli amministratori ed i circoli, con il contributo deciso della Regione Lazio e dei nostri riferimenti istituzionali regionali, nazionali ed europei. Bisogna ricostruire il tessuto produttivo, economico e sociale della nostra provincia lacerato dalla crisi su cui ancora persiste e pesa lo sfregio lasciato dal Governo della Polverini alla Regione. Ridare, quindi, centralità alla Federazione del PD e portare avanti un progetto riformista innovativo, che sappia far riconquistare al PD la fiducia dei cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PD, Tonino Scaccia e Lucio Migliorelli sostengono la candidatura di Simone Costanzo a segretario provinciale

FrosinoneToday è in caricamento