Cave, 82^ Sagra della castagna memorabile con Francesco Moser e tante iniziative da ricordare

Il terremoto non ferma l’ultima giornata della 82^ Sagra della Castagna di Cave. Il 30 ottobre è stata una domenica, la terza giornata di festa segnata dalla violenta scossa del mattino che purtroppo ha

 

Il terremoto non ferma l’ultima giornata della 82^ Sagra della Castagna di Cave. Il 30 ottobre è stata una domenica, la terza giornata di festa segnata dalla violenta scossa del mattino che purtroppo ha

lasciato il segno anche alla chiesa San Carlo che è stata chiusa in via precauzionale, che ha visto arrivare migliaia di persone in città, da ogni dove, per partecipare al mattino alla 14^ edizione della bici castagnata – memorial Enzo Moroni - al fianco dei campioni quali: Francesco Moser, Gigi Sgarbozza, Franco Vona, Stefano Pirazzi e Simone Sterbini (gli ultimi due professionisti ancora in attività). Una ventina le squadre provenienti da tutto il Lazio e l’immancabile amico di Moser Gigi Concutelli meglio conosciuto come “Bassetto”.

E proprio da Moser è iniziato il tutto, dal campionissimo che ha vinto nella sua lunga carriera 273 volte, compresi campionati del mondo, giro d’Italia e tappe del giro e record dell’ora e chi più ha più ne metta. Dopo aver ricevuto la cittadinanza onoraria di Cave, perché da dilettante vinse una tappa dei vari campionati provinciali del CSI proprio qui, il campione ha lanciato un grido di allarme: “al Centro Sud mancano le gare ciclistiche che possano dare all’Italia altri campioni”. Inoltre, ha consigliato al sindaco di Cave di costruire una pista ciclabile non troppo difficile per i giovani ciclisti e non un velodromo, come si pensava di fare. “Tolta la Tirreno Adriatica - ha aggiunto il Campione- non c’è rimasto più nulla neanche per i dilettanti. Ho notato che manca il ciclismo dalle Vostre parti” . Il campione ciociaro Franco Vona ha aggiunto che: “purtroppo manca il ciclismo dalle nostri parti e già da molto tempo” entrambi hanno risposto a Gigi Sgarbozza, oggi commentatore televisivo, ma prima eccellente corridore.

E’ stata una mattinata davvero importante perché vedere sfilare lungo le strade della città tutte quelle maglie multicolori ha fatto tornare i brividi a molti caviselli amanti del ciclismo. Cave una volta era una fucina per questo sport e l’attuale sindaco Angelo Lupi ne è stato un degno rappresentante a livello agonistico.

L’occasione è servita anche a ricordare Enzo Moroni. Il Sindaco Lupi, l’assessore allo sport Marco Taurone e la Giunta sono riusciti a trasportare l’intero Consiglio Comunale al Teatro comunale che all’unanimità dei presenti ha concesso la cittadinanza onoraria. Poi c’è stata la proiezione di un filmato con le imprese più importanti del Campione ed infine le premiazioni dei vari presidenti che si sono alternati alla guida dell’Unione Ciclistica di Cave (che si possono vedere in foto) e il ringraziamento per gli altri campioni presenti alla 14^ bicicastagnata

Durante la conviviale all’Istituto Alberghiero i campioni sono stati accolti dalla preside Ester Castaldi e dai ragazzi dell’Istituto che hanno offerto il loro servizio. Lo Straordinario giro dei tavoli del campione ha suggellato una giornata veramente importante per Cave.

SESTO CONCORSO MARRONE D’ORO

E’ questa un’iniziativa nata per valorizzare il Castagno, una fonte di reddito della città di Cave, che l’Assessore Mancini da sei edizioni porta avanti nel cercare di coinvolgere la gente del paese ad esprimersi con dolci alla castagna. Non è facile stanare dalla cucina di casa le massaie, ma comunque sono stati presentati sette dolci, alcuni al cucchiaio e altri secchi, che hanno permesso alla qualificata giuria composta da Giuseppe Scarpellini (biologo), Alex Allegretti (Chef Pasticcere) ed al Prof. Marco Leggeri dell’Istituto alberghiero di proclamare vincitore di questa sesta edizione inserita nell’82^ Sagra della Castagna alla Signora Arianna Guadagnoli perché: “ha presentato un panettone equilibrato e ben strutturato ricco di aromi che hanno esaltato l’artigianalità del prodotto, sapore ottimo contrasto umido / secco determinato dalla presenza dei Maron/glacè”.

CONCORSO SAPORI & MERCATO

Organizzato dalla Confesercenti, presieduta dalla Signora Rachele Mazzenga, ha proposto un concorso aperto a tutta la città per trovare un prodotto secco immagine della città, che sia vendibile al grande pubblico con caratteristiche e produzioni locali e oltre alle Castagne, con Noci e Nocciole altri prodotti locali. Il premio, sempre giudicato dalla stessa giuria del Marrone d’Oro, è andato a “ La Taverna del Popolo” Fragrante, leggero e con un gusto particolare legato ai sapori tipici del territorio. Si nota la tradizione e la sapiente mano di Altri tempi. “E’ questo un progetto, secondo la Mazzenga che potrà essere portato avanti con la costituenda Rete d’impresa dei commercianti”.

LA MIGLIORE CANTINA

E’ questa un’idea della nuova Pro Loco di Cave, presieduta dal giovane Emiliano De Carolis, il quale ha affidato a tre perfetti sconosciuti l’incarico di andare a visitare in incognito le circa 20 cantine che sono state aperte in occasione della 82^ Sagra della castagna. A vincere “Purto na Castigna” gestita da un gruppo di giovani volontari che si sono voluti mettere in gioco, per dare “qualcosa a questa città”. Una decina di ragazzi che lo hanno fatto per divertirsi e per stare insieme e dare quel giusto segnale di operosità. E’ questa la prima volta che accade e potrebbe dare lo stimolo per le volte successive, per scoprire magari il vero piatto di Cave per lanciarlo come punto fisso della città. Anche perché abbiamo notato girando per le cantine, alcuni piatti, che a nostro giudizio possono essere, se ben coordinati, lanciati veramente per la gastronomia locale e come richiamo turistico.

La sera si è chiusa con il classico taglio della torta della Pasticceria Maggi, con il Sindaco Lupi che ha ringraziato tutti i partecipanti ai vari concorsi e che si è complimentato con gli organizzatori perché finalmente si sta attivando un processo veramente nuovo di conoscenza della città.

Giancarlo Flavi (foto e servizio)

Foto Giancarlo Flavi

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento