Cave, grandi personaggi del cinema al ristorante-pizzeria Le terre dei Clementi per l'avvio della nuova gestione

Nuova gestione per il ristorante-pizzeria Le terre dei CLEMENTI di Cave con la mamma Rita Zanna ed i giovani Ivan e Mirko Pizzuti di Paliano.

Nuova gestione per il ristorante-pizzeria Le terre dei CLEMENTI di Cave con la mamma Rita Zanna ed i giovani Ivan e Mirko Pizzuti di Paliano.

Per onorare e dare lusto alla nuova apertura gli attori Massimo Bonetti accompagnato dalla moglie (entrambe grandi estimatori dello chef Mirko), Stefano Di Chiara, l’attrice Rossella Infante, l’On. Giuseppe Alveti e signora, ma soprattutto tanta gente del comprensorio di Cave venuta a degustare i nuovi piatti dei giovani chef, a cominciare dal Coniglio in Zuppa al Stracotto al Cesanese. Sono questi i due piatti forti che distinguono il locale dagli altri della zona ma soprattutto anche per il prezzo lancio della Pizza, cotta al forno a Legna, affiancata da un bicchiere di birra solamente a 7 euro e una cena completa a cominciare dall’antipasto con dolce e caffè a 20 euro cadauno.

Ma torniamo al coniglio in Zuppa una specialità dello Chef Mirko, che viene preparato con un trito di fondo: sedano, carote, cipolla rosolato nell’olio d’oliva e quindi coniglio cotto nel brodo e servito con crostone di pane. E’ veramente una delizia mangiarlo, ma soprattutto gustarlo, anche perchè sono conigli del comprensorio, quindi allevati in modo casareccio la cui carne bianca è di ottima qualità ed è molto digeribile.

Altro piatto che contraddistingue il giovane Chef Mirko (dobbiamo dire che la gestione del Clementi è tutta famigliare a cominciare dal padre Stefano alla moglie Rita ed ai due figli che hanno frequentato l'alberghiero di Fiuggi) è lo stracotto di manzo marinato con il vino rosso e le spezie e cotto per quattro- cinque ore. Un’altra specialità che deve essere degustata, o meglio assaggiata con il vino Cesanese di Mario Terenzi di Serrone fornitore ufficiale dei vini, come a dire che un importante pezzo di Ciociaria è arrivato a rinnovare la già importante cucina cavisella.

Ma il giovane cuoco preferisce realizzare piatti con la cucina tradizionale e con particolare attenzione a quello che offre il territorio, le pietanze fragranti e mediterranee, seguono il ritmo della stagioni e dei loro prodotti, a cominciare dalle carni locali e dai pesci dei nostri mari (che saranno cucinati solo su ordinazione) per dare un riuscito equilibrio a contorni di verdure molto spesso ottenute da agricoltura biologica, il tutto condito con olio crudo extravergine di oliva e cucinato in modo da rendere i cibi leggeri e digeribili.

Il ristorante è posizionato sulla Statale Prenestina all'ingresso del paese (se si arriva da Genazzano), da Roma è abbastanza segnalato e si trova in una zona di campagna ed ha disponibilità di poter offrire ospitalità interna ed esterna.

Ovviamente molta importanza viene data alla pizza, poiché si utilizzano prodotti di qualità si serviranno pizze lievitate da oltre 48 ore. Inoltre, lo staff del ristorante-pizzeria Le terre dei Clementi è in grado di realizzare favolosi banchetti, e ricevimenti in occasione di matrimoni, meeting e feste private.

Il pranzo dal Martedì al Venerdì costa solamente 10 euro. Un nuovo modo per avvicinare clienti ed avere sempre sempre i prodotti freschi.

L'indirizzo preciso dove si trova il ristorante è via P.E. Castellani, 27 a Cave ( Roma) per eventuali prenotazioni 3937340703- 3339054357 oppure mail leterredeiclementi@yahoo.it

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento